Bel progresso per Inwit +3,4% grazie a Credit Suisse che conferma il giudizio outperform e incrementa il target da 8,70 a 10,40 euro. Il titolo tocca in questi minuti il nuovo massimo storico a 9,1150 euro, ancora sostenuto dalle indiscrezioni di inizio settimana scorsa: secondo due fonti sentite da Reuters un gruppo di banche (tra cui UniCredit, Intesa Sanpaolo, Mediobanca, Goldman Sachs e BofA Merrill Lynch) sta preparando un finanziamento di tipo "bridge to bond" (prestito ponte in attesa dell'emissione di un'obbligazione) da 2,5 miliardi di euro a sostegno dell'integrazione delle torri tlc di Vodafone Italia avviata a febbraio.

L'accordo definitivo tra Vodafone e TIM (che controlla Inwit con il 60% del capitale) dovrebbe essere siglato a inizio agosto: si prevede quindi che il bridge to bond possa andare in porto entro fine luglio. L'integrazione Inwit e Vodafone Italia creerà un soggetto da 22mila torri tlc nel nostro Paese.

L'analisi del grafico di Inwit evidenzia la solida struttura ascendente di fondo: il titolo sta attaccando a 9,10/9,20 euro il lato alto del canale ascendente ipotizzabile dal minimo di fine 2018, con obiettivo successivo in area 10. Discese sotto 8,20/8,30 preannuncerebbero invece una correzione sui 7,70 almeno.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)