Il portale ufficiale dell'Agenzia delle Entrate propone agli utenti diversi strumenti e funzioni, utili per svolgere alcune pratiche burocratiche. Il sito web si rivolge sia ai cittadini che alle imprese, ed è possibile consultare le iniziative di agevolazione fiscale, svolgere operazioni per avviare un lavoro autonomo, accedere ad archivi specifici.

L'informatica è molto utile perché velocizza alcune procedure, e nel caso dell'Agenzia delle Entrate è possibile svolgere molte operazioni semplicemente utilizzando un computer. Tuttavia, soprattutto per i meno esperti, l'utilizzo della tecnologia può anche comportare non pochi problemi. Non sempre l'informatica è semplice e immediata.

Se non siete esperti in materia, ma avete la necessità di svolgere qualche operazione sul sito web ufficiale, il primo fattore importante di cui tenere presente è il metodo di accesso. Per accedere al portale è infatti necessario avere una credenziale di accesso digitale, come lo SPID. Come riporta Spid.gov.it, si tratta di una credenziale digitale:

"Un’unica credenziale (username e password) che rappresenta l’identità digitale e personale di ogni cittadino, con cui è riconosciuto dalla Pubblica Amministrazione per utilizzare in maniera personalizzata e sicura i servizi digitali."

Avere una credenziale digitale oggi è importante non solamente per accedere al sito ufficiale dell'Agenzia delle Entrate, ma anche per avere accesso ad altri siti web ufficiali delle istituzioni pubbliche, o di enti importanti come l'INPS.

Per chiedere la credenziale è necessario rivolgersi alle Poste Italiane, o ad altre aziende che propongono le credenziali. Vediamo in questo articolo come ottenere uno SPID e come muoversi all'interno del portale dell'Agenzia delle Entrate.

Cos'è lo SPID e a cosa serve

Lo SPID è una credenziale di accesso digitale utile per poter entrare nella propria area riservata di molti siti web istituzionali. Questa credenziale può essere indispensabile quando si desidera cercare un documento specifico in questi siti web, quando va presentata una richiesta al fisco che riguarda uno sconto, un bonus o una agevolazione.

Ma non solo, perché avere la propria credenziale digitale consente anche di accedere al sito ufficiale dell'INPS, l'ente previdenziale che gestisce le pensioni e molti bonus per le famiglie in Italia. Avere uno SPID è ormai diventato molto comune, per questo motivo se ancora non ne sei in possesso, è consigliato richiederlo il prima possibile.

Questa credenziale di accesso digitale non è l'unica che consente di entrare sui portali online istituzionali, perché ci sono anche la CIE, ovvero la nuova Carta di Identità Elettronica, oppure la CNS, la Carta Nazionale dei Servizi. Vediamo brevemente cosa sono:

  • SPID: credenziale di accesso digitale, che consiste in un nome utente e in una password, per accedere ai servizi istituzionali online. Si può facilmente chiedere anche alle Poste Italiane;

  • CIE: la Carta di Identità Elettronica è la nuova tessera che sostituisce la vecchia carta di identità cartacea.  In questo caso per ricevere la nuova carta è possibile rivolgersi al proprio Comune di residenza;

  • CNS: la Carta Nazionale dei Servizi è una carta che tutti gli italiani possiedono, ovvero la tessera sanitaria che contiene anche il codice fiscale.

In alcuni siti web ufficiali è possibile accedere con qualunque di queste credenziali, mentre in altri casi serve espressamente lo SPID. Ottenere queste carte è piuttosto semplice, anche se può richiedere del tempo, soprattutto per l'attesa dell'erogazione. 

Dove richiedere lo SPID per l'Agenzia delle Entrate

Per poter accedere al sito ufficiale dell'Agenzia delle Entrate, è necessario avere con sé il proprio SPID o un'altra delle carte viste sopra. Va ricordato comunque che è ancora possibile accedere con le credenziali Fisconline e Entratel.

Per richiedere questa credenziale ci si può rivolgere a diverse aziende, o enti, presentando una richiesta specifica. Per la richiesta puoi infatti scegliere se rivolgerti a: Aruba, Infocert, Intesa, Namirial, Poste Italiane, Register, Tim, Sielte o Lepida. Questi sono definiti come Provider, che provvedono a fornire dello SPID tutti i cittadini che lo richiedono. In alcuni casi il servizio è gratuito, mentre in altri casi può essere a pagamento.

Per procedere con la richiesta devi seguire alcuni passaggi, avere a disposizione alcuni documenti di identità personali, scegliere un Provider e procedere con il riconoscimento e l'attivazione. Ogni Provider infatti effettua un riconoscimento, che può avvenire anche online tramite webcam, per darti le credenziali di accesso digitale che ti serviranno in diverse occasioni.

Chiedere lo SPID è possibile in modo piuttosto semplice anche presso le Poste Italiane, presentando i propri documenti di identità personali. La procedura in questo caso prevede la registrazione in questo sito: Posteid.poste.it in cui creare la propria identità digitale.

A questo punto i passaggi sono guidati, e potrai richiedere facilmente lo SPID presentandoti di persona in un ufficio postale, oppure richiedendo di avviare una conferenza online tramite webcam.

Solitamente il servizio è gratuito, tuttavia se decidi di effettuare il riconoscimento di persona, ovvero alle Poste Italiane in un ufficio, dovrai pagare una piccola cifra di 12 euro. Potrai anche decidere di identificarti tramite bonifico bancario, con il costo di 10 euro, oppure di procedere in modo gratuito da casa con la CNS oppure la CIE.

Agenzia delle Entrate: come accedere al portale con lo SPID

Una volta ottenuta la propria credenziale per il web, tramite Poste Italiane o un altro provider, è possibile accedere da casa, tramite un computer, al portale dell'Agenzia delle Entrate. Per procedere, puoi cliccare su "Area riservata", presente sulla banda blu informativa sul sito ufficiale Agenziaentrate.gov.it. A questo punto ti mancano pochi passaggi, perché potrai cliccare su "Accedi alla nuova area riservata" e dopo "Entra con SPID".

A questo punto ti verrà richiesto di inserire il nome dell'utente e la password scelta, in riferimento alle tue credenziali digitali. Una volta effettuati i diversi passaggi di controllo, avrai accesso alla tua area personale sul sito ufficiale dell'Agenzia, in cui potrai svolgere diverse azioni.

Se non sei ancora in possesso di una password, ma hai una tessera sanitaria o una carta di identità elettronica, puoi allo stesso modo avere accesso alla tua area sul web inserendo i dati richiesti di queste tessere. Il cassetto fiscale è la parte che più interessa i cittadini all'interno del sito web.

Dal cassetto fiscale è possibile infatti compiere diverse operazioni, tra cui leggere le proprie informazioni anagrafiche e fiscali, vedere quali versamenti hai già effettuato tramite F24, eventuale iscrizione al Vies, e altre informazioni utili per chi lavora con una Partita IVA.

Chiunque, purché cittadino residente in Italia, o iscritto all'AIRE (l'anagrafe dedicata ai cittadini italiani all'estero) può accedere al proprio cassetto fiscale per monitorare il versamento corretto delle tasse e compiere alcune operazioni burocratiche.

Il cassetto fiscale è un servizio gratuito dell'Agenzia delle Entrate, e può essere molto utile per monitorare anche la fatturazione elettronica, per tutti i lavoratori autonomi che hanno una Partita IVA e che sono obbligati a emettere le fatture in formato digitale.

Portale Agenzia delle Entrate: cosa puoi fare

Il portale ufficiale ti può essere molto utile per vedere, direttamente online da casa, quali tasse hai già pagato, quali devi ancora versare, quali fatture hai inviato o ricevuto, quali agevolazioni fiscali hai richiesto e stanno per essere erogate, ma non solo.

Tramite il sito web puoi anche dichiarare i tuoi redditi, poiché si tratta di un obbligo di legge per tutti i cittadini italiani che lavorano e che quindi ricevono una paga o uno stipendio. Una novità recente è quella che riguarda la dichiarazione dei redditi precompilata.

Se ancora non la conosci, ti potrebbe essere molto utile sapere che puoi effettuare la dichiarazione dei redditi interamente online, accedendo al portale dell'Agenzia delle Entrate. Il sito infatti di presenterà un documento già compilato, dove sono scritte tutte le informazioni che riguardano il tuo lavoro, lo stipendio che hai ricevuto, le tasse che il tuo datore di lavoro ha pagato allo stato per te.

Una volta che avrai a disposizione questo documento, che sarà reso disponibile intorno alla fine di maggio 2022, potrai leggerlo, correggerlo o modificarlo nel caso mancasse qualche informazione. In questo modo sarà molto più semplice e veloce presentare la dichiarazione dei redditi.

Sul sito web puoi anche accedere ad una serie di servizi dedicati al catasto, ovvero che riguardano gli immobili, nel caso in cui ne hai uno o più, intestati a tuo nome. In questo modo puoi controllare tutte le agevolazioni, oppure le tasse da pagare per l'anno in corso.

Chiedere assistenza all'Agenzia delle Entrate

Anche se puoi, con uno SPID, facilmente compiere diverse azioni e operazioni sul sito ufficiale, online sono messi comunque a disposizione alcuni servizi di assistenza, che ti possono essere utili se hai la necessità di chiedere informazioni direttamente ad un operatore, se hai dubbi o vuoi verificare qualcosa di specifico.

Sempre accedendo all'area riservata, con questo link, puoi presentare una nuova prenotazione per un appuntamento in ufficio, o telefonico, oppure dare disdetta ad uno già prenotato. Lo strumento di prenotazione è piuttosto semplice, perché puoi scegliere l'ufficio in cui recarti, ovvero selezionare qual è l'ufficio dell'Agenzia delle Entrate più vicino a casa tua.

Inoltre potrai anche selezionare la data e l'orario in cui sei maggiormente disponibile al contatto telefonico oppure a recarti presso l'ufficio, tra le date proposte. Questa prenotazione si può effettuare tramite computer, ma anche con uno smartphone, perché è possibile utilizzare anche l'applicazione ufficiale dell'Agenzia.

Durante la prenotazione ti verranno chiesti alcuni dati personali, come il codice fiscale tuo o di chi stai accompagnando, in caso di minori o anziani, oppure dovrai presentare una delega nel caso in cui stai prenotando per conto di un'altra persona.