Piazza Affari debole e spread stabile: oggi via a consultazioni per nuovo governo. FTSE MIB -0,3%.

Il FTSE MIB segna -0,3%, il FTSE Italia All-Share -0,3%, il FTSE Italia Mid Cap +0,0%, il FTSE Italia STAR -0,3%.

BTP e spread poco mossi. Il rendimento del decennale segna 0,65% (chiusura precedente a 0,64%), lo spread sul Bund 118 bp (da 118) (dati MTS).

Partono oggi le consultazioni del Presidente Mattarella per esplorare le possibilità di un nuovo governo. Il premier dimissionario Conte può contare sul nuovo gruppo degli Europeisti al Senato ma i numeri sono strettissimi e prova a trattare anche con Renzi.

Mercati azionari europei incerti: EURO STOXX 50 -0,2%, FTSE 100 +0,0%, DAX -0,4%, CAC 40 +0,3%, IBEX 35 +0,0%.

Future sugli indici azionari americani contrastati: S&P 500 -0,1%, NASDAQ 100 +0,4%, Dow Jones Industrial -0,3%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,15%, NASDAQ Composite -0,07%, Dow Jones Industrial -0,07%.

Mercato azionario giapponese in verde, il Nikkei 225 ha terminato a +0,31%. Borse cinesi incerte: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +0,27%, l'Hang Seng di Hong Kong a -0,32%.

Deboli gli industriali Interpump -1,9%, Buzzi Unicem -1,9%, Stellantis -0,8%. In rosso anche STM -0,8% che oggi riunisce il cda per l'approvazione dei conti del quarto trimestre, il comunicato verrà diffuso domattina prima dell'apertura del mercato.

Perde terreno Prysmian -0,7% che ha concluso il collocamento di un prestito obbligazionario equity linked annunciato ieri per un importo aumentato a 750 milioni di euro dai previsti 650 e il contestuale riacquisto un altro bond equity linked da 500 milioni attualmente in circolazione e con scadenza nel 2022. Le obbligazioni saranno convertibili in azioni ordinarie a seguito dell'approvazione di un aumento di capitale a servizio della conversione.

Diasorin +1,3% positiva grazie alle ultime notizie sui ritardi dei vaccini anti-Covid. L'obiettivo di raggiungere il 70% della popolazione italiana vaccinata dopo l'estate sembra molto difficile da raggiungere: si profila uno slittamento a fine anno o inizio 2022. Ieri la francese Sanofi ha annunciato che, dato il ritardo nella realizzazione del proprio vaccino, a partire da luglio produrrà il vaccino Pfizer nel proprio stabilimento di Francoforte. I ritardi nella campagna di immunizzazione della popolazione tramite i vaccini rappresentano un vantaggio per il business della produzione di test per il Covid, business in cui opera Diasorin.

Unicredit +0,9% estende il rally partito ieri pomeriggio in scia all'indiscrezione relativa alla scelta di Andrea Orcel come nuovo CEO al posto del dimissionario Jean Pierre Mustier. Secondo i rumor oggi è in programma un cda per fare il punto della situazione. Orcel potrebbe essere cooptato nel board nella riunione del 10 febbraio in calendario per l'approvazione dei conti 2020. Il nuovo cda verrà nominato nell'assemblea del 15 aprile.

Anche Telecom Italia +0,6% guadagna ulteriore terreno in scia all'operazione di Orange sulla rete in fibra nelle aree rurali e al repricing attuato da Iliad alla fine della scorsa settimana (attesi benefici sui margini dell'intero settore mobile). Lunedì Telecom ha annunciato il lancio di Noovle, società attiva nel cloud e edge computing dove sono confluiti i data center: si stima di raggiungere 1 miliardo di euro di fatturato nel 2024 con una crescita media annua di circa il 20% e un EBITDA atteso di circa 400 milioni di euro.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: alle 10:00 bilancia commerciale (extra-UE) Italia. Negli USA alle 14:30 ordinativi beni durevoli preliminari, alle 16:30 scorte petrolio settimanali (EIA), alle 20:00 riunione FOMC (Fed), alle 20:30 conferenza stampa Powell (Fed).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)