Borsa italiana in verde, bene STM e bancari. FTSE MIB +0,60%.

Il FTSE MIB segna +0,60%, il FTSE Italia All-Share +0,64%, il FTSE Italia Mid Cap +1,01%, il FTSE Italia STAR +1,10%.

Mercati azionari europei positivi: Euro Stoxx 50 +0,5%, FTSE 100 +0,2%, DAX 30 +0,1%, CAC 40 +0,4%, IBEX 35 +0,2%.

Future sugli indici azionari americani in parità: S&P 500 invariato, NASDAQ 100 invariato, Dow Jones Industrial invariato. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +2,15%, NASDAQ Composite +2,89%, Dow Jones Industrial +2,17%.

Mercato azionario giapponese positivo, stamattina il Nikkei 225 ha terminato la seduta a +1,29%. Borse cinesi in verde: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen poco fa ha chiuso a +0,56%, Hong Kong oggi è chiusa per festività.

STMicroelectronics (+5,0%) in forte rialzo in scia al balzo di ASML (+6,5%): quest'ultima ha comunicato per il terzo trimestre 2018 un progresso dei profitti da 557 a 680 milioni di euro, contro i 671 milioni del consensus di Reuters. Nei tre mesi il produttore olandese di macchinari per la manifattura di semiconduttori (considerato benchmark della salute del settore dei chip) ha segnato vendite in rialzo da 2,45 a 2,78 miliardi di euro, a fronte di una marginalità lorda attestatasi al 48,1% contro il 42,9% del terzo trimestre 2017. ASML per il trimestre in corso stima vendite a 3,0 miliardi di euro (e una marginalità intorno al 48%). STM comunicherà i dati del terzo trimestre tra una settimana esatta, il 24 ottobre.

Buon avvio di seduta per i titoli del settore bancario dopo le incertezze di ieri causate della manovra 2019 varata dal governo: il provvedimento prevede minori agevolazioni fiscali per banche e assicurazioni per circa 4,2 miliardi di euro. L'indice FTSE Italia Banche segna +0,9% con BPER Banca (+2,1%), Banco BPM (+1,5%), Mediobanca (+1,4%), UniCredit (+1,2%).