Visibilia Editore, società quotata su AIM Italia sistema multilaterale di negoziazione organizzato e gestito da Borsa Italiana, comunica di aver ricevuto da parte di Bracknor Investment ("Bracknor") una richiesta di conversione di n. 7 obbligazioni parte della prima tranche - emessa in data 7 novembre 2017 - del prestito obbligazionario convertibile (il "Prestito") di cui al contratto concluso tra Visibilia Editore e Bracknor in data 10 ottobre 2017.

Per quanto riguarda il regolamento del Prestito, si rimanda ai comunicati stampa emessi in data 25 settembre e 10 ottobre 2017 e pubblicati sul sito della Società nella sezione Investor Relations. Successivamente alla conversione, nell'ambito della prima tranche, risultano ancora da convertire n. 8 obbligazioni convertibili. Il numero di azioni oggetto della conversione è stato determinato in conformità al dettato del Contratto sulla base del 95% del minore Daily VWAP (prezzo medio ponderato per i volumi delle transazioni) registrato durante i 12 giorni di borsa aperta antecedenti la data di richiesta della conversione. Il prezzo così determinato è risultato essere pari a Euro 0,12 per azione: pertanto le n. 7 obbligazioni oggetto di conversione danno diritto a sottoscrivere n. 583.333 azioni ordinarie di nuova emissione Visibilia Editore pari allo 1,79% del capitale sociale post aumento. Il valore nominale del capitale sociale si incrementerà di Euro 70.000. Bracknor Capital Ltd è la piattaforma di Gestione degli Investimenti di Bracknor Investment (un veicolo di investimento con sede a Dubai, Emirati Arabi Uniti). Il mandato di Bracknor è investire globalmente nelle PMI che possiedono vantaggi competitivi unici e autentico potenziale, fornendo loro capitale operativo o capitale di crescita necessario a promuovere e innescare la loro espansione. Bracknor, attraverso il suo Presidente, Mr Aboudi Gassam, mira ad attivare sinergie al fine di fornire rilevanti opportunità e sviluppi cooperativi alle società presenti nel portafoglio di Bracknor, in particolare tra gli Stati membri del Consiglio di cooperazione del Golfo Persico (GCC, Gulf Cooperation Council).