Piazza Affari in ascesa, brilla il risparmio gestito. FTSE MIB +0,93%.

*Mercati azionari europei positivi. Wall Street in verde: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,4%, NASDAQ Composite +0,2%, Dow Jones Industrial +0,4%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,93%, il FTSE Italia All-Share a +0,87%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,38%, il FTSE Italia STAR a +0,10%.

BTP in ulteriore rialzo, scende lo spread: il decennale rende il 2,78% (-7 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 266 bp (-6 bp) (dati MTS).

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA a gennaio l'indice grezzo dei prezzi al consumo è rimasto invariato rispetto a dicembre risultando inferiore alle attese degli analisti (+0,1%) ma in crescita dal -0,1% della rilevazione precedente. Su base annuale l'indice si è attestato al +1,6%, inferiore alla lettura di dicembre (+1,9%) ma superiore al consensus (+1,5%) . L'indice Core (esclusi energetici ed alimentari) è cresciuto dello 0,2% rispetto al mese precedente (consensus +0,2%). Su base annuale l'indice e' salito del 2,2% pari alla rilevazione precedente. Negli USA le scorte di petrolio settimanali (dato EIA) sono salite di 3,633 mln di barili da +1,263 mln precedenti (attesi +2,668 mln). Eurostat ha reso noto che nel mese di dicembre la produzione industriale dell'eurozona e' crollata del 4,2% su base annua (consensus -3,2% a/a). Su base mensile la produzione industriale ha registrato una flessione dello 0,9% risultando inferiore alle attese fissate su un decremento dello 0,4%. Nel Regno Unito l'Ufficio Nazionale di Statistica (ONS) ha reso noto che l'indice dei prezzi al consumo ha mostrato, nel mese di gennaio, una flessione dello 0,8% su base mensile dopo l'incremento dello 0,2% a dicembre, risultando inferiore al consensus (-0,7%). Su base annuale l'inflazione è cresciuta dell'1,8% dal +2,1% della rilevazione precedente e inferiore alle attese pari al +1,9%. L'indice core ha registrato un incremento dell'1,9% rispetto allo stesso periodo del 2018.