Piazza Affari sulla parità, spread in lieve calo. FTSE MIB -0,0%.

Il FTSE MIB segna -0,0%, il FTSE Italia All-Share +0,1%, il FTSE Italia Mid Cap +0,5%, il FTSE Italia STAR +1,0%.

BTP e spread incerti. Il rendimento del decennale segna 1,96% (chiusura precedente a 1,93%), lo spread sul Bund 247 bp (da 251) (dati MTS).

Mercati azionari europei deboli: Euro Stoxx 50 -0,2%, FTSE 100 +0,8%, DAX -0,1%, CAC 40 -0,2%, IBEX 35 -0,1%.

Circa mezz'ora prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici americani sono positivi: S&P 500 +0,6%, NASDAQ 100 +0,8%, Dow Jones Industrial +0,6%.

Pirelli +5,0% accelera in vista dell'appuntamento con i risultati del primo trimestre 2020: il cda è fissato per il 13 maggio. Alla fine della scorsa settimana il titolo aveva guadagnato terreno in scia ai risultati del primo trimestre di Michelin (+2,0% a Parigi). Il produttore francese ha accusato un calo dei volumi del 10,5%, un dato nettamente meno negativo rispetto alle previsioni di Pirelli (-20% circa).

Amplifon +4,8% prolunga il rally di ieri (+4,59%) e tocca i massimi dal 10 marzo. Equita ha riferito che durante un "virtual roadshow" il management ha comunicato messaggi positivi. La redditività è attesa tornare a livelli pre-crisi, in Cina le vendite sono gà a livello pre-crisi, confermate le sinergie con GAES.

Campari +3,4% tocca i massimi da fine marzo all'indomani della pubblicazione di risultati trimestrali misti. Il primo quarto del 2020 è andato in archivio con ricavi in calo del 2,7% a/a a 360,2 milioni di euro, un dato migliore del consensus Bloomberg pari a 348 milioni. In calo e sotto le attese EBITDA adjusted e EBIT adjusted. Il risultato netto pre tasse si è attestato a 34,7 milioni di euro (-45,7% a/a). Campari ha anche annunciato la firma dell'accordo con SARL FICOMA per l'acquisizione "dell'80%, e nel medio termine la totalità del capitale azionario di SARL Champagne Lallier e delle altre società del gruppo". Il corrispettivo è pari a 21,8 milioni di euro. Il perfezionamento dell'operazione è previsto nel terzo trimestre 2020.

Atlantia -2,8% in ulteriore flessione dopo il -9% abbondante accusato nelle due sedute precedenti. Alla fine della scorsa settimana la controllata Autostrade per l'Italia ha rivelato che il ministero dei Trasporti ha chiesto di incrementare gli impegni economici pari a complessivi 2,9 miliardi di euro offerti dalla società a inizio marzo per chiudere la procedura di contestazione in corso a seguito del crollo del Ponte Morandi il 14 agosto 2018.

I petroliferi ritracciano dopo il balzo di ieri in sintonia con l'andamento del greggio: arretra dai massimi da metà aprile toccati ieri sera. Il future luglio sul Brent segna 30,00 $/barile (da 32 circa), il future giugno sul WTI segna 23,20 $/barile (da 26 circa). Eni -1,0%, Tenaris -1,9%, Saipem -1,3%.

Prysmian -2,4% in fisiologica correzione dopo il +8,36% messo a segno ieri in scia alla notizia dell'aggiudicazione della "commessa per la realizzazione del progetto SuedOstLink in Germania, uno dei collegamenti in cavo interrato HVDC (High Voltage Direct Current) più lunghi al mondo, assegnata da TenneT TSO GmbH, l'operatore di rete tedesco-olandese". Il valore del contratto è di circa 500 milioni di euro. Tra una settimana esatta Prysmian comunicherà i risultati del primo trimestre.

Molto bene Rai Way, +5,9% a 5,03 euro, grazie al report di Banca IMI: confermata la raccomandazione buy sul titolo e incrementato il target da 6,10 a 6,30 euro.

Netto calo per Tinexta, -4,2% a 10,84 euro. Banca Akros ieri ha peggiorato la raccomandazione sul titolo da neutral a sell e ridotto il target da 12,50 a 9,00.

Gli appuntamenti macroeconomici in programma oggi: negli USA alle 16:30 scorte settimanali petrolio (EIA).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)