Il Consiglio di Amministrazione di IGD - Immobiliare Grande Distribuzione SIIQ S.p.A. ("IGD" o la "Società"), uno dei principali player in Italia nella proprietà e gestione di Centri Commerciali e quotata sul segmento STAR di Borsa Italiana, riunitosi in data odierna sotto la Presidenza di Elio Gasperoni, ha esaminato e approvato il progetto di bilancio d'esercizio e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2019.

• Risultato netto ricorrente (FFO): 83,3 milioni di euro (+4,5%)
• Ricavi da attività locativa: 155,3 milioni di euro, +2,3% (LFL +0,5%)
• Net rental income: 136,6 milioni di euro, +10,1% (+1,8% il dato adj ex IFRS16)
• Vendite operatori gallerie Italia +0,5%; financial occupancy Italia 96,9%; Romania 97,6%
• Costo medio del debito 2,35%; ICR 3,8X

• EPRA NNNAV per azione €10,92
• Proposto un dividendo pari a 50 centesimi di euro per azione in linea con il FY2018
• Approvato il decimo bilancio di sostenibilità

"Il 2019 rappresenta il primo anno del Piano Strategico al 2021, durante il quale riteniamo di avere posto solide basi per il raggiungimento dei principali target prefissati. I positivi andamenti operativi del nostro portafoglio testimoniano che, pur in un contesto non brillante, il nostro modello tipico di centro commerciale dominante, moderno e integrato nel territorio funziona ed è capace di adattarsi continuamente alle esigenze dei retailers e dei visitatori. Per questo abbiamo proseguito il nostro intenso piano investimenti con l'obiettivo di rimodulare e rinnovare gli immobili, migliorandone gli impatti sociali e ambientali e ottenendo al contempo un incremento del risultato ricorrente. La crescita del 4,5% del FFO è in linea con la guidance e ha consentito al Consiglio di Amministrazione di proporre un dividendo di 0,5 euro per azione, confermando l'attraente remunerazione per gli azionisti" ha dichiarato Claudio Albertini, Amministratore Delegato di IGD. "La solidità dei risultati e la loro coerenza con le linee guida strategiche sono state riconosciute anche dal mercato dei capitali, che ha accolto con molto favore il nuovo bond da 400 milioni di euro con la cedola più bassa di sempre, consentendo al Gruppo di rifinanziarsi con largo anticipo e rafforzare la struttura patrimoniale."