Previsto all’interno della Legge di Bilancio 2021 ma a lungo atteso, da luglio il Bonus TV è finalmente diventato operativo e fruibile da tutti i cittadini.

Un nuovo incentivo ideato dal Governo Draghi per supportare i cittadini nell’acquisto di un televisore di ultima generazione contestualmente alla rottamazione dei vecchi apparecchi TV.

Era infatti già dall’inizio dell’anno che continuavano a correre voci sulla sua effettiva operatività, sui requisiti per poterlo ottenere e sul valore complessivo del Bonus TV. Ma solo da un mese a questa parte i negozi e i rivenditori di TV hanno potuto iniziare la vendita dei nuovi apparecchi televisivi con lo sconto statale previsto.

Un turnover delle vecchie televisioni, che ancora abitano le case di molti italiani, che è stato reso necessario e impellente dall’arrivo di una nuova tecnologia per la trasmissione dei programmi televisivi e che diventerà effettiva e assoluta a partire da giugno 2022.

Proprio perché si tratta di un cambiamento a cui tutti saranno obbligati a rispondere, lo Stato ha deciso di supportare i nuovi acquisti, favorendo al contempo la rottamazione sicura dei vecchi TV con un Bonus.

Un ulteriore importante incentivo statale quindi per supportare la ripresa economica italiana.

In questo video di Manuel Agostini scopriamo meglio come funziona il nuovo Bonus statale: NUOVO Bonus Tv 2021 da 100€ senza ISEE - Come funziona?

 

Un importante sconto per l’acquisto di TV di ultima generazione

Il Governo Conte, prima, e il Governo Draghi, ora, sono stati chiamati infatti a formulare una serie di manovre, al di là del Bonus TV 2021, per supportare i cittadini nell’ammodernamento tecnologico a cui tutte le famiglie saranno chiamate entro poco tempo.

Entro la fine del prossimo anno, infatti, in tutto il panorama europeo verrà effettuato il passaggio per tutti i televisori all’uso di una nuova tecnologia di emissione delle trasmissioni televisive, più innovativa e performante.

Proprio per questo motivo il nostro Paese, il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) e il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) hanno messo in campo un nuovo disegno di impianto digitale a partire da febbraio 2021.

Alla base di questo piano vi è stata da subito la messa in campo di un importante supporto economico, che ha preso appunto la forma del bonus tv, in grado di supportare i cittadini nell’acquisto di dispositivi TV di ultima generazione o, in alternativa, di decoder in grado di trasmettere i programmi televisivi che impiegheranno le nuove tecnologie.

Ecco quindi che MISE e MEF sono stati chiamati per supportare la transizione italiana verso l’impiego delle nuove tecnologie televisive.

Una transizione che comporterà entro il 2022 una vera e propria rivoluzione digitale: i nostri vecchi televisori e decoder, infatti, non potranno più essere in alcun modo utilizzati, cessando di trasmettere i tradizionali programmi televisivi, che saranno visibili sono in HD.

Proprio per questo motivo la rottamazione dei vecchi televisori è una vera e propria necessità alla quale, stando ai dati publicati dal MISE, hanno già risposto 5.651 nuclei familiari con la richiesta di altrettanti bonus tv e che sono stati riconosciuti dagli esercenti sulla piattaforma predisposta dall’Agenzia delle Entrate.

Sempre il Ministero dello sviluppo economico fa sapere che invece le richieste ricevute sulla medesima piattaforma per l’acquisto di un decoder sono invece 800.

Cos’è il bonus TV per la rottamazione dei vecchi televisori?

Dopo le voci che si sono rincorse per mesi dall’inizio del 2021, già a partire dalle prime dichiarazioni del Ministero dell’economia e delle finanze e il Ministero dello sviluppo economico a partire da febbraio, il Bonus Televisione è finalmente una realtà tangibile per tutti gli italiani.

Il bonus TV rappresenta un ulteriore incentivo messo in campo dal Governo Draghi per supportare l’economia delle famiglie italiane, dopo il duro contraccolpo subito con la crisi pandemica, e che va a sommarsi con tutti gli altri bonus previsti dalla Legge di Bilancio 2021, quali l’Ecobonus, il Bonus Elettrodomestici e il Bonus Ristrutturazione 2021.

In questo caso, i fondi che sono stati messi in campo per incentivare l’acquisto di televisioni di ultima generazione sono 250 milioni.

Un budget consistente ma che potrebbe terminare anche in pochissimo tempo, dal momento che non sono presenti particolari requisiti per i nuclei familiari che intendano richiedere il Bonus TV.

In ogni caso si tratta di un importante supporto statale rivolto in modo indistinto a tutti i cittadini che abbiano ancora in casa un vecchio dispositivo TV che dal prossimo anno non potrà più essere utilizzato.

E’ bene sempre ricordare infatti che per poter ottenere il bonus TV è necessario rottamare contestualmente una televisione di vecchia generazione.

 

Chi può richiedere il Bonus per la rottamazione del televisore?

Per poter beneficiare dell’incentivo per l’acquisto di una televisione di ultima generazione, infatti, non sono previsti particolari requisiti.

A differenza di quanto scaduto per il precedente Bonus TV, infatti, per il quale era necessario rispettare determinate caratteristiche fiscali e afferenti alla dichiarazione ISEE del nucleo familiare, in questo caso non vi è alcuno sbarramento di tipo fiscale.

Possono accedere al bonus tutti i cittadini italiani, purché risultino essere titolari di un contratto elettrico sul quale è addebitato il canone tv; in alternativa coloro che paghino la tassa del canone tv tramite modello F24; o ancora coloro che siano esentati dal pagamento per reddito e di età pari o superiore ai settantacinque anni.

Altro requisito che deve essere rispettato è che la televisione che viene rottamata sia stata acquistata prima del 22 dicembre 2018: prima di questa data infatti i dispositivi prodotti e venduti in Italia non utilizzavano le tecnologie adatte a trasmettere i programmi trasmessi con le nuove tecnologie.

Qual è il valore del bonus TV?

A partire dal 23 agosto quindi il Bonus TV è entrato nella sua fase operativa.

A partire da questa data infatti i rivenditori di televisioni hanno la possibilità di accedere alla piattaforma realizzata all’interno del sito dell’Agenzia delle Entrate per il passaggio obbligatorio di autorizzazione statale per il rilascio del bonus rottamazione Tv. 

Per molto tempo, prima dell’emanazione del decreto attuativo del Governo, si era in dubbio su quale fosse l’importo complessivo del Bonus TV, che è poi stato indicato come uno sconto del 20% sul prezzo complessivo del nuovo televisore, per un importo massimo di 100 euro.

L’agevolazione inoltre può essere sommata al bonus Tv-decoder promosso nel 2020, anche se numerose sono le differenze tra i due incentivi.

Nel 2020 infatti ad incidere sulla possibilità di richiedere il bonus, il cui valore complessivo era di 50 euro, vi era l’ISEE del nucleo familiare richiedente, che non doveva essere superiore a 20.000 euro. 

Al contrario, con il bonus TV 2021 l’unico requisito da rispettare è che l’acquisto di un nuovo dispositivo deve essere contestuale alla rottamazione ti una televisione di vecchia generazione.

Come può essere il Bonus TV

Il limite ultimo per poter sfruttare l’incentivo per la rottamazione di un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018 contestualmente all’acquisto di un nuovo dispositivo è il 31 dicembre 2022.

Non è necessario effettuare alcuna richiesta preventiva o compilare moduli prima del momento dell’acquisto del nuovo televisore, dal momento che lo sconto del 20% sull’importo complessivo viene applicato al momento dell’acquisto dallo stesso rivenditore.

Come esplicitato nella nota emanata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze il 7 luglio scorso, il Bonus TV può essere ricevuto in due modi:

  • Portando la TV da rottamare presso un’isola ecologica autorizzata; sarà compito del cittadino lasciarsi rilasciare la certificazione attestante la rottamazione, da consegnare poi in negozio per poter ricevere lo sconto del 20% per l’acquisto di una televisione di ultima generazione;
  • Con la consegna in negozio del dispositivo da rottamare al momento dell’acquisitivo del nuovo televisore; sarà quindi compito del rivenditore applicare lo sconto sul prezzo del TV acquistato e smaltire il vecchio TV rottamato. In questo caso il rivenditore riceverà dallo stato credito fiscale di importo uguale allo sconto applicato all’acquirente.

In quest’ultimo caso, infatti, il sistema provvederà alla verifica immediata della disponibilità di risorse economiche e rilascerà al rivenditore un attestato che conferma la possibilità  di effettuare lo sconto.

Come indicato, il rivenditore dovrà poi utilizzare in compensazione l’importo dello sconto, portandolo sotto forma di credito di imposta, già due giorni dopo la ricezione della certificazione da parte del sistema.

Una nota tecnica: il codice tributo da usare è “6927”, che riporta il nome di “BONUS TV ROTTAMAZIONE”, da inserire sul modello F24 telematico preposto dall’Agenzia delle Entrate.

I cittadini non dovranno quindi effettuare alcuna domanda telematica preventiva o prenotare il Bonus TV online: sarà sufficiente presentare, al momento dell’acquisto del nuovo televisore, di un’autocertificazione del possesso dei requisiti (ovvero la cittadinanza italiana) e la copia di un documento di identità in corso di validità e il codice fiscale.

Quali dispositivi si possono acquistare con il Bonus TV?

Bisogna però fare attenzione: il MISE ha riportato la lista dettagliata contenete i dispositivi che possono essere acquistati per ottenere lo sconto previsto dal Bonus Rottamazione TV.

In particolare infatti possono essere acquistati dispositivi, televisioni o decoder, che siano compatibili con lo standard di trasmissione DVB-T2i.

Solo le televisioni con digitale terrestre di ultima generazione, tecnicamente le Dvb-T 2 con codifica Hevc main 10, saranno in grado di trasmettere i programmi TV dopo il passaggio che sarà effettivo da giugno 2022.

Il Ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato una lista dettagliata e in costante aggiornamento contenete i modelli di televisori e di decoder per i quali è prevista la possibilità di sconto con il Bonus TV 2021.