Si susseguono ormai da settimane le proposte e le notizie riguardo l’ipotetica sospensione o la cancellazione del bollo auto 2021. In realtà su questo aspetto le regioni saranno facendo un velato dietro front e la dura realtà è che il bollo auto 2021 si paga e come!

Se guardiamo all’intero panorama della nostra nazione, che è composta di ben venti Regioni, al momento un rinvio, per altro in scadenza tra pochissimo, per il pagamento del bollo auto è stato attuato solo in quattro regioni: Veneto, Emilia-Romagna, Campania e Piemonte.

Le altre Regioni non sembrano intenzionate ad emanare o estendere provvedimenti simili e del resto la crisi economica inizia a gravare anche sulle sulle casse delle autorità locali e non solo su quelle dei contribuenti.

Siamo in una situazione molto diversa dal 2020 dove in modo quasi uniforme tutte le autorità regionali avevano deciso di sospendere la tassa sui veicoli.

Il bollo auto 2021 non è mai stato cancellato

La tanto conclamata sospensione del bollo auto 2021 è in realtà un bluff. Prima di tutto diciamo che sospensione e cancellazione del bollo auto sono due cose molto, ma veramente molto, diverse tra loro.

Una cancellazione dell bollo auto non c’è mai stata, prima di tutto perché anche se chiesto a gran voce un provvedimento centrale non è mai arrivato in tutta la pandemia. E le Regioni che sul bollo hanno facoltà autonoma di gestione e organizzazione non hanno mai pensato di cancellarlo, neanche per un momento, ma lo hanno solo sospeso, cioè prorogato. 

Questo vuol dire che terminata la proroga, il bollo auto 2021 dovrà essere pagato in ogni caso.

Quindi, facendo il punto, su 20 regioni d’Italia, i residenti in ben 16 di queste dovranno pagare regolarmente il bollo auto 2021. I residenti in Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna e Campania possono sfruttare una mini-proroga, se hanno il bollo in scadenza in questi mesi, ed effettuare il pagamento quest'estate.

Nei fatti, la percentuale di cittadini Italiani che godrà di qualche tipo di agevolazione sul pagamento della tassa automobilistica è davvero minima.

In secondo luogo, bisogna tenere presente che agevolare il bollo auto nel 2021 vuol dire agevolare non solo gli automobilisti, ma anche i veicoli inquinanti e il governo, che ha fondato il Ministero per la Transizione Ecologica, si muove in tutt’altro senso.

Piuttosto, dovremmo aspettarci una crescita degli incentivi a favore dei mezzi di mobilità sostenibile (come bonus mobilità etc.), comprese agevolazioni sul bollo auto, ma solo per le auto elettriche ed ibride.

In quali Regioni è sospeso il bollo auto 2021?

Riassumendo al momento tra i fortunati che godranno di una sospensione sono i cittadini piemontesi con il bollo auto 2021 in scadenza entro il 30 giugno, che potranno mettersi in regola entro il 2 agosto 2021 senza pagare sanzioni o more.

Stessa situazione in Campania, dove quanti hanno il bollo auto scaduto ad aprile avranno tempo entro al fine di maggio 2021 per effettuare i pagamenti in regola.

In Veneto ed Emilia-Romagna sono coinvolti nella sospensione i bolli auto in scadenza tra gennaio e maggio di quest’anno, che dovranno essere pagati rispettivamente entro il 30 giugno ed entro il 2 agosto.

Infine in Lombardia esiste un provvedimento di tipo diverso, che rende esenti i veicoli adibiti al trasporto persone dal bollo auto 2021 (taxi, pullman, macchine a noleggio con conducente, etc.) ed è di fatto l’unico vero provvedimento di cancellazione del bollo auto attivo.

Come si può risparmiare sul pagamento del bollo auto 2021?

Dunque, assodato che il bollo auto 2021 si paga e non è mai stato cancellato, poiché se anche siete tra i fortunati residenti nelle quattro regioni dove vige la sospensione prima o poi dovrete pagarlo comunque, vediamo come si può fare a risparmiare qualcosa sull'importo.

A questo scopo ci vengono in aiuto i vari programmi nazionali e regionali cashless, cioè tutte le misure che offrono sconti e rimborsi se si paga il bollo auto con un sistema tracciabile di pagamento.

Per quanto riguarda le autorità locali, in alcune regioni come Campania e Lombardia si può avere una percentuale di sconto sull’importo del bollo auto se si paga tramite domiciliazione bancaria, cioè IBAN. Nello specifico al momento la Campania offre ai propri residenti uno sconto del 10% e la Lombardia del 15%.

Inoltre, il pagamento del bollo auto 2021 rientra nelle spese ammesse dal programma Cashback di Stato. L’iniziativa permette di avere un rimborso del 10% se si paga il bollo con uno dei sistemi elettronici di pagamento registrati per il programma.

A questo punto dobbiamo precisare che la registrazione al Cashback di Stato va fatta con la App IO, dove si può anche pagare il bollo auto.

Ironia della sorte però, se pagate il bollo con la App IO non otterrete il 10% di rimborso, perché per il Cashback di Stato non è ammesso nessun tipo di pagamento o acquisto online. L’unico modo di ottenere il 10% di sconto è pagare fisicamente il bollo con la carta associata all'iniziativa.

Come verificare la scadenza del bollo auto 2021?

Per sapere se avete il bollo auto 2021 in scadenza oppure se avete vecchie pendenze di tasse non pagate, potete verificare tutto lo storico dei pagamenti tramite il portale ACI dedicato proprio alla tassa.

In alternativa, se non siete pratici di procedure online potete recarvi in una delle sedi fisiche dell’ACI e verificare tutto di persona.

Anche il pagamento del bollo auto potrà essere fatto online, con la App IO o fisicamente con carta o contanti, anche presso le ricevitorie SISAL.

Tutte le informazioni su bollo auto e superbollo nel video YouTube di We Drive:

Quali sono gli automobilisti esenti dal pagamento del bollo auto?

Chiudiamo questa rassegna informativa sul bollo auto con i pochi fortunati che sono davvero esenti dal pagamento di questa tassa sul tutto il territorio nazionale.

Parliamo di alcune categorie che godono dell’esenzione permanente, cioè i titolari di Legge 104 e i veicoli più vecchi di 30 anni.

Un’agevolazione, con uno sconto del 50% sull’importo del bollo, è prevista anche per le auto con più di 20 anni, se però hanno un certificato di rilevanza storica o collezionistica.

Infine si è già accennato al trattamento di favore che godono in materia di bollo auto le auto ibride o elettriche. Se per le auto ibride l’agevolazione è parziale e varia molto da regione a regione, le auto elettriche ho sono invece di un trattamento più uniforme, con un esenzione di 5 anni dalla data di immatricolazione praticamente in tutta la penisola.