La Borsa di New York ha chiuso la seduta in rialzo nel giorno dell'insediamento di Joe Biden alla Casa Bianca. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,83%, l'S&P 500 l'1,39% ed il Nasdaq Composite l'1,97%. I tre indici hanno aggiornato i record storici.
Tra i titoli in evidenza Netflix +16,85%. Il colosso dello streaming ha superato per la prima volta nella sua storia i 200 milioni di utenti. Nel quarto trimestre Netflix ha catturato 8,51 milioni di nuovi utenti nel mondo, in deciso miglioramento rispetto ai 2,20 milioni del precedente periodo, contro i 6,00 milioni della sua stessa guidance e i 6,06 milioni del consensus di Bloomberg. A fine 2020 il conteggio è stato così di 203,7 milioni di utenti. Nei tre mesi allo scorso 31 dicembre i profitti sono saliti da 1,19 a 1,30 dollari per azione. I ricavi sono invece migliorati da 5,47 a 6,64 miliardi di dollari.
Procter & Gamble -1,29%. Il gigante dei beni di consumo ha rivisto al rialzo le stime per l'esercizio fiscale 2021. I ricavi sono attesi ora in crescita tra il 5% ed il 6% contro il +3-4% della precedente guidance. L'utile per azione adjusted è stimato in crescita tra l'8% ed il 10% (da +5-8%). Nel secondo trimestre l'utile per azione adjusted si è attestato a 1,64 dollari su ricavi per 19,75 miliardi. Gli analisti avevano previsto un Eps a 1,51 dollari su ricavi per 19,27 miliardi.
Morgan Stanley -0,21%. La banca d'affari ha chiuso il quarto trimestre con un utile per azione in crescita a 1,81 dollari da 1,30 dollari dello stesso periodo di un anno prima. Gli analisti avevano previsto un Eps a 1,27 dollari.
Sul fronte macroeconomico l'Indice del Mercato Immobiliare NAHB (National Association of Home Builders) si è attestato a 83 punti nel mese di gennaio da 86 punti, risultando inferiore al consensus, fissato a 86 punti.

(RV - www.ftaonline.com)