I tagli ai dividendi o i bassi tassi di interesse hanno inciso sui vostri investimenti di recente? Se è così, potreste non essere soli. I tassi d’interesse su certi titoli a tasso fisso potrebbero aver raggiunto il loro nuovo minimo, e alcune società potrebbero tagliare o sospendere la distribuzione di dividendi a causa dell’impatto della pandemia di COVID-19. Anche se i titoli a tasso fisso e le azioni che distribuiscono dividendi non sono i soli investimenti colpiti dagli eventi di questi ultimi tempi, certi investitori potrebbero fare particolarmente affidamento su questo genere di investimenti qualora li percepiscano come modi sicuri o affidabili di ricevere un reddito da investimento. A nostro parere, l’attuale contesto di mercato evidenzia il pericolo di fare affidamento solo su queste fonti di reddito da investimento durante la pensione. Fortunatamente, gli investimenti che producono reddito non solo l’unico modo per finanziare la vostra pensione. Crediamo che spesso sia meglio costruire un portafoglio ben diversificato che sia anche in grado di produrre la liquidità che vi servirà durante la pensione.

Rischi relativi al detenere solo investimenti che producono redditi

I rischi di fare affidamento solo su investimenti che producono redditi non sono circoscritti ai periodi di pandemia o altre circostanze estreme. Tali rischi sussistono anche durante periodi più stabili, ma possono essere amplificati durante i periodi di volatilità. Prendete per esempio i dividendi, che le società possono distribuire sotto forma di liquidità o di azioni aggiuntive da assegnare ai soci. Certe società distribuiscono i dividendi periodicamente, mentre altre come pagamento speciale una tantum. In ogni modo, i dividendi sono completamente volontari e sono distribuiti a discrezione della società. Queste ultime possono tagliare, ridurre o sospenderne la in qualsiasi momento, e potrebbe non essere previsto un termine chiaro per il completo ritorno allo status quo ante. Eventi di rilevanza mondiale, come la pandemia di COVID-19, possono incidere sulla distribuzione dei dividendi, ma le società possono tagliarli per molte ragioni. Questo potrebbe essere un problema per gli investitori che fanno affidamento solo sui dividendi per ricevere un reddito costante.

I titoli a tasso fisso sono un altro genere di asset su cui alcuni contano in modo esclusivo per ottenere un reddito costante. Gli investitori spesso percepiscono gli investimenti a tasso fisso come sicuri, sebbene anch’essi abbiano il proprio insieme di rischi. C’è il rischio di default se il debitore non è in grado di pagare la cedola o il capitale del finanziamento. C’è il rischio di inflazione se l’inflazione aumenta in modo significativo nel tempo, i pagamenti costanti dei vostri investimenti a tasso fisso potrebbero perdere anche potere di acquisto. Per il momento in cui vi sarà restituito il capitale, il suo potere d’acquisto potrebbe essersi ridotto in modo significativo. Inoltre, vi è il rischio legato ai tassi d’interesse: i prezzi dei titoli a tasso fisso variano in misura opposta ai tassi d’interesse, per cui tassi d’interesse in aumento possono far sì che il vostro investimento a tasso fisso possa perdere di valore. Come abbiamo visto durante la pandemia globale di COVID-19, certi rischi legati agli interessi a tasso fisso, quale il rischio di default, possono manifestarsi velocemente, quasi senza nessun preavviso.

Un’alternativa alla produzione di redditi nel corso della pensione

Qual è un modo alternativo per produrre redditi durante la pensione? In primo luogo, considerate la differenza tra reddito e cash flow. Il reddito è il denaro prodotto da un investimento, come i dividendi. Il cash flow è semplicemente il denaro che entra ed esce dal vostro portafoglio, per esempio quando vendete azioni del vostro portafoglio e ricevete i relativi proventi come liquidità per pagare le vostre spese. Costruire un portafoglio per generare cash flow, anziché semplice reddito, può offrire una maggiore flessibilità ed affidabilità nel fornire fondi prodotti dai vostri investimenti per le vostre esigenze durante la pensione. Potete vendere in modo selettivo azioni, titoli a tasso fisso o altri investimenti per ricavare il denaro che vi serve, mantenendo al contempo un portafoglio ben diversificato. Per esempio, se ritenete che un certo titolo azionario rappresenti una quota troppo grande del vostro portafoglio, riducendo la vostra diversificazione, potrete vendere selettivamente tali azioni e utilizzare i proventi per le vostre esigenze di cash-flow. Fisher Investments Italia definisce questa prassi di vendere selettivamente le azioni come “dividendi fatti in casa”. Non sono dividendi ufficiali, quanto piuttosto un modo per autoprodurre il cash flow che vi serve.

Ottimizzando per il cash flow invece che per il reddito potete anche avere più flessibilità quando si tratta di stabilire quando decidere la vostra scelta di investimenti e asset allocation. L’asset allocation si riferisce al genere di titoli presenti nel portafoglio: un mix di azioni, investimenti a tasso fisso e altri asset. Fisher Investments Italia ritiene che la maggior parte dei rendimenti a lungo termine di un investitore possa derivare dall’asset allocation, il che significa che è un aspetto importante su cui non bisogna commettere errori. Un altro problema relativo al fatto di fare affidamento esclusivamente su investimenti che producono ricavi è che, in tal modo, la gamma di asset a vostra disposizione può essere limitata o che tale affidamento potrebbe portarvi a concentrarvi solo in maniera ristretta su un sottoinsieme di opzioni di investimento, come le azioni che emettono dividendi elevati. Le azioni con dividendi elevati possono essere una parte utile ed opportuna del vostro portafoglio, ma possono esserci anche altre azioni, per le quali non avviene la distribuzione di dividendi, che possono avere migliori prospettive di crescita. Inoltre, ricordate che le azioni per le quali non sono distribuiti dividendi possono essere comunque vendute selettivamente per produrre cash flow al bisogno.

Gli investimenti giusti per ogni investitore sono quelli che conseguono con maggiore probabilità i suoi obiettivi finanziari nel momento in cui devono ottenerli. Consigliamo agli investitori di individuare le loro esigenze, desideri e tempistiche, e quindi di scegliere il mix di asset che offra loro le migliori opportunità di raggiungere tali obiettivi. Se adotterete per i vostri investimenti questo approccio basato sugli obiettivi, potrete iniziare considerando un’ampia gamma di investimenti. Potrete trovare investimenti più opportuni per la vostra situazione rispetto a quelli che avreste trovato considerando solo i titoli che producono reddito. Recenti tagli ai dividendi e bassi rendimenti dei titoli a tasso fisso sono solo due esempi del perché le fonti comuni di reddito per la pensione non sono sempre così sicure come sembrano. Le azioni con dividendi elevati, i titoli a tasso fisso e gli altri investimenti che producono interessi possono essere elementi importanti della vostra asset allocation; tuttavia, limitandovi solo a questi tipi di investimento, potreste pregiudicare la vostra capacità di raggiungere i vostri obiettivi a lungo termine.

Fisher Investments Italia è la denominazione commerciale utilizzata dalla succursale di Fisher Investments Ireland Limited operante in Italia (“Fisher Investments Italia”). Fisher Investments Italia è iscritta con il n° 182 nell'“Elenco delle Imprese di Investimento autorizzate in altri Stati UE con succursale in Italia”, tenuto dalla Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (“Consob”), e al Registro delle Imprese di Parma (numero di iscrizione e codice fiscale: 97838750152; partita IVA: 02903080345; numero REA: PR-276048).

Il presente documento contiene le opinioni generali di Fisher Investments Italia e Fisher Investments Europe e non deve essere considerato alla stregua di una consulenza personalizzata in materia di investimento o di natura fiscale, né tantomeno come un riflesso delle performance dei clienti. Non è possibile garantire che Fisher Investments Italia o Fisher Investments Europe manterrà queste opinioni, che potrebbero cambiare in qualsiasi momento in base a nuove informazioni, analisi o riconsiderazioni. Nulla nel presente deve essere inteso come una raccomandazione o una previsione delle condizioni di mercato. Al contrario, è da intendersi come l’illustrazione di una tesi. Le condizioni di mercato attuali e quelle future potrebbero presentare numerose differenze rispetto a quelle qui illustrate. Inoltre, non si forniscono garanzie in merito all'accuratezza delle ipotesi formulate negli esempi qui presenti. L’investimento nei mercati finanziari comporta il rischio di perdita e non è possibile garantire il rimborso totale o parziale del capitale investito. Le performance passate non sono una garanzia né un indicatore affidabile di performance future. Il valore degli investimenti e i relativi rendimenti sono soggetti alle fluttuazioni dei mercati finanziari mondiali e dei tassi di cambio internazionali.