Deciso balzo in avanti in avvio per il future Eurostoxx 50. Il future Eurostoxx sale del 3,65% circa a 2722 punti (toccato un massimo intraday a 2742). Ci sono segnali di un rallentamento del diffondersi dell'epidemia di coronavirus in Italia, come pure in Francia. E Donald Trump ha espresso la speranza che anche in Usa si stia assistendo a un "livellamento" della crisi del Covid-19. Le prospettive macro restano preoccupanti ma per il momento i mercati si concentrano sulle buone notizie. L'Asian Development Bank venerdì aveva peggiorato drasticamente le stime di crescita per le economie emergenti dell'Asia, a causa dell'impatto del Covid-19. Nell'Asian Development Outlook, citato da RttNews, l'Adb ha infatti tagliato le previsioni di espansione economica per la regione nel 2020 al 2,2% dal 5,2% di dicembre (quando le aveva già peggiorate dal 5,5%). La Cina è invece attesa a una crescita del Pil di appena il 2,4% quest'anno ma dovrebbe recuperare al 6,7% nel 2021. A conferma della possibilita' di un rapido rimbalzo dopo la crisi c'è anche la notizia che S&P Global Ratings venerdì ha confermato il giudizio A+ del Giappone, con outlook positivo, poiché le conseguenze di choc economici sono viste come solo temporanee. C'è molta attesa sui mercati poi per la riunione di domani dell'Eurogruppo, il gruppo dei paesi mediterranei, guidato da Italia e Francia, proseguirà con la pressione sui paesi del Nord per gli eurobond. Potrebbe slittare invece a dopo Pasqua il vertice Ue. Paolo Gentiloni e Thierry Breton, commissario Ue per il mercato interno, stanno chiedendo di costituire per l'Europa un "fondo per la rinascita" e di mettere in funzione "ulteriori strumenti straordinari" mentre Olaf Scholtz e Heiko Maas, i ministri delle Finanze e degli Esteri tedeschi, affermano che la Germania è pronta a dare un segnale di solidarietà ma insistono sull'utilizzo del Mes. A 2663 il future Eurostoxx ha superato la linea mediana del canale moderatamente ribassista disegnato sul grafico intraday dal top del 26 marzo. Prossima resistenza rilevante a 2756, lato alto del canale. In caso di rottura anche di quei livelli le oscillazioni dal top del 26 marzo potrebbero essere considerate un "flag", figura di continuazione del trend rialzista precedente che potrebbe riprendere con obiettivo almeno fino a 2950 circa. Resistenza intermedia a 2880, 38,2% di ritracciamento, percentuale di Fibonacci, del ribasso dai massimi di febbraio. Sotto 2640 rischio di test della base del canale, in transito a 2569 circa. Supporto successivo a 2475 punti, trend line rialzista che parte dai minimi di meta' marzo e che dovra' venire rispettata per evitare la ripresa del trend ribassista in atto dai massimi di febbraio.

(AM - www.ftaonline.com)