Ognuno di voi avrà sentito parlare almeno una volta della fatidica Agenzia delle Entrate, l'ente dalle mille funzioni. In particolare però, si occupa di controllare il fisco dei cittadini. Nonostante tutti sappiano che cosa sia in generale, nessuno conosce nel dettaglio il ruolo che ricopre e come e quando è nata.
 
Inoltre, da qualche giorno molti utenti si sono ritrovati una mail apparentemente proveniente dall'ente, ma che in realtà si è rivelata una truffa. Dunque bisogna fare molta attenzione, per questo oggi vogliamo affrontare un tema di notevole importanza.
 
In questo articolo vi spiegheremo che cosa si l'Agenzia delle Entrate, quali sono le sue principali funzioni e caratteristiche e a cosa bisogna stare stare attenti soprattutto in questo ultimo periodo. 

Agenzia delle entrate: la storia

Con il termine Agenzia delle Entrate si definisce un'ente nazionale, precisamente l'agenzia del fisco della Pubblica Amministrazione italiana strettamente legata al Ministero dell'economia e delle finanze.
 
Tutto ebbe inizio nel 1869 quando al suo posto c'erano le intendenze di finanza, una struttura statale collocata in ogni capoluogo di provincia che aveva il compito di riscuotere i tributi e tutte le varie spese legate allo Stato.
 
Solo a partire dal 1999 attraverso la Riforma Bassanini venne istituita la famosa Agenzia delle Entrate da parte del Governo che rientrava nel gruppo dei quattro enti fiscali insieme all'Agenzia delle dogane, l'Agenzia del territorio e l'Agenzia del demanio. 
 
Tutte e quattro avevano un obiettivo: lavorare su tutte quelle attività tecnico- operative prima sotto la supervisione del Ministero dell'Economia e della Finanza. Il gruppo divenne ufficiale e valido solo dal 1 gennaio 2001.
 
Nel corso degli anni è stata messa in atto una trasformazione per quanto riguarda la collocazione degli uffici, precedentemente erano sparpagliati nei vari capoluoghi di provincia, a partire dal 2015 le strutture sono state unite per quasi tutte le province. Fanno eccezione gli studi di Roma, Milano, Torino, Napoli che restano autonomi.

Caratteristiche e funzioni dell'Agenzia delle Entrate

L'Agenzia delle Entrate è dipendente al Ministero dell'economia e delle finanze che ne ha piena vigilanza e controllo. E' attiva dal 1° gennaio 2001, nata dalla riorganizzazione dell'Amministrazione finanziaria dopo il Decreto legislativo n° 300 del 1999.
 
L'Agenzia presenta delle caratteristiche che sono:
  • autonomia organizzativa,
  • autonomia patrimoniale,
  • contabile e di gestione.
Tra il Ministero e l'Agenzia è in atto un accordo regolatore volto gli obiettivi prefissati e le risorse a disposizione.
 
L'ente è costituito da diverse gerarchie che sono:
  • Direttore che attualmente è Ernesto Maria Ruffini;
  • Comitato di gestione: ha il compito di deliberare sullo statuto, su richiesta del Direttore, i regolamenti, gli atti generali che delineano il corretto funzionamento dell'Agenzia, i bilanci preventivi e consuntivi, i vari progetti dell'azienda, le spese maggiori alla soglia di 2.600.000 €, la partecipazione a consorzi e società; inoltre analizza le possibilità più strategiche utili all'azienda e prende decisioni riguardo a casi inerenti alla contabilità e all'amministrazione. Infine, determina tutte le situazioni che il Direttore espone nella quotidianità.
  • Collegio dei revisori dei conti: tiene sotto controllo la raccolta regolare dei libri dei documenti, controlla se le leggi vengono effettivamente rispettate e vigila lo statuto e i regolamenti dell'Agenzia. Organizza la parte economia e quindi analizza il budget e controlla il bilancio,  esamina l'andamento e la gestione da parte dell'ente, facendo attenzione anche alle questioni inerenti al Ministero dell'Economia e delle Finanze, sottolineando in caso irregolarità. Redige tutti gli altri compiti riguardanti la revisione dei conti.
In generale le funzioni principali dell'Agenzia delle Entrate sono
  • controllo sugli inadempimenti, qualora si manifestassero ed eventuali  evasioni fiscali. 
  • attività relative all'amministrazione, all'incasso, ai tributi diretti e all'imposta sul valore aggiunto.
  • informare e tutelare i contribuenti, attraverso servizi telematici affinché sia più semplice e veloce  il rapporto con essi e vengano agevolati le esecuzioni fiscali;
  • effettuare controlli per regolamentari i possibili errori o limitare evasioni fiscali. La Guardia di finanza è strettamente legata all'Agenzia che può richiederne il supporto per ispezioni e analisi più specifici.  
  • Gestire le varie controversie tributarie presentate davanti alle Commissioni tributarie.

Agenzia delle Entrate-Riscossione

Uno strumento che ha il compito di riscossione è l'Agenzia delle Entrate- Riscossione. Anche questo ente è strettamente legato al Ministero dell'Economia e della Finanza e subordinato all'Agenzia delle Entrate di cui abbiamo parlato sopra.
 
E' stata istituita ai sensi dell’articolo 1 del Decreto legge 22 ottobre 2016, n. 193, convertito con modificazioni dalla Legge 1 dicembre 2016 n. 225. 
 
L'Agenzia delle entrate-Riscossione ha un titolo universale, ed è subentrata nei rapporti giuridici attivi e passivi, anche processuali, delle società del Gruppo Equitalia sciolte a decorrere dal 1° luglio 2017 e di Riscossione Sicilia SpA, a decorrere dal 1° ottobre 2021, ai sensi dell’art. 76 del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito con modificazioni dalla L. 23 luglio 2021, n. 106.
 
Il suo scopo è quello di incrementare la riuscita della riscossione a livello nazionale attraverso un metodo che assicuri una gestione conveniente a livello economico, un successo per i contribuenti a cui si offrono dei servizi. Anche per tale ente è necessario garantire azioni di prevenzione e limitazione dell'evasione ed violazione fiscale.
 
Una novità in vigore dal 27 settembre 2021 inerente alla sezione Riscossione è lo sportello online. Si tratta di un servizio volto a dare ai cittadini la possibilità di ottenere assistenza e aiuti e di effettuare attraverso una video-chiamata alcune operazioni direttamente da casa propria. 
 
Secondo quanto riporta il sito www.facile.it
le adesioni almeno in questo primo mese non sono mancate. Già a Roma nella prima settimana sono stati programmati più 500 appuntamenti, l'80% di quelli disponibili. Le persone si sono trovate molto a loro agio, a quanto pare. 
 
Usufruire del servizio è un gioco da ragazzi. Tutti coloro interessati a tale procedimento dovranno avere contatti con uno degli operatori, dopo essersi prenotati sul sito ufficiale www.agenziaentrateriscossione.gov.it., entrando nell'area riservata. 
 
Si tratta di una fase sperimentale che ha l'obiettivo di capire quanto l'utente possa interagire attraverso il mondo digitale in modo semplice, veloce e dinamico. Le prime province che hanno aderito all'iniziativa sono state Roma, Lecce Bari, Brescia. Dall'11 Ottobre anche Milano, Bologna e Mantova sono state inserite  nella lista.

Agenzia delle Entrate: la truffa del mese

Da qualche giorno si aggira intorno all'Agenzia delle Entrate una truffa che potrebbe mettere alla prova i cittadini. I tentativi legati al web sono molti, ma bisogna fare attenzione a non cadere nel tranello.
 
A quanto pare stanno circolando delle false e-mail apparentemente appartenenti all'indirizzo di posta elettronica dell'Agenzia delle Entrate, ma che in realtà non è così. 
 
Nel testo si trova addirittura la firma del direttore che invita i destinatari a recarsi presso l'ufficio più vicino, portando con sé la copia del file allegato al corpo della mail.
 
Nessun messaggio elettronico però è stato inviato dall'ente pubblico, quindi si tratta di una vera e propria truffa da parte degli hacker con l'obiettivo di danneggiare il computer delle vittime e prendere tutti i dati personali.

Agenzia delle Entrate: come difendersi dalla truffa

L'ente pubblico, una volta venuto a conoscenza della situazione, ha immediatamente fatto sapere al pubblico che si distacca completamente da tale questione e che quella che si presenta è una truffa. 
 
Ciò che raccomanda l'Agenzia è di eliminare subito la mail ricevuta senza aprire gli allegati ad essa collegati. Inoltre, consiglia agli utenti di consultare la sezione sul sito ufficiale "Focus sul phishing", dove regolarmente vengono riportate tutte le possibili truffe che si verificano nel corso dell'anno. Infine, bisognerà segnalare e bloccare il mittente così che successivamente finisca nella casella spam.
 
In ogni caso e per qualsiasi dubbio i cittadini non devono esitare a contattare il numero 800.909696 per chiedere ulteriori informazioni al riguardo. 

Inps e Agenzia delle Entrate: l'ultima proposta

Oltre alla questione truffa, in questi giorni si sta affrontando un altro tema importante che mette in risalto il rapporto tra Inps e Agenzia delle Entrate.
 
A parlarne è in particolare il direttore centrale tecnologia, informatica e innovazione dell'Inps Vincenzo Caridi che alla commissione parlamentare di vigilanza sull'Anagrafe tributaria ha proposto di creare una piattaforma di comunicazione in tempo reale  tra Inps e Agenzia delle Entrate con lo scopo di portare avanti un'evoluzione legata all'interazione tra l'Istituto ed erario.
 
L'esperto ha spiegato che
I dati sarebbero attualizzati in tempo reale con la possibilità di ottenere informazioni aggiornate in ogni momento, riducendo significativamente i processi operativi oggi necessari all'esecuzione di un adempimento. I vantaggi complessivi derivati dall'istituzione di un 'cloud fisco' interconnesso tra Inps e Agenzia delle Entrate porterebbe gli innegabili vantaggi sugli adempimenti in generale dei due soggetti coinvolti e sulla loro qualità di immagine pubblica,
Ha poi concluso affermando che tale sistema porterebbe ad una semplificazione operativa necessaria che si collega al piano riguardante la digitalizzazione previsto dal Governo che ha l'obiettivo di metterlo in atto.
 
Inoltre sarebbe utile come mezzo per limitare e contrastare ancora una volta l'evasione fiscale, utilizzando i dati messi a disposizione dalle banche dati unendoli e incrociandoli  con quelli numerosi degli enti attivi. 
 
Ciò porterebbe all'ottimizzazione di processi comunicativi che ancora oggi si manifestano fragili nel panorama attuale italiano.