Crédit Agricole Italia ha perfezionato con successo la prima operazione italiana di Obbligazioni Bancarie Garantite del 2020. L'emissione, proposta al mercato in formato dual-tranche, a 8 e 25 anni, conferma l'apprezzamento continuo degli investitori per Crédit Agricole Italia, e conferma anche una delle maggiori domande sul mercato italiano delle OBG, conseguendo uno spread tra i più contenuti nell'ultimo periodo. La tranche a 25 anni rappresenta l'emissione di covered bond con più elevata durata finora registrata in Italia. Le due tranche hanno le seguenti caratteristiche:
- € 500 milioni, durata 8 anni (scadenza 17 gennaio 2028) a tasso mid swap maggiorato di uno spread di 23 punti base e cedola annua lorda pari a 0,25%, 80 bps sotto il rendimento di BTP di durata analoga;
- € 750 milioni, durata 25 anni (scadenza 17 gennaio 2045) a tasso mid swap maggiorato di uno spread di 45 punti base e cedola annua lorda pari a 1,00%, 130 bps sotto il rendimento di BTP di durata analoga.
L'operazione è stata lanciata alle 9.00 con guidance iniziale a mid swap +29bps per la tranche a durata 8 anni e mid swap +50 bps per quella a 25 anni e alle 12:00 lo spread finale è stato fissato rispettivamente a +23 bps e +45 bps. Sono pervenuti oltre 150 ordini per più di 3 miliardi, con una preponderante componente internazionale, a dimostrazione della fiducia riconosciuta a Crédit Agricole Italia. L'emissione è stata curata da Crédit Agricole CIB, con joint bookrunners LBBW, ING, Natixis, NatWest Markets e Unicredit e s'inserisce nell'ambito del programma di Covered Bond, in formato soft bullet, da € 16 miliardi avente come sottostante mutui ipotecari residenziali italiani. Si prevede un rating pari a Aa3 da parte di Moody's.