Il Caf è sempre gratis? E quali sono le pratiche a pagamento? Qui elenco ed esempi

L'assistenza fiscale svolta dal Caf è molto vasta. Ma non sai quali pratiche e servizi sono gratis e quali, invece, si pagano. Li abbiamo elencati per te.

Leggi il testo per schiarirti le idee.

Image

Negli ultimi anni, i CAF si sono notevolmente diffusi. Si tratta di enti che prestano assistenza fiscale ai cittadini, sia gratuita che a pagamento

Di cosa si occupano? Tra le attività svolte dai Centri di Assistenza Fiscale vi è, per esempio, la trasmissione dei modelli dichiarativi, la registrazione dei contratti di locazione, elaborazione di pratiche di successione o visure catastali. Insomma, i servizi offerti di tutela fiscale sono molti.

Ma una delle domande più gettonate sui Centri di Assistenza Fiscale riguarda, appunto, gli eventuali costi dei servizi offerti. Quali sono gli adempimenti fiscali gratis e quali, invece, sono a pagamento?

Come abbiamo detto, l’assistenza offerta riguarda una vasta gamma di servizi, ma quel che bisogna capire è quali di essi sono gratuiti e quali, invece, a pagamento. Di questo aspetto ci occuperemo nel testo, spiegando inizialmente, in linea generale, quali sono i servizi offerti.

Come funziona il Caf e quali sono i servizi offerti

Il Centro di Assistenza Fiscale (Caf) è un ente che si occupa di elaborare alcune pratiche fiscali per conto dei contribuenti (lavoratori, pensionati, disoccupati, studenti), istituito dalla Legge n. 413/1991.

Come funziona? È presente un ente centrale che può contare su diversi centri di raccolta territoriali che si occupano e gestiscono pratiche e servizi per conto dei cittadini.

Gli operatori, naturalmente, sono persone qualificate e competenti che offrono ai cittadini (lavoratori, disoccupati e pensionati), un’assistenza fiscale a 360 gradi, per la gestione di alcune delle principali pratiche e documenti che, per i contribuenti, sono all’ordine del giorno.

I compiti svolti dai Caf sono molteplici e vanno dall’elaborazione e invio di pratiche fiscali, del Modello 730 e dei Modelli di pagamento F24 per il versamento dell’Imu (Imposta municipale unica), fino alla documentazione Isee (Indicazione della Situazione Economica Equivalente). Successivamente, spiegheremo quali di questi e altri servizi sono gratuiti e quali, invece, sono a pagamento.

Da chi sono costituiti i Centri di Assistenza Fiscale? Possono operarvi avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro o ragionieri, iscritti, ovviamente, ai propri Albi professionali.

Leggi anche: CAF e Patronato: differenze e come possono aiutarti

Ma quali sono i servizi a pagamento e quali, invece, vengono forniti gratuitamente? Vediamo, qui di seguito, quali pratiche si devono pagare.

Quali pratiche si pagano al Caf

Non tutti i servizi e le pratiche effettuate dai Centri di Assistenza Fiscali sono gratuiti; anzi molti di essi sono a pagamento, anche se a prezzi bassi.

In realtà, una buona parte di pratiche e servizi richiesti maggiormente dai cittadini sono a pagamento. Tra questi, come vedremo meglio in seguito, vi rientra anche la presentazione del Modello 730.

Ma andiamo a vedere di quali si tratta:

  • La dichiarazione dei redditi;
  • La dichiarazione Imu;
  • La registrazione di un contratto di locazione;
  • Le pratiche di successione;
  • Le visure catastali;
  • Il calcolo del Modello di pagamento F24 per il versamento dell’Imu.

Alcune di queste pratiche, comunque, presentano costi differenti, non solo a seconda del Centro di Assistenza Fiscale, ma anche in base ad altri parametri come, per esempio, l'iscrizione a sindacati.

Quali sono i servizi gratis offerti dal Caf

Nel contempo, dobbiamo anche fare una panoramica sui servizi di assistenza che sono offerti gratuitamente

Si tratta, infatti, di una delle domande più diffuse: quali sono i servizi gratuiti? In realtà, sono molti, a cominciare dalla trasmissione dei modelli precompilati

Si tratta di servizi per i quali i Centri di Assistenza Fiscale ricevono già un compenso dall'Erario e, quindi, non possono richiedere un pagamento ai cittadini. Per esempio, la presentazione dell'Indicatore Isee è un servizio gratuito. Quello dell’Isee è una delle pratiche più diffuse, soprattutto tra gli studenti e per tutti coloro che intendono fruire di bonus e agevolazioni fiscali.

Leggi anche: SPID identità digitale: cos'è, cosa significa e a cosa serve

Ma anche, per esempio e qualora siano previste apposite convenzioni, sono gratuiti anche i servizi di presentazione delle domande di maternità oppure degli assegni familiari pagati dal Comune.

Ma perché alcune pratiche sono gratuite, mentre altre sono a pagamento? Le pratiche gratuite vengono rimborsate dallo Stato e, perciò, non è richiesto un pagamento ai cittadini per i servizi resi.

Quanto si paga nei Caf per il modello 730

Abbiamo detto poc’anzi che uno dei servizi più richiesti è la presentazione dell’Indicatore Isee. Ma ce n’è un altro altrettanto diffuso, ovvero il Modello 730.

Si tratta di uno dei servizi che rientrano nella famiglia di quelli a pagamento. Ma dobbiamo capire quanto costa e se ci sono differenze tra un Centro di Assistenza Fiscale e un altro.

I costi della dichiarazione 730, in generale, sono molto bassi e si aggirano intorno ai 50-60 euro. Ma ci possono essere anche alcune differenze, per esempio, per gli iscritti ai sindacati oppure se sono presenti apposite convenzioni. In questo secondo caso, il costo più aggirarsi anche intorno ai 20-30 euro, se non meno.