Con la prossima Legge di Bilancio è in programma il potenziamento di tutte le misure parallele al nuovo segnale digitale terrestre. Infatti, qualche giorno fa (il 20 ottobre 2021) è ufficialmente iniziato lo spostamento verso l'alta definizione (HD). Questo comporta inevitabilmente l'impossibilità di visualizzare correttamente questi canali, cosa che si può però facilmente risolvere.

Sul tavolo del Governo troviamo 250 milioni di euro pronti da investire per rendere più semplice, per gli italiani, il passaggio all'alta definizione, come il Bonus TV (e decoder) e il Bonus rottamazione TV, due misure che, come vedremo, sono anche cumulabili tra loro! Infatti, potresti ottenere uno sconto di ben 130 euro sull'acquisto di un nuovo apparecchio televisivo! Ti sembra assurdo? Continua a leggere!

Il "nuovo digitale terrestre" ci sta davvero destabilizzando, e non poco! Che cosa dobbiamo sapere del passaggio delle televisioni italiane all'alta definizione? Come facciamo a capire se il nostro dispositivo è da cambiare oppure no? Cosa si deve fare per risintonizzare tutti i canali Rai e Mediaset? Ma soprattutto: come si deve procedere per fare domanda per il "Bonus TV e Decoder" e per il "Bonus rotamazione TV"? Scopriamolo in questo articolo!

Bonus TV: il passaggio all'alta definizione

Fin dalla sua invenzione, la televisione è diventata uno strumento essenziale nella vita di ciascuno di noi. La televisione ci informa, ci distrae, ci istruisce, ci fa compagnia e riempie il vuoto nei momenti di silenzio. Tutti noi abbiamo almeno una (ma di solito, anche più di una) televisione in casa, motivo per cui il Bonus TV è una questione che tocca nel profondo ciascuno di noi.

Pensaci un secondo: quante televisioni hai in casa? Quanto spesso guardi la televisione? La televisione è uno strumento talmente quotidiano che, in effetti, immaginare la vita senza questo strumento risulta davvero difficile, se non impossibile. Pensa se da un momento all'altro non avessi più a disposizioe la tua televisione e non potessi più guardare i tuoi canali e programmi preferiti: che cosa faresti?

A partire dal 20 ottobre 2021, in seguito al passsaggio all'alta definizione (HD), tutte le televisioni di vecchia generazione sono praticamente da cambiare, quasi in modo obbligatorio, perché non sono più in grado di supportare i programmi in alta definizione, e quindi di far visualizzare correttamente i canali Rai e i canali Mediaset.

Ecco quindi che, improvvisamente, è diventato praticamente impossibile visualizzare quei canali Rai e Mediaset che siamo soliti guardare più frequentemente, tra i quali troviamo, ad esempio, Rai 4, Rai 5, ma anche i canali per bambini come Rai Gulp o Rai YoYo, e molti altri canali.

Niente panico però: proprio per questo, sono in arrivo il Bonus TV e il Bonus Rottamazione TV, grazie ai quali sarà possibile sistemare la situazione tornare a visualizzare i nostri canali preferiti nel minor tempo possibile, anche se dobbiamo cambiare la nostra televisione (come vedremo, i bonus tv e rottamazione tv ci vengono in aiuto proprio in questo).

E se non sei sicuro di voler cambiare televisione? Se intanto vuoi scoprire se il tuo televisiore è compatibile o meno con l'alta definizione, devi sintonizzarti sui "canali di prova" che sono da alcuni giornigià disponibili in alta definizione: se riesci a visualizzare almeno un canale di prova, significa che il tuo dispositivo TV è compatibile con l'alta definizione.

Prova quindi a controllare se visualizzi, ad esempio, il canale 501 (RAIUNO HD), o uno qualsiasi degli altri canali di prova. Se non riesci a visualizzare neanche uno dei canali di prova, l'unica soluzione è sostituire il tuo decoder o la tua televisione. Tutte le televisioni comprate prima del 2010 non supportano il nuovo standard.

Bonus TV: come funziona?

Entriamo nel vivo della questione: che cos'è il Bonus TV? Come funziona e come possiamo richiederlo?

Il Bonus TV 2021 consiste in un finanziamento di 250 milioni di euro, grazie ai quali tutti i cittadini potranno avere accesso a due diverse tipologie di nuovi bonus: il Bonus rottamazione TV e il Bonus TV - Decoder. Il Bonus TV è già disponibile, e resterà disponibile fino al 31 dicembre 2022 (o fino all'esaurimento dei fondi stabiliti per il bonus). Vediamo ora la differenza tra i due bonus!

Bonus TV - Decoder

Il Bonus TV - Decoder serve per l'acquisto di TV o di decoder che siano in grado di supportare i nuovi standard HD, ma è richiedibile solo da tutte le famiglie con ISEE non superiore ai 20.000 euro. Un solo utente per nucleo familiare avrà diritto all'acquisto di un dispositivo (cioè di una TV o decoder).

Il bonsu tv - decoder assicura uno sconto di trenta euro (massimo) sulla tv o sul decoder in questione, sconto che avviene direttamente all'interno del negozio in cui si acquista il nuovo decoder o il nuovo televisore, al momento del pagamento. Per ottenere lo sconto, bisogna presentare questa domanda in negozio durante l'acquisto.

Il Bonus TV - decoder ha visto lo stanziamento di 151 milioni, e sarà richiedibile fino al 31 dicembre 2022, oppure fino all'esaurimento dei 151 milioni di euro, cioè dei fondi previsti per il bonus.

Bonus Rottamazione TV

Il Bonus Rottamazione TV è il secondo incentivo del bonus TV, e questa volta è riservato solo all'acquisto di dispositivi TV (sono quindi esclusi i decoder). Grazie a questo incentivo, è possibile ottenere fino al 20% di sconto sul prezzo di una nuova televisione, fino ad una quota massima di 100 euro di sconto sul televisore stesso.

Questo incentivo può essere utilizzato da tutti coloro che pagano regolarmente il canone RAI e che rottamano (smaltiscono) correttamente un vecchio apparecchio TV, a patto che il vecchio televisore da rottamare sia stato comprato prima del 2018. Il Bonus rottamazione TV può essere richiesto compilando questa domanda. Bisogna specificare che anche le persone con età superiore ai 75 anni, che sono quindi esentate dal pagamento del canone Rai, possono comunque richiedere il Bonus rottamazione TV.

L'agevolazione è richiedibile una sola volta e per l'acquisto di un solo apparecchio TV. L'incentivo per la rottamazione Tv è rivolto a tutti i cittadini italiane e, questa volta, senza alcun vincolo di ISEE (a differenza del primo incentivo). 

Ricordiamo, infine, che il nuovo televisore dovrà necessariamente rientrare nella lista pubblicata dal MISE che trovate a questa pagina: tutti i televisori esclusi da questa lista, non potranno essere acquistati utilizzando il bonus.

Bonus Rottamazione TV: requisiti

Ricapitoliamo dunque tutti i requisiti necessari per richiedere il bonus tv nell'incentivo del bonus rottamazione TV. I requisiti da rispettare sono essenzialmente tre:

  • il primo requisito è di essere attualmente residenti in Italia
  • il secondo requisito è assicurarsi di rottamare correttamente un dispositivo TV, dispositivo che deve essere stato acquistato prima del 22 dicembre 2018
  • il terzo requisito è pagare correttamente il canone della RAI, a meno che non si abbiano più di 75 anni

Infatti, i cittadini con età uguale o superiore a 75 anni sono esenti dal pagamento del canone RAI, in quanto hanno un reddito familiare annuo non superiore a 8.000 euro.

Sia per quanto riguarda il bonus Tv che per quanto riguarda il Bonus rottamazione TV, oltre alla documentazione specifica, dovrai preoccuparti di presentare anche il tuo documento di identità e il tuo codice fiscale. Ricorda, inoltre, che entrambi i bonus sono richiedibili da un solo membro per ciascun nucleo familiare.

Bonus TV: sconto di 130 euro!

Ecco la domanda più gettonata: i due incentivi (Bonus  TV- decoder e Bonus Rottamazione Tv) sono cumulabili? La risposta è sì: i due incentivi sono cumulabili. Unendo insieme i due incentivi, sarà quindi possibile ottenere uno sconto massimo del valore di ben 130 euro.

Inoltre, resta comunque il vigore il vecchio incentivo TV legato all'ISEE, e infatti all’articolo 1 del Decreto MISE si leggono le seguenti parole:

“Il contributo è cumulabile con quello di cui al decreto interministeriale 18 ottobre 2019, per l’acquisto di un televisore o un decoder idonei alla ricezione di programmi televisivi con i nuovi standard trasmissivi, il cui importo, ferme restando le previsioni del sopracitato decreto, a far data dall’entrata in vigore del presente decreto, è ridotto a 30 euro, o al minor valore pari al prezzo di vendita se inferiore”.

Bonus TV e acquisti online

E se voglio acquistare il mio decoder o la mia televisione online? Il bonus Tv è utilizzabile anche per quanto riguarda gli acquisti online. L'importante è seguire correttamente le indicazioni fornite dai negozi online.

Tutti i rivenditori online dovranno quindi assicurarsi di poter garantire ai propri clienti di caricare in formato elettronico tutta la documentazione necessaria (domanda, carta identità e codice fiscale) per poter richiedere il bonus. 

Sarà responsabilità dei rivenditori garantire il corretto smaltimento dei televisori obsoleti. 

Il televisore da smaltire (sia dai rivenditori fisici che online) deve essere smaltito con la pratica dell' "Uno contro Uno", come prevede il decreto ministeriale n.65 dell’8 marzo 2010. Secondo questa pratica, tutti i rivenditori devono organizzare per gli acquirenti il ritiro gratuito dei Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), perché, nel momento dell'acquisto del nuovo televisore, il rivenditore diventa responsabile del vecchio dispositivo.

Smaltire i dispositivi elettronici nel modo corretto e meno inquinante possibile è essenziale, soprattutto in un periodo storico critico come quello che stiamo vivendo, a livello di ambiente e di inquinamento: non possiamo più permetterci di smaltire rifiuti in modo inquinante e scorretto, perché a pagarne le conseguenze saranno le generazioni future.

Ecco quindi tutto quello che devi sapere sul nuovo Bonus tv - decoder e Bonus rottamazione TV. Ti invitiamo a seguire correttamente tutte le regole per ottenere e richiedere il bonus, e a restare sempre infomrato su tutte le misure bonus che possono consentirti di risparmiare.