In tempi di caos come questo per i cittadini italiani arriva una buona notizia dalla Comunità Europea, che ha imposto una proroga di 10 mesi sulle scadenze delle patente di guida e della revisione auto.

Il provvedimento, pubblicato il 22 febbraio 2021 sulla Gazzetta Ufficiale Europea e confermato dal Ministero dei Trasporti con una circolare del 1 marzo 2021, è entrato in vigore il 6 marzo di quest’anno. 

Vediamo chi può usufruire della proroga per la scadenza di revisione auto e patente di guida.

Proroga UE per patente di guida è revisione auto

La nuova proroga delle scadenze ordinata dalla UE riguarda tutte le patenti, le CQC e le revisioni auto scadute tra il 1 settembre 2020 e il 30 Giugno 2021.

Questa proroga è stata voluta direttamente dalla Comunità Europea per evitare inutili assembramenti negli uffici che violassero le norme anti-Covid. La normativa della UE prevede anche che i paesi membri possano usufruire di una nuova proroga di altri 10 mesi, inviando formale richiesta entro la fine di Maggio 2021

Quanti hanno quindi i documenti scaduti entro questo periodo di tempo hanno ancora 10 mesi a partire dalla data di scadenza del proprio documento per mettersi in regola e chiedere il rinnovo.

La Commissione Europea aveva già approvato una proroga di 7 mesi per il rinnovo delle patenti e della revisione auto, con il provvedimento 2020/698. Il nuovo provvedimento 2021/267, stabilisce oltre la proroga di 10 mesi per le nuove scadenze anche un’ulteriore proroga di 6 mesi per chi ha già usufruito della precedente dilazione di sette mesi.

Facendo il punto della situazione, le patenti  di guida scadute o in scadenza tra il 1 settembre 2020 il 30 giugno 2021 hanno a disposizione altri 10 mesi di validità. Mentre, i documenti scaduti tra il 1 giugno 2020 e il 31 agosto 2020, possono usufruire di altri 7 mesi di proroga, ma non oltre il 1 luglio 2021.

Quando effettuare la revisione auto

Per quanto riguarda la revisione dell’auto il provvedimento europeo, come si è detto, copre tutte le scadenze avvenute tra settembre 2020 e giugno 2021.

La revisione altro non è che un controllo tecnico del veicolo che stabilisce se il veicolo è correttamente funzionante e ha le carte in regola per circolare. Per verificare la scadenza della revisione auto dovrete semplicemente controllare la data dell’ultimo controllo apposta sul libretto di circolazione. 

La revisione dell’auto va infatti effettuata dopo quattro anni dall’immatricolazione dell’auto, successivamente dovrà essere fatta ogni due anni nello stesso mese in cui è scaduta l’ultima revisione. I veicoli adibiti al trasporto di persone, come taxi e vetture a noleggio con autista, e i veicoli adibiti al trasporto di merci il cui peso complessivo supera i 3.500 kg devono effettuare la revisione auto ogni anno.

Dove si effettua la revisione auto

La revisione auto può essere effettuata, con costi diversi, direttamente alla Motorizzazione Civile oppure nelle officine private autorizzate.

Se volete effettuare la revisione alla Motorizzazione i costi sono più bassi, ma i tempi più lunghi. La spesa sarà infatti di 45 euro, ma dovrete prenotarvi con dei tempi di attesa che possono essere snervanti.

Se invece scegliete di effettuare la revisione auto presso un’officina privata autorizzata allora il costo sale a 65,68 euro, però in compenso avrete i documenti in un tempo molto più breve.

La revisione in sé è in realtà un controllo molto più veloce del rinnovo patente, poiché una volta portato il veicolo in officina, dovrete aspettare solo una mezz’ora affinché siano effettuate tutte le verifiche, quali prestazioni dei freni e gas di scarico, per testare l’emissione CO2.

Ovviamente, la revisione auto può avere anche esito negativo e le conseguenze dipenderanno dalla gravità del malfunzionamento. Se questo è di piccola entità allora vi verrà dato il permesso di circolare per altri 30 giorni, entro i quali però dovrete risolvere i problemi del veicolo ed effettuare una nuova revisione.

Nel caso in cui il controllo rilevi danni più seri al veicolo, che possono mettere in pericolo voi e gli altri, allora vi sarà impedito di circolare fin quando i malfunzionamenti non saranno risolti e l’auto non sarà pronta per passare la revisione.

Quando rinnovare la patente di guida

Anche alle patenti di guida si applica la medesima proroga della scadenza di 10 mesi se queste sono scadute tra il 1 settembre e il 30 giugno 2021.

La scadenza della patente di guida può essere controllata sul documento stesso alla voce 4b. Le patenti di guida A e B, cioè quelle per motocicli  e macchine, devono essere rinnovate ogni dieci anni per i cittadini sotto i 50 anni. Mentre, dai 50 ai 70 anni d’età la revisione deve essere effettuata ogni cinque anni. Passati i 70 anni il documento dovrà essere rinnovato ogni tre anni.

Diversamente, la patente C ha dei tempi di scadenza più brevi, perché dovrà essere rinnovata ogni cinque anni fino ai 65 anni di età, termine dopo il quale si dovrà rinnovare ogni due anni.

La patente di guida D ha dei tempi di rinnovo quinquennali per i cittadini sotto i 60 anni, invece quanti superano questa soglia di età devono rinnovare il documento ogni anno.

Come si rinnova la patente di guida

Il rinnovo della patente di guida può essere effettuato fino a quattro mesi prima della scadenza e non oltre i tre anni dopo. 

Il sistema più veloce e meno impegnativo per rinnovare la patente di guida è affidare l’intera pratica ad una scuola guida, purtroppo però questo è anche il sistema più costoso.

In alternativa, la patente di guida può essere rinnovata presso le sedi ACI oppure l’ASL, dove potrete effettuare la visita medica.

I costi fissi del rinnovo patente prevedono un versamento da 10,20 euro da effettuare verso il c/c 9001 del Dipartimento dei Trasporti Terrestri; un’imposta da 16 euro da versare sul c/c 4028; 6,80 euro di spese di spedizione del nuovo documento.

I versamenti possono essere effettuati presso gli uffici postali con il classico bollettino precompilato oppure online sul portale dell’automobilista.

Il costo della visita medica ha invece un prezzo variabile a seconda delle Regione di residenza, in media costa sui 30 euro, a cui si aggiunge la marca da bollo di 16 euro da apporre sul certificato.

Quando effettuerete la visita dovrete esibire un documento di identità in corso di validità, la carta nazionale dei servizi (CNS) e le ricevute dei versamenti effettuati. Dopo la visita, in attesa che la nuova patente vi sia spedita a casa, vi sarà rilasciato un permesso di guida temporaneo della validità di 60 giorni. Ad ogni modo, i tempi di spedizione della patente sono brevi e in una settimana dovreste avere il vostro nuovo documento direttamente a casa.

Per istruzioni dettagliate su come rinnovare la vostra patente di guida seguite il video YouTube di Andrea Brusadin: