Piazza Affari positiva. Bancari e TIM in evidenza, spread in calo. FTSE MIB +0,58%.

*Mercati azionari europei poco mossi. Wall Street chiusa per festività (Washington's Birthday). *A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,58%, il FTSE Italia All-Share a +0,53%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,60%, il FTSE Italia STAR a +0,43%.

*BTP in netto rialzo, giù lo spread: *il decennale rende il 2,77% (-8 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 265 bp (-9 bp) (dati MTS).

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, segnaliamo che la Bundesbank (la banca centrale tedesca) nel suo report mensile ammette che il primo trimestre e forse anche il secondo del 2019 potrebbero essere sulla falsariga dell'ultimo del 2018, che ha visto un rallentamento deciso della crescita economica (in particolare per via delle difficolta' del comparto auto), ma un rimbalzo nel secondo semestre resta possibile.

I bancari estendono il rally delle ultime sedute, favoriti dal rimbalzo dei BTP e dalle dichiarazioni di Benoit Coeurè di venerdì: il membro consiglio esecutivo della BCE ha affermato che una delle possibili risposte dell'Eurotower al rallentamento economico dell'eurozona è il lancio di una nuova operazione Tltro. L'indice FTSE Italia Banche segna +1,64% dopo il +4,05% di venerdì. L'EURO STOXX Banks sale dello 0,9%. In evidenza a Milano UniCredit +3,15%, FinecoBank +1,48%, Intesa Sanpaolo +0,88%. Molto bene anche UBI Banca +3,91% nel giorno del collocamento di un covered bond da 500 milioni di euro e scadenza settembre 2025. Secondo quanto riferito da Ifr Refinitiv, a fine mattinata gli ordini avevano superato quota 2,25 miliardi di euro: stante la forte domanda da parte degli investitori la guidance sul rendimento è stata portata a 70 bp oltre il midswap, dagli 80 iniziali. L'obbligazione è garantita da mutui immobiliari, e ha un rating atteso di Aa3 da parte di Moody's e AA0 da parte di Dbrs.