La dichiarazione dei redditi 2021 precompilata sarà disponibile a partire dal 10 maggio, così come previsto dal decreto Sostegni. I modelli dovranno essere presentati entro il 30 settembre. Conosciamo dunque le novità di quest'anno dato che i modelli dell'Agenzia delle Entrate comprenderanno le detrazioni casa entrate in vigore nel 2020 (superbonus 110% e bonus facciate), il credito di imposta per monopattini elettrici, il credito d'imposta bonus vacanze e le detrazioni per investimenti in start up.

Da quando è disponibile la dichiarazione dei redditi precompilata

Il modello 730 per la dichiarazione dei redditi è dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati. A partire dal 10 maggio il modello precompilato sarà disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate, accedendo con le credenziali di Fisconline o con Spid (Sistema Pubblico dell'Identità Digitale) o Cie (carta di identità elettronica) o ancora utilizzando le credenziali dispositive rilasciate dall'Inps o una Carta nazionale dei servizi.

Bonus e superbonus in dichiarazione: tutte le novità

Tra le novità del modello 730/2021 ci sono la detrazione per le spese di ristrutturazione relative a superbonus e la detrazione per il bonus facciate. Nel primo caso, per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022 spetta una detrazione nella misura del 110% relativa a interventi finalizzati all'efficienza energetica, al consolidamento statico o alla riduzione del rischio sismico degli edifici, realizzati su unità immobiliari residenziali. Nel secondo caso, dal 1° gennaio 2020 è prevista una detrazione del 90% per le spese relative a interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti. 

Bonus vacanze: cosa fare per non perdere la detrazione

Rientrano nella compilazione del modello anche il Credito d’imposta “Bonus vacanze”: se il credito d’imposta Vacanze è stato fruito entro il 31 dicembre 2020, è possibile fruire del relativo importo della detrazione pari al 20 % dell’importo sostenuto. La cifra da indicare non dovrà superare i 100 euro e dovrà essere riportata nel Quadro E, rigo E83 (codice 3) del modello 730/2021. La detrazione non utilizzata non potrà più essere riportata negli anni successivi.

Verifiche preliminari e documenti da conservare

In attesa della dichiarazione dei redditi 2021 precompilata, disponibile dal 10 maggio, l'Agenzia delle Entrate offre ai contribuenti la possibilità di verificare i dati dei propri fabbricati e terreni. Il consiglio è comunque di raccogliere e verificare tutti i documenti relativi a detrazioni edilizie, relativi al mutuo casa, i documenti relativi alle spese di istruzione e quelli delle spese mediche e sanitarie.

(Claudia Cervi)