L'emissione inaugurale del green bond senior preferred di Mediobanca dedicata a investitori istituzionali e annunciata nella mattinata di oggi si è conclusa con successo. Il green bond da 500 milioni, con una durata di 7 anni e una cedola dell'1%, è stato prezzato a 99.564 con uno spread di 135 bps rispetto al tasso di midswap. La risposta degli investitori è stata molto positiva, con ordini superiori ai 3.5 miliardi caratterizzati da una significativa diversificazione geografica, tanto da garantire la distribuzione all'estero di oltre l'80% dell'importo finale.

L'Amministratore Delegato di Mediobanca Alberto Nagel commenta: "Abbiamo posto la sostenibilità del nostro modello di business al centro del piano strategico al 2023 integrando i target non finanziari all'interno dei target di piano. Il successo di questo green bond inaugurale testimonia l'apprezzamento degli investitori per una strategia capace di coniugare performance economiche e sostenibilità ambientale e sociale." L'emissione è finalizzata a finanziare o rifinanziare alcuni progetti che rispecchiano i requisiti del "Green e Sustainable Bond Framework" approvato dal Gruppo Mediobanca lo scorso giugno in coerenza con il Global Compact delle Nazioni Unite, a cui la Banca ha aderito nel 2018.

Tale emissione conferma l'impegno di Mediobanca nella riduzione degli impatti diretti e indiretti della propria attività di business, sia attraverso la promozione di prodotti di investimento ESG sia attraverso di iniziative volte a migliorare efficienza energetica e la riduzione dei consumi, così come previsto nel piano al 2023.

La sostenibilità è parte integrante della strategia di Gruppo che coniuga la crescita del business e la solidità finanziaria alla sostenibilità sociale, ambientale e economica, con l'obiettivo di creare valore nel lungo periodo per tutti gli stakeholder.

(GD - www.ftaonline.com)