La Borsa di New York ha chiuso la seduta in rialzo grazie ad alcune brillanti trimestrali societarie. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,26%, l'S&P 500 lo 0,27% e il Nasdaq Composite lo 0,30%.
Tra i titoli in evidenza Qualcomm +23,21%. Il produttore di chip e Apple (+0,01%) hanno raggiunto un accordo per mettere fine ai numerosi contenziosi legali sulle royalty.
UnitedHealth Group -3,99%. Il colosso dell'assicurazione sanitaria ha rivisto al rialzo la guidance sull'utile per azione adjusted annuale a 14,50-15,75 dollari da 14,40-14,70 dollari indicati in precedenza. Nel primo trimestre l'Eps rettificato si è attestato a 3,73 dollari contro i 3,60 dollari del consensus. Meglio del previsto anche il giro d'affari a 60,31 miliardi (consensus 59,71 miliardi).
BlackRock +3,26%. Il gigante dei fondi di investimento ha chiuso il primo trimestre con profitti netti in calo a 1,05 miliardi di dollari (6,61 dollari per azione) da 1,09 miliardi dello stesso periodo di un anno prima. Il dato è comunque superiore alle attese (consensus 6,13 dollari).
Johnson & Johnson +1,09%. Il gruppo farmaceutico e dei beni di consumo ha migliorato le stime di crescita dei ricavi annuali al 2,5-3,5% contro il 2,0-3,0% della precedente guidance. Nel primo trimestre l'utile per azione adjusted si è attestato a 2,10 dollari contro i 2,03 dollari del consensus. Sopra le attese anche il giro d'affari a 20 miliardi contro i 19,61 miliardi del consensus.
Bank of America +0,13%. Il colosso bancario ha chiuso il primo trimestre con un utile netto in crescita del 6% a 7,3 miliardi di dollari. L'utile per azione si è attestato a 0,70 dollari, 4 centesimi in più rispetto alle attese degli analisti.
Omnicom +5,67%. Il gruppo pubblicitario ha annunciato un utile per azione superiore alle attese nel primo trimestre a 1,17 dollari contro gli 1,09 dollari del consensus.