Scatta il conto alla rovescia per la cancellazione del canone Rai. Entro il 30 aprile sarà possibile chiedere l'esonero dal pagamento della tassa. Ricordiamo, infatti, che gli anziani che abbiano un reddito basso hanno la possibilità di richiedere l'esenzione dal pagamento del canone Rai, senza vedersi addebitare particolari sanzioni.

La domanda potrà essere presentata dalle persone che hanno compiuto 75 anni e che abbiano un reddito inferiore a 8.000 euro. Questa particolare domanda deve essere presentata ogni anno direttamente all'Agenzia delle Entrate ed è valida unicamente per l'anno in corso. Dovrà, quindi, essere rinnovata ogni anno per vedersi riconoscere la cancellazione del canone Rai.

Chi può richiedere l'esenzione dal canone Rai!

Non tutti i contribuenti possono richiedere l'esonero dal pagamento del canone Rai. Stiamo parlando di un obolo del valore di 90 euro ogni anno, che viene addebitato direttamente sulla bolletta elettrica. Potranno chiedere di non pagarlo quelle persone, che pur avendo una televisione in casa, siano:

  • anziani con più di 75 anni ed abbiano un reddito inferiore a 8.000 euro;
  • siano degli invelidi civili e siano degenti in una casa di riposo;
  • militari delle Forze Armate;
  • militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato;
  • agenti diplomatici e consolari: solo per quei Paesi per cui è previsto lo stesso trattamento per i diplomatici italiani.

Tutti i contribuenti che rientrino in queste particolari categorie possono richiedere l'esonero del pagamento del canone Rai. Per poter ottenere l'esonero è necessario presentare la richiesta, che dovrà essere rinnovata ogni anno. Tutta la documentazione dovrà essere inoltrata tramite posta raccomandata, telematicamente o rivolgendosi ad un Caf.

Canone Rai over 75: come funziona l'esonero!

Ricordiamo che possono accedere all'esonero del pagamento del canone Rai gli anziani che abbiano compiuto 75 anni entro i 31 gennaio. Nel caso in cui il compleanno dovesse esserci tra il 1° febbraio e la fine di luglio, l'esenzione spetta solo per la metà dell'importo e solo per il secondo semestre. E' quindi necessario ricordare che per inoltrare la domanda di esonero la scadenza è doppia:

  • 30 aprile 2021, per le persone che hanno compiuto 75 anni entro il 31 gennaio. In questo caso potranno beneficiare dell'esonero totale del pagamento del canone Rai;
  • 31 luglio 2021 per quanti compiranno i 75 anni entro questa data, che potranno godere dell'esenzione solo per il secondo semestre dell'anno.

L'esenzione potrà essere richiesta:

  • utilizzando il sito internet dell'Agenzia delle Entrate: dopo essersi registrati ed essere stati abilitati ai servizi telematici, è possibile presentare la domanda telematicamente ed inviare tutta la documentazione necessaria;
  • utilizzando un intermediario abilitato: i Caf od i commercialisti;
  • inviando una raccomandata al seguente indirizzo: Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino. Sarà necessario allegare anche un documento di riconoscimento in corso di validità;
  • tramite Pec, all'indirizzo: cp22.canonetv@postacertificata.rai.it. in questo caso è necessario possedere la firma digitale.

Ottenere il rimborso!

Nel caso in cui i contribuenti stessero versando il canone Rai attraverso le bollette dell'elettricità, ma soprattutto considerando i tempi tecnici che sono necessari all'Agenzia delle Entrate per acquisire le richieste, per quanto arriva entro il 15 del mese dell'addebito, lo stesso sarà interrotto già a partire dalal rata relativa al mese successivo a quello di invio della richiesta.

Ricordiamo che è sempre possibile saldare parzialmente la fattura della bolletta dell'elettricità, scorporando le eventuali rate del canone Rai, non dovute in seguito alla presentazione della dichiarazione sostitutiva. Quanti, invece, hanno pagato la tassa, pur avendo diritto all'esonero possono chiederne il rimborso, dopo aver presentato la domanda che attesta che siano in possesso dei requisiti.