Si susseguono i provvedimenti regionali per la delibera della sospensione del bollo auto 2021. Per ora né il DL Sostegni, né il futuro DL Sostegni bis hanno previsto uno stop alla tassa automobilistica che possa applicarsi in modo uniforme a tutti gli automobilisti della penisola.

Ma in realtà, ad occuparsi del bollo auto sono le Regioni, da qui il variare degli importi dell’imposta su base locale. Le autorità locali hanno perciò anche il potere di emanare provvedimenti di emergenza che sospendano o rendano esenti dal pagamento del bollo auto alcuni soggetti.

Per fortuna, nelle ultime settimane e negli ultimi mesi le Regioni hanno deliberato proprio perché il bollo auto 2021 venisse sospeso. 

Inoltre, c’è un’altra buona notizia dietro l’angolo per gli automobilisti, perché la Comunità Europea ha approvato una proroga di 10 mesi per il rinnovo della patente di guida e della revisione auto in scadenza entro il 30 giugno 2021.

Vediamo chi sono i residenti che possono beneficiare della sospensione del bollo auto 2021 e tutte le novità che quest’anno riserva agli automobilisti.

Quali esenzioni dal bollo auto 2021 sono attive?

Come si è detto a gestire la normativa che regola il bollo auto sono le Regioni, tuttavia esistono alcune categorie che sono esenti perpetuamente dal pagamento di questa imposta, parliamo nello specifico dei disabili che usufruiscono della Legge 104 e di alcune categorie di veicoli.

Ad esempio, chi possiede un'auto elettrica o ibrida gode di alcune agevolazioni sul pagamento delle tasse automobilistiche. Le favorite sono senza dubbio le auto elettriche che per cinque anni dal giorno dell’immatricolazione non devono pagare affatto il bollo auto. La riduzione dell’imposta per le auto ibride varia invece da regione a regione, basta consultare il sito dell'ACI o delle autorità locali per sapere quali sono le agevolazioni disponibili.

Godono poi di un’esenzione totale dal bollo auto tutto i veicoli che hanno più di 30 anni dall’immatricolazione. Mentre per quelli che superano i 20 anni è possibile ottenere uno sconto della metà dell'importo se si presenta un certificato di importanza storica o collezionistica dei veicoli.

Inoltre, si ricorda che il bonus Cashback, che offre agli utenti registrati il 10% di rimborso sugli acquisti effettuati con sistemi elettronici di pagamento, vale anche per il bollo auto 2021. Per ottenere indietro il 10% dell’importo oltre ad essere registrati per il programma Cashback il bollo deve essere pagato usando una delle carte di credito o debito associate al programma. I pagamenti effettuati tramite l’App IO non saranno conteggiati per il rimborso.

Tutte le esenzioni possibili dal bollo auto e come richiederle, nel video YouTube di Aggiornamenti & Pensioni:

Cancellati anche gli arretrati della tassa automobilistica 

Un altro provvedimento che riguarda la cancellazione del bollo auto, consiste nell’eliminazione di eventuali pendenze notificate tramite una cartella esattoriale, di importo non superiore ai 5.000 euro ed emessa tra il 2000 e il 2011.

I soggetti in questo stato, e che possono dimostrare di avere un reddito ISEE inferiore ai 30.000 euro l’anno, godono infatti dello stralcio dei debiti introdotto dalla Pace fiscale targata Mario Draghi, per cui le cartelle con questi requisiti si considerano annullate e i debiti azzerati, comprese notifiche relative al bollo auto.

Quali regioni hanno sospeso il bollo auto 2021?

La sospensione del bollo auto 2021 arriverà a breve per chi vive in Puglia, perché la proposta ufficiale di discutere la sospensione è stata già presentata alla giunta regionale e verrà discussa prossimamente.

Nel frattempo i residenti in Campania hanno già diritto a beneficiare della sospensione se hanno il bollo auto in scadenza tra il 1 gennaio e il 30 aprile 2021. Per chi è in queste condizioni il termine di pagamento della tassa è stata spostato al 31 maggio 2021 e non si incorrerà in eventuali interessi da pagare.

In Campania è sempre attivo anche uno sconto per chi usufruisce del sistema di domiciliazione bancaria per pagare il bollo auto, che riduce l'importo dell’imposta del 10%.

Medesima scelta di sospensione del bollo è stata fatta dalle giunte di Veneto ed Emilia Romagna. In Veneto gli automobilisti, che hanno il bollo auto da pagare entro la fine di maggio del 2021, possono considerare la tassa sospesa. Dovranno però saldarla entro il 30 giugno se non vorranno incappare in eventuali penalità.

Infine, i cittadini residenti in Emilia-Romagna che hanno il bollo auto scaduto tra il 1 gennaio al 31 maggio 2021, dovranno pagare l’importo entro il 2 agosto.

Ad ogni modo, i provvedimenti varati dalle regioni sono relativamente brevi, ma numerosi. Questo vuol dire che sono mesi ormai che la sospensione del bollo viene prorogata, se lo Stato di Emergenza dovesse perdurare saranno certamente emesse ulteriori proroghe e sospensioni.

Il provvedimento speciale della Regione Lombardia 

La Regione Lombardia ha invece deciso di non attuare una delibera generalizzata a tutti i residenti di sospensione del bollo 2021, ma di attivare agevolazioni di altro tipo.

In primis, chi risiede in Lombardia può ottenere una sconto del 15% della cifra da pagare come bollo auto 2021, se effettua il pagamento tramite domiciliazione bancaria, cioè fornendo l’IBAN.

Inoltre, in Lombardia i veicoli impiegati per il trasporto delle persone sono completamente esenti dal bollo auto 2021.

Pullman, taxi, auto a noleggio con conducente e autobus non dovranno quindi pagare il bollo auto quest'anno in Lombardia. La Regione in questo caso piuttosto che attuare un provvedimento allargato ha preferito dare sostegno a quelle categorie più colpite dalla crisi economica.

Una proroga anche scadenze di revisione auto e rinnovo patente

Accanto a queste proroghe che riguardano i termini di pagamento delle bollo auto 2021, gli automobilisti saranno felici di sapere che esiste una proroga di 10 mesi anche per la revisione auto e il rinnovo della patente di guida.

La proroga non è regionale ma centralissima, perché ad ordinarla è stata la UE preoccupata per il rispetto delle norme anti Covid negli uffici.

Ad usufruire di questa dilazione dei tempi sono gli automobilisti con patente di guida o revisione del veicolo scadute tra il 1 settembre 2020 e il 30 giugno 2021, che avranno altri 10 mesi per il rinnovo.

Chi invece ha già usufruito della precedente proroga di queste scadenze avrà a disposizione altri sette mesi per mettersi in regola, si parla delle patenti e le revisioni scadute tra il 1 giugno 2020 e il 31 agosto 2020.