Nel 2022 è possibile richiedere diverse agevolazioni, sotto forma di detrazioni fiscali, sugli acquisti effettuati l'anno scorso, in determinate categorie di prodotti o servizi. Quest'anno è anche possibile richiedere una particolare detrazione fiscale che riguarda l'acquisto o la costruzione di un box auto.

Sono molti coloro a cui può interessare questo particolare sconto, e potrebbe essere utile anche a te, se hai da poco un box auto per il tuo veicolo. Tieni presente che questi sostegni non arriveranno come sconti diretti sull'acquisto, ma sotto forma di detrazioni fiscali, come accade per i bonus edilizi.

Questo significa che l'agevolazione va ad influire direttamente sulle tasse che paghi ogni anno tramite il tuo lavoro. Tieni presente che se stai lavorando come dipendente per una azienda, ci pensa solitamente il tuo datore di lavoro a pagare le tasse per te, mentre se lavori come autonomo con Partita Iva, ti occupi in prima persona del pagamento, per cui puoi vedere più facilmente quali tasse stai pagando.

Ma in cosa consiste questa vantaggiosa possibilità di risparmio, sul box auto? Si tratta di una agevolazione che arriva al 50% della spesa effettuata, e può essere richiesta da diversi soggetti. Tieni in considerazione che per poter ricevere questo sostegno, dovrai provvedere alla corretta presentazione della dichiarazione dei redditi. Vediamo nell'articolo come funziona e come richiedere questo particolare sconto, nel 2022.

Detrazione fiscale box auto: chi può chiederla

Una detrazione fiscale per il box auto può essere richiesta anche quest'anno, perché è stato prorogato il bonus ristrutturazione, anche per quest'anno, e sarà disponibile, se tutto rimane invariato, fino al 2024. Questo vuol dire che il sostegno potrebbe interessarti sia se hai già acquistato o ristrutturato un box auto, sia se hai in mente di farlo nel prossimo periodo.

Trattandosi di un rimborso sull'IRPEF, ovvero sull'Imposta sui Redditi delle Persone Fisiche, il sostegno viene applicato come sconto sulle tasse che paghi ogni anno allo stato. Puoi quindi richiedere la detrazione fiscale del 50% sulle spese che riguardano i box auto considerati come pertinenze dell'abitazione principale.

Possono quindi accedere al sostegno tutti coloro che acquistano un box auto che è stato oggetto di ristrutturazione, ed è pertinente all'abitazione principale. Questo requisito deve essere confermato dall'atto di acquisto: non è possibile richiedere l'agevolazione se si decide di acquistare un garage che non è pertinente all'immobile in cui si abita stabilmente.

Secondo la normativa quindi, è possibile accedere alle detrazioni solamente se viene acquistato un box ristrutturato, e pertinente alla casa in cui abiti. Cosa accade se acquisti un garage per la tua auto, ma distante dalla tua dimora? In questo caso l'agevolazione è ancora possibile, perché il garage è comunque pertinente all'immobile in cui vivi, e lo utilizzerai come box per il tuo veicolo.

Tieni presente che solamente il proprietario effettivo del garage può richiedere l'accesso alla detrazione, comprovando la spesa sostenuta per l'acquisto.

Dove inserire la detrazione fiscale box auto nel 730

Un altro aspetto da considerare riguarda le modalità per poter richiedere l'accesso al sostegno. Tieni in considerazione che, trattandosi di una detrazione fiscale, è strettamente collegata alla tua dichiarazione dei redditi. Questo vuol dire che se non compili e presenti correttamente quest'anno la dichiarazione dei redditi percepiti nel 2021, non potrai ricevere questo sconto.

Tieni anche in considerazione che per presentare la dichiarazione dei redditi, dovrai scegliere se utilizzare il Modello 730 oppure il Modello Redditi, in base alla tipologia di guadagno che ricavi durante l'anno. Per scegliere quale documento utilizzare, puoi sempre rivolgerti ad un commercialista o ad un centro CAF per ricevere assistenza.

Il Modello 730 è tuttavia il documento più utilizzato per le dichiarazioni dei redditi, perché è rivolto ai lavoratori dipendenti. Se anche tu lavori per un'azienda, puoi scegliere questo documento per presentare tutti i dati sul tuo lavoro relativi allo scorso anno. In questa fase, puoi richiedere la detrazione per il tuo box auto, e accedere al 50% di sconto sull'acquisto.

Ma dove puoi inserire e come puoi indicare la detrazione fiscale nel Modello 730? Il documento è composto da diverse parti, e se hai acquistato un box auto, puoi inserire tali informazioni nella sezione III A del Quadro E, inserendo i dati nella parte dedicata agli interventi edilizi, con accesso alla detrazione fiscale. Nella sezione III B vanno poi inseriti tutti i dati catastali specifici.

Se hai acquistato il tuo nuovo box auto da un'impresa di costruzione, tieni presente che dovrai indicare anche i dati dell'impresa, come ad esempio il codice fiscale. Tieni anche presente che è possibile ricevere una agevolazione di questo tipo con un limite complessivo di spesa di 96.000 euro.

Come funzionano le detrazioni fiscali per il garage

Una volta che hai presentato correttamente la tua dichiarazione dei redditi, e hai inserito tutte le informazioni nel modo corretto, che riguardano l'acquisto e la spesa sostenuta per il box auto, potrai allora ricevere lo sconto del 50% sull'acquisto. Tuttavia tieni presente che per poter ricevere questa agevolazione potrai scegliere tra:

  • Ricevere il credito in 10 quote annuali, come accade solitamente per i bonus dell'edilizia;

  • Chiedere lo sconto in fattura: l'impresa di costruzione potrà poi recuperare il credito o cederlo ad ulteriori soggetti come intermediari finanziari;

  • Chiedere la cessione del credito per cedere direttamente questo sconto ad un altro soggetto, come la banca a cui si richiede un finanziamento dei lavori.

Tieni anche in considerazione che dovrai conservare nel tempo tutti i documenti che provano che hai pagato una certa cifra per poter acquistare il garage, e per eventuali controlli dovrai disporre di: un atto di compravendita valido e correttamente registrato, una dichiarazione della ditta costruttrice che riporta il costo complessivo del box, una copia del bonifico del pagamento effettuato per l'acquisto.

Questo punto è particolarmente importante per tutti i bonus legati all'edilizia, perché ad oggi non è possibile ricevere le detrazioni fiscali IRPEF se i pagamenti avvengono in contanti. Risulta quindi importante provvedere al pagamento delle spese esclusivamente tramite metodi tracciabili, come il bonifico bancario.