Fitch ha confermato il rating sul debito della Repubblica Italiana al livello "BBB" ma l'outlook sui prossimi trimestri resta "negativo" a causa dell'elevato livello del debito pubblico e del basso livello di crescita del Pil. Preoccupa l'agenzia di rating anche l'incertezza della situazione politica e la qualità degli attivi bancari, che seppure in miglioramento viene ancora considerata bassa.
A tenere l'Italia a galla, o almeno la sua borsa e i suoi bond, è la vicinanza con l'Unione europea, ma i mercati sono ben consapevoli della pericolosità del nostro paese nel caso il legame con l'Europa dovesse allentarsi.

(AM - www.ftaonline.com)