Piazza Affari in rosso prima della pausa natalizia. Vendite su Atlantia. FTSE MIB -0,44%.

Mercati azionari europei contrastati. Wall Street in ascesa: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,2% (nuovo massimo storico), NASDAQ Composite +0,3% (nuovo massimo storico), Dow Jones Industrial +0,4%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,44%, il FTSE Italia All-Share a -0,38%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,01%, il FTSE Italia STAR a +0,23%.

BTP deboli, sale lo spread. Il rendimento del decennale segna 1,44% (chiusura precedente a 1,42%), lo spread sul Bund segna 168 bp (da 166) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che negli USA a novembre la domanda di beni durevoli è diminuita del 2% su base mensile dal +0,2% precedente, rivisto da +0,5% (consensus +1,5%). Gli ordinativi dei beni durevoli principali sono rimasti invariati su base mensile, dopo l'incremento dello 0,3% a ottobre (consensus +0,1%). Negli States le vendite di nuove abitazioni sono cresciute a novembre dell'1,3% rispetto al mese precedente, attestandosi a 719 mila unita', in crescita rispetto alle 710 mila unità della rilevazione precedente (rivista da 733 mila unità). Le attese erano fissate a 734 mila unità. L'Ufficio Federale di Statistica Destatis ha reso noto che i prezzi alle importazioni in Germania nel mese di novembre sono aumentati dello 0,5% su base mensile dal -0,1% precedente, risultando superiori alle attese fissate su un incremento mensile pari allo 0,4% e sono scesi del 2,1% su base annuale, dal -3,5%, attestandosi sopra la flessione attesa del 2,3% su base annua.

Atlantia -4,85% in forte calo. Secondo indiscrezioni è previsto nel pomeriggio un vertice di governo per sbloccare le disposizioni contenute nel decreto Milleproroghe (approvato sabato con la formula salvo intese) in materia di concessioni autostradali finalizzate, tra l'altro, a renderne più agevoli la revoca, decadenza o risoluzione. Una fonte vicina alla controllata Autostrade ha riferito a Reuters che una revoca delle concessioni senza indennizzo causerebbe il fallimento della società con ripercussioni sulla capogruppo che, a quel punto, difficilmente riuscirebbe a onorare i propri bond.