Il future Ftse Mib ha disegnato ieri un "inside day". Il future ha disegnato ieri una seduta tutta all'interno della precedente, rimanendo ad oscillare tra i 16425 e i 16720 punti contro i 16350 e i 16870 punti della seduta precedente. Questo tipo di comportamento, di rimanere all'interno di uno spazio gia' esplorato di recente, va sotto il nome di "inside day" (quando si realizza su un grafico ad elementi giornalieri) ed e' tipico delle fasi di incertezza o di attesa. In questo caso e' piu' probabile la seconda ipotesi, giovedi' infatti c'e' la riunione del Consiglio europeo in videoconferenza per decidere in merito all'accordo raggiunto dall'Eurogruppo su Mes, Bei e Sure e per discutere del tema degli eurobond e del Recovery Fund. Il rimbalzo visto mercoledi' ha testato a 16720 il 23,6% di ritracciamento del ribasso dal top del 14 aprile, troppo poco perche' si possa parlare di una reazione credibile. Solo oltre area 16950 il future dimostrerebbe di essere intenzionato a ritornare almeno sul massimo del 17 aprile a 17235 punti. Oltre quei livelli possibile poi il raggiungimento di area 18000. Sotto i minimi di martedi' a 16350 verrebbe invece inviato un nuovo segnale di debolezza che si sommerebbe alla violazione, avvenuta il 15 aprile, della base del canale crescente disegnato dai minimi di meta' marzo. Sotto 16350 target a 15280, base del gap rialzista del 24 marzo.

(AM - www.ftaonline.com)