Quando arriva il CU 2024: data, scadenza e istruzioni

La Certificazione Unica è in arrivo: ecco entro quando dovrai riceverla e come richiederla qualora la perdessi

Con l’arrivo del nuovo anno, molti contribuenti si chiedono quando riceveranno il CUD (Certificato Unico Dipendente), ora noto come Certificazione Unica (CU) 2024. Questo documento è necessario per la dichiarazione dei redditi, poiché riassume tutti i redditi percepiti dal lavoratore nell’anno precedente, oltre a detrazioni, deduzioni e ritenute subite.

Quando viene rilasciata la Certificazione Unica

L’Agenzia delle Entrate ha stabilito che la CU 2024 deve essere rilasciata entro il 16 marzo 2024. Tuttavia, poiché questa data cade di sabato, il termine viene automaticamente prorogato al giorno lavorativo successivo, ovvero il 18 marzo 2024.

È importante che i datori di lavoro rispettino questa scadenza per evitare sanzioni e per garantire ai propri dipendenti la possibilità di accedere tempestivamente alle informazioni necessarie per la compilazione della dichiarazione dei redditi.

Da quando si inviano le CU all’Agenzia delle Entrate

Le CU devono essere inviate telematicamente all’Agenzia delle Entrate entro lo stesso termine previsto per il loro rilascio ai percipienti, quindi entro il 18 marzo 2024. Questo invio comprende i redditi di lavoro dipendente e autonomo, oltre ai redditi diversi. L’invio telematico è un passaggio essenziale che permette all’Agenzia delle Entrate di predisporre la dichiarazione dei redditi precompilata, facilitando così il contribuente nella presentazione della propria dichiarazione.

Come posso recuperare il mio CUD

Se non ricevi la tua CU entro il termine previsto, o se la smarrisci, esistono diversi modi per recuperarla. In primo luogo, puoi rivolgerti al tuo datore di lavoro o al soggetto che avrebbe dovuto rilasciarla (come l’INPS, nel caso di prestazioni sociali).

In alternativa, è possibile accedere al sito dell’Agenzia delle Entrate nella sezione dedicata ai servizi telematici, dove, tramite l’utilizzo delle proprie credenziali SPID, CIE o CNS, si può scaricare la propria Certificazione Unica. Questa opzione non solo rappresenta una soluzione ai possibili disguidi nella ricezione del documento ma offre anche una via per conservare digitalmente un documento così importante.

Leggi anche: Come sapere la propria capienza fiscale e quanti soldi detrarre ogni anno

CU 2024: quando arriva e cosa sapere

La Certificazione Unica 2024 rappresenta un documento essenziale per i contribuenti italiani. Con l’approvazione del modello e delle istruzioni da parte dell’Agenzia delle Entrate, si sottolinea l’importanza della corretta compilazione e trasmissione di questo documento. Gli aggiornamenti apportati alle istruzioni, come specificato dall’Agenzia delle Entrate il 7 e il 22 febbraio 2024, mirano a chiarire e semplificare la dichiarazione dei redditi, inclusi quelli derivanti da attività sportive o contratti di locazione breve.

La trasmissione telematica delle CU entro il 18 marzo 2024 è un obbligo che i sostituti d’imposta devono assolvere per garantire la correttezza e la trasparenza del processo fiscale. La flessibilità offerta dall’Agenzia delle Entrate nella gestione dei flussi telematici e la possibilità di inviare certificazioni contenenti esclusivamente redditi esenti entro termini più lunghi dimostrano un’attenzione verso le esigenze di tutti i soggetti coinvolti.

La Certificazione Unica 2024 è fondamentale nella dichiarazione dei redditi dei contribuenti italiani. È essenziale che sia i datori di lavoro che i contribuenti stessi siano consapevoli dei termini di rilascio e trasmissione per evitare disguidi e per assicurare una corretta gestione fiscale.

In caso di dubbi o mancata ricezione, le opzioni per il recupero del documento sono semplici e accessibili, garantendo così a tutti i contribuenti la possibilità di adempiere alle proprie obbligazioni fiscali senza intoppi.

Leggi anche: Modello 730, ecco l’elenco completo di tutte le detrazioni fiscali

Roberta Luprano
Roberta Luprano
Copywriter, classe 1995. Creativa e sempre a caccia di nuove cose da imparare che stimolino la mia innata curiosità, ho iniziato la mia carriera con il diploma di Perito Informatico, in quanto da sempre appassionata di tecnologia e social media. Successivamente ho proseguito la mia formazione in ambito di Copywriting e Social Media Marketing che mi ha poi permesso di lavorare per imprese, startup e small business in diversi settori. In parallelo, ho approfondito la mia passione per i libri e il mondo editoriale, formandomi e lavorando anche come curatrice editoriale per agenzie letterarie e case editrici. Motto: I grandi cambiamenti partono dalle semplici parole.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
773FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate