Piazza Affari in rialzo, ottimismo su shutdown e dazi. FTSE MIB +1,12%.

Mercati azionari europei positivi. Wall Street in progresso: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +1,2%, NASDAQ Composite +1,4%, Dow Jones Industrial +1,3%. Mercati azionari in ascesa su attese per una soluzione del problema shutdown e ripresa trattative USA-Cina. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +1,12%, il FTSE Italia All-Share a +1,16%, il FTSE Italia Mid Cap a +1,61%, il FTSE Italia STAR a +1,11%.

BTP in ulteriore recupero dopo il rimbalzo di ieri: il decennale rende il 2,84 (-5 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 271 bp (-7 bp) (dati MTS).

*Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA l'indagine JOLTS *(Job Openings and Labor Turnover Survey) segnala che le posizioni lavorative ricercate dai datori di lavoro a dicembre si sono attestate a 7,335 milioni, superiori ai 7,166 milioni di novembre e ai 6,900 milioni attesi dagli economisti.

In forte rialzo il comparto della componentistica auto, al traino di Michelin, +13% a Parigi, che ieri a mercato chiuso ha comunicato dati di bilancio 2018 migliori delle attese e preannunciato obiettivi incoraggianti per il 2019 nonostante le incertezze dello scenario. Molto bene i diretti concorrenti Pirelli&C +6,12% e Continental +3,7%, ma si muovono al rialzo anche altri produttori di componenti auto come Brembo +3,00%, Sogefi +1,69%, Faurecia +4,8%, Valeo +1,9%.

Acquisti sui titoli esposti al rischio-dazi: sono partiti a Pechino gli incontri preliminari USA-Cina in vista dell'arrivo giovedì 14 e venerdì 15 febbraio del segretario al Tesoro Steven Mnuchin e del rappresentante commerciale Robert Lighthizer. L'eventuale accordo verrebbe poi ratificato in un incontro tra i presidenti Trump e Xi Jinping. In ottima forma STM +5,39%, Ferragamo +3,66%, Moncler +2,48%: i due titoli del lusso hanno approfittato del +3,3% di Kering in scia ai dati 2018.