Il colosso statunitense della cosmetica Estée Lauder Companies ha annunciato oggi le iniziative intraprese per reagire alla pandemia supportando dipendenti, consumatori, azionisti e comunità."Nonostante la diffusione globale del COVID-19 delle ultime settimane, rimaniamo innanzitutto e soprattutto focalizzati sulla salute e il benessere dei nostri dipendenti, consulenti beauty e consumatori. La nostra società continua a valutare sistemi significativi di sostegno nella lotta globale contro questa crisi sanitaria. Stiamo anche intraprendendo azioni per un'ottimizzazione della nostra struttura dei costi, alla luce dell'attuale temporanea chiusura dei negozi in diverse regioni, e per rafforzare la nostra liquidità in queste circostanze eccezionali", ha dichiarato il presidente e CEO Fabrizio Freda. "Sono ispirato dalla tenace resistenza, collaborazione, creatività e soprattutto dal cuore dei nostri dipendenti, che sono guidati dai valori della nostra società. In questo momento, il loro impegno, l'attraenza dei nostri marchi e i loro eroici franchises stanno portando a un'accelerazione a dela crescita delle nostre vendite online. Sono convinto che le azioni che stiamo intraprendendo ci renderanno capaci di superare con efficacia questo contesto sfidante e i posizioneranno per la ripresa, come stiamo cominciando a percepire mentre riaprono i nostri negozi dell'area Asia/Pacifico".

*Donazioni globali
*Mentre il mondo si confronta con gli impatti su ampia scala della pandemia di COVID-19, The Estée Lauder Companies sta a fianco della comunità globale nel tentativo di limitare la diffusione del virus e alleggerirne gli impatti economici. La società, i suoi marchi, le sue fondazioni hanno effettuato diverse donazioni e preso diversi impegni tra i quali i seguenti:

  • A livello globale, una donazione da 2 milioni di dollari a Medici Senza Frontiere.

  • A New York City, dove ha sede la società, è stato garantito supporto all'insediamento del The NYC COVID-19 Response & Impact Fund, amministrato dal New York Community Trust. Il nuovo fondo da $ 75 mln, generato di contributi congiunti di diversi partner filantropici, fornirà supporto critico per i servizi sociali essenziali di New York City e per le organizzazioni culturali della comunità.

  • In Cina sono stati destinati oltre $ 800.000: i fondi supporteranno la Red Cross Society of China, la Shanghai Charity Foundation e Give2Asia. Inoltre $ 1,4 mln in forma di donazioni sono stati forniti alla China Women's Development Foundation a supporto dello staff medico in prima linea.

  • The Estée Lauder brand sta donando due milioni di mascherine chirurgiche per i lavoratori front-line di New York.

  • Clinique sta donando 50.000 prodotti di cura della pelle per i dottori e infermieri degli ospedali di New York City.

  • Il fondo VIVA GLAM di M?A?C Cosmetics allocherà $ 10 mln a 250 organizzazioni locali che nel mondo stanno fornendo servizi essenziali alla gente a maggior rischio COVID-19.

Estée Lauder Companies sta anche producendo sanificatori per le mani negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Belgio per le popolazioni più a rischio, compreso il personale medico di prima linea.

*Adattamenti delle operazioni di produzione e distribuzione
*Per contenere la pandemia, la società ha modificato le pratiche del business, guidata in parte dalla legislazione, da ordini esecutivi e dalle indicazioni di enti pubblici e autorità sanitarie. Queste direttive includono la temporanea chiusura delle attività valutate "non-essenziali", il blocco dei viaggi e le restrizioni, compreso il distanziamento sociale e la quarantena.

Come risultato delle Direttive COVID-19, la maggior parte dei negozi al dettaglio nelle Americhe, in Europa, in Medioriente e Africa, sia gestite direttamente che indirettamente, sono state chiuse da metà marzo e i viaggi aerei continuano ad essere fortemente ridotti con un impatto primario sul business di Estee Lauder collegato alle vendite durante il viaggio. Nelle ultime settimane però diversi punti vendita hanno riaperto nella regione Asia/Pacifico e la crescita delle vendite online ha accelerato su scala globale.

La società continua a valutare quando potrà riaprire, in accordo con le indicazioni di enti pubblici e autorità sanitarie, i punti vendita nelle altre regioni del Mondo. Attualmente la maggioranza degli impianti della società produce e distribuisce globalmente, sebbene a capacità ridotta a causa dell'ambiente sfidante.

*Rafforzando la flessibilità finanziaria e la liquidità
*Mentre la società dà priorità alle aree di crescita e di generazione di cassa in base alle regioni interessate, alle categorie di prodotto, ai brand e ai canali di distribuzione, vengono intraprese le seguenti azioni:

  • Annunciate riduzioni dei salari dal 1° maggio 2020 fino al 31 ottobre 2020 per:

  • Per il presidente esecutivo William P. Lauder e il President & Chief Executive Officer Fabrizio Freda tagli del 50%.

  • Per l'Executive Leadership Team del 30%.

  • Per il resto del management tra il 10% e il 20%.

  • Il cda rinuncerà agli anticipi in contanti (cash retainers) fino al prossimo novembre 2020.

  • Annunciate riduzioni di salario per Leonard A. Lauder, Chairman Emeritus, e Ronald S. Lauder, Chairman Clinique Laboratories, di quasi il 100% con efficacia dal 1° maggio 2020 e fino al 31 ottobre 2020.

  • E' stato inoltre annunciato che verranno prese delle decisioni regionali per i dipendenti dei punti vendita e sul territorio nei contesti dove le vendite al dettaglio sono chiuse o sperimentano una lenta ripresa. Le decisioni comprenderanno aspettative temporanee non retribuite che consentiranno ai lavoratori di mantenere i benefit sanitari e accedere al supporto contro il COVID-19 dove possibile.

  • Misure rafforzate di controllo dei costi includeranno un miglioramento delle spese per advertising e promozione, il rinvio di alcuni investimenti in conto capitale, la restrizione dei viaggi di lavoro e l'interruzione delle assunzioni non essenziali e di certi servizi professionali.

  • Il gruppo ha inoltre emesso bond per $ 700 mln (2.6% Senior Unsecured Notes due 2030).

  • Attivata interamente la linea di credito revolving da $ 1,5 mld.

  • Sospeso temporaneamente il *buyback *delle azioni ordinarie di Classe A.

  • Sospeso il prossimo dividendo trimestrale sulle azioni ordinarie di Classe A e B, che sarebbe stato pagato a giugno.

La società continuerà a monitorare l'impatto della pandemia e potrebbe correggere le azioni intraprese in caso di necessità. In calendario per il 1° maggio 2020 un aggiornamento in occasione della diffusione dei dati trimestrali.

(GD - www.ftaonline.com)