L’obiettivo perseguito negli ultimi mesi dagli emittenti di Etf nel lanciare nuovi prodotti sul mercato è di puntare a nicchie sempre più specializzate. Ciò avviene sia nell’ambito azionario sia in quello obbligazionario e soprattutto in quest’ultimo, data la situazione assolutamente anomala di rendimenti e curve. Lo dimostra un inedito replicante lanciato la settimana scorsa allo Xetra della Deutsche Boerse: si tratta dell’Ossiam US Steepener Etf 1C Usd (Isin LU1965301184), non registrato in Italia, il che non esclude che lo potrà essere in futuro o che lo si acquisti fuori dai canali del quotato di casa nostra e quindi come non regolamentato mediante intermediari – quasi mai piattaforme di trading – attivi in tale ambito. 

Le caratteristiche

Perché ne parliamo oggi? Per le sue peculiarità assolutamente innovative. Davanti a una curva dei tassi Usa fuori controllo con il rendimento della scadenza a un mese al 2,07% e di quella a 30 anni all’1,92% e in mezzo il 10 anni all’1,45%, ci possono essere occasioni operative? Sì e molte più di quanto non si creda. Una consiste nel puntare (sebbene il termine giocare utilizzato nel titolo dia più il senso di un match quasi senza regole) su una situazione così esasperata. La strategia dell’indice di riferimento, il Solactive Us Treasury Yield Curve Steepener 2-5 vs 10-30 Index, si basa su un approccio long/short sui Treasuries appunto, in cui ci si colloca su una posizione long (acquisto) in future di titoli del Tesoro Usa a due e cinque anni e su una posizione short (vendita) in future di Treasuries decennali e trentennali. Per ottenere maggiori ritorni dal movimento della curva dei rendimenti l'indice prevede un moltiplicatore con fattore dieci, che sfrutta in entrambe le direzioni l'azione della curva dei rendimenti: ogni punto base di aumento della pendenza fa quindi sì che l’indice potenzi di circa 10 pb.