Non è un segreto che molti investitori non riescano a fare i conti con la volatilità di mercato. Tuttavia, la volatilità potrebbe in realtà essere la vostra migliore amica. Spesso, quando le persone pensano alla volatilità, si immaginano correzioni sui mercati azionari e drammatici cali.

In realtà, la volatilità è un’arma a doppio taglio. La volatilità al rialzo ha la stessa rilevanza e contribuisce al rialzo a lungo termine dei prezzi dei titoli. Probabilmente la volatilità vi piace quando punta verso l’alto (anche se forse in tal caso non la considerate “volatilità”) e quasi certamente ne odiate la versione al ribasso. Ecco un altro esempio. Molti investitori dichiarano il loro disprezzo per le azioni dopo un calo, ma sono svelti a rivelare un forte appetito per le azioni durante un mercato toro ruggente. È un classico caso di avversione miope alle perdite, ovvero la tendenza che hanno gli investitori di risentire troppo delle perdite e di non gioire abbastanza dei guadagni. Ciò rischia di portare gli investitori a cercare di proteggersi da future perdite nel breve termine e dalla sofferenza che causano. Tali investitori non sono necessariamente avversi al rischio; spesso soffrono semplicemente di miopia e non sono del tutto consapevoli dei rischi che corrono. Se temete la volatilità delle azioni, una formazione cognitiva, la capacità di restare concentrati sul lungo termine e pianificare in previsione dei risultati più probabili sono tutti elementi che possono aiutarvi a tollerare o addirittura arrivare ad amare la volatilità. In questo modo potreste approfittare maggiormente dei rendimenti storici delle azioni.