Il Consiglio di Amministrazione di Intek Group, holding di partecipazioni diversificate con obiettivo la gestione dinamica degli investimenti, ha approvato in data 28 marzo 2018 il progetto di bilancio al 31 dicembre 2017 della capogruppo, i risultati consolidati dell'anno 2017, la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari predisposta ai sensi dell'art. 123-bis del TUF e la relazione sulla remunerazione predisposta ai sensi dell'art. 123-ter del TUF.
La Relazione Finanziaria annuale al 31 dicembre 2017, unitamente alle relazioni sul governo societario e gli assetti proprietari e sulle remunerazioni, insieme alle relazioni della Società di Revisione e del Collegio Sindacale, sarà disponibile entro i termini di legge e di regolamento presso la sede sociale e pubblicata sul sito della società nonché sul sistema di stoccaggio autorizzato "eMarket STORAGE".

*Principali accadimenti dell'esercizio 2017
*Vengono di seguito riportate le principali attività che hanno caratterizzato l'esercizio 2017.

(i) Riorganizzazione del settore rame.

(a) E' proseguita l'attività di riorganizzazione del settore rame per il quale sono previsti futuri sviluppi strategici che potrebbero portare ad accordi con terzi in relazione alla cessione di alcuni comparti di business e al potenziamento di altri, ritenuti interessanti e sinergici alla attività di KME, mediante acquisizioni da terzi;

(b) nell'esercizio 2017, grazie alle misure di efficientamento e di flessibilità adottate negli ultimi anni, l'EBITDA è stato pari ad Euro 76,6 milioni, in progresso del 22,6% rispetto a quello del 2016, quando la stessa grandezza era stata pari ad Euro 62,4 milioni;

(c) con riferimento alla struttura finanziaria, nel 2017 le linee di credito in pool sono aumentate di Euro 45 milioni, con l'ingresso di due nuovi istituti bancari. Nel gennaio 2018 KME AG, assistita da importanti operatori sul mercato internazionale dei capitali, ha emesso un prestito obbligazionario, riservato ad investitori istituzionali qualificati (QIBs), dell'ammontare di Euro 300 milioni, con scadenza nel 2023 al tasso fisso del 6,75%. Le risorse finanziarie così ottenute sono state utilizzate per ridurre l'importo del finanziamento bancario in pool in essere e relativi interessi per circa Euro 197 milioni, per rimborsare i finanziamenti ed il pagamento dei relativi interessi ad Intek Group per oltre Euro 42 milioni e, in generale, a supporto delle esigenze del Gruppo KME. Il rifinanziamento in commento ha consentito di diversificare notevolmente la struttura finanziaria del Gruppo KME, prorogandone anche le relative scadenze; KME AG ha concluso infatti con gli istituti finanziatori accordi di modifica e proroga per 3 anni del contratto di finanziamento bancario in pool e dei contratti di factoring, con l'opzione, su consenso degli istituti finanziatori, per prorogarne la scadenza di ulteriori 2 anni. Altro elemento importante è la marcata riduzione, da Euro 475 milioni ad Euro 100 milioni, dell'ammontare massimo della garanzia rilasciata nel 2014 da Intek Group in favore delle banche del pool nell'interesse di KME AG. Intek Group, sempre nel gennaio 2018, ha inoltre concesso a KME AG una linea di credito di massimi Euro 30 milioni per necessità di capitale circolante a corredo del citato finanziamento in pool.