Future Eurostoxx 50 in moderato rialzo. Le quotazioni sono in area 2840, in rialzo dell'1,1% circa. Due gli appuntamenti importanti oggi, la ripresa della riunione dell'Eurogruppo e il meeting Opec+. Il greggio sale con decisione (+3,5% circa il future sul crude oil quasi a 26 dollari), evidentemente i mercati sperano che la guerra dei prezzi tra Russia e Arabia Saudita possa in qualche modo terminare. In Germania intanto aumentano le voci in favore di strumenti di mutualizzazione del debito: il direttore del settimanale Der Spiegel, Steffen Klusmann, ha scritto che non appoggiare gli eurobond da parte della Germania non solo non e' solidale ma e' anche "gretto e vigliacco". Si potrebbe quindi tornare a sentire parlare di "coronabond" nelle prossime ore, titoli di stato legati ad un preciso scopo, ovvero fare fronte ai costi della pandemia. Anche Bmw, Daimler e Volskwagen hanno chiesto alla Merkel di sostenere interventi per contrastare la crisi: senza la componentistica italiana e spagnola le auto tedesche non si fanno. Il future Eurostoxx resta all'interno del canale crescente disegnato dai minimi di meta' marzo, fascia con lato superiore a 2930 e inferiore a 2520 circa. Ieri i prezzi sono scesi brevemente al di sotto dei massimi del 26 marzo a 2799 punti per poi rimbalzare. Resta possibile un nuoto test della resistenza critica toccata il 7 aprile in area 2880, il 38,2% di ritracciamento del ribasso dai massimi di febbraio. Senza la rottura di questo riferimento ricavato dalla successione di Fibonacci il rimbalzo visto dai minimi di meta' marzo a 2271 e' destinato a rimanere solo una pausa temporanea del trend ribassista che potrebbe quindi riprendere con obiettivo almeno fino a 2271, nell'ipotesi che il future tenti la costruzione di un doppio minimo, ma piu' probabilmente anche al di sotto di quei livelli. Oltre 2850 atteso il test di 2880, sopra quei livelli target fino a 3070, prima resistenza a 2930 punti.

(AM - www.ftaonline.com)