AMERICA - T-NOTE FUTURE

I timori legati alla mancata partecipazione da parte cinese ai collocamenti di titoli di stato americani terrà banco per i prossimi collocamenti in agenda. L'attuale impostazione grafica del decennale statunitense appare orientata al rialzo e presenta una base algoritmica solida. Dai minimi fatti registrare ad aprile, il benchmark Usa, ha registrato un significativo incremento: +1,37%. In ottica di brevissimo periodo si potrà comunque assistere ad una prima fase di alleggerimento con obiettivo di prezzo a 123,98. Qualora quest'ultima soglia venisse violata al ribasso, il successivo target è collocabile in area 123,56 punti. Scenario rialzista in caso di superamento di soglia 124,53 con potenziale upside a 124,81.

EUROPA - BUND FUTURE

All'imminente appuntamento elettorale in chiave europea, il decennale tedesco si presenta ormai prossimo a nuovi massimi storici. Il target individuato a 166,70 è stato completamente raggiunto (high a 166,72) e l'attuale impostazione (sia tecnica che algoritmica) appare ancora impostata al rialzo con obiettivo oltre area 167 punti. Nonostante il trend attuale sia positivo, è auspicabile il consolidamento (anche parziale) delle posizioni in essere. Solo la violazione del supporto in corrispondenza della soglia psicologica dei 166 punti potrebbe agevolare una discesa dei corsi fino al primo target posto a 165,27.