Caroselli pugliesi: tutto sui meloni dal sapore di cetriolo. Le proprietà e i benefici

Tutto sui caroselli pugliesi: ecco cosa c’è da sapere sulle proprietà e sui benefici dei meloni dal sapore di cetriolo.

Hai mai assaggiato i caroselli pugliesi? Sono sempre di più le persone che sono alla ricerca di informazioni e notizie riguardanti le proprietà del carosello e del barattiere, due ortaggi la cui coltivazione è particolarmente diffusa in Puglia e in Salento.

Si tratta di meloni dal sapore e dal gusto piuttosto particolare che somiglia molto a quello del cetriolo.

In questo articolo, quindi, vediamo le caratteristiche dei caroselli pugliesi, cosa sono e quali sono le sue proprietà e i benefici principali di questi meloni freschi e dissetanti tipici della Puglia.

Caroselli pugliesi: cosa sono

Innanzitutto, cosa sono i caroselli pugliesi? Si tratta di un ortaggio tipico della tradizione agroalimentare pugliese.

Infatti, considerato che la coltivazione del carosello avviene principalmente in Puglia e in Salento, difficilmente sarà possibile trovare questo ortaggio in altre regioni italiane.

Molto spesso capita di sentire parlare dei caroselli pugliesi con altri termini, ripresi dal dialetto pugliese, in base alle località in cui ci si ritrova.

Tra i termini più utilizzati per definire i caroselli pugliesi, ci sono ad esempio: pagnottelle, cucumbrazzi, cucummari, cummarazzi, minuncedde, menunceddhre, scupatiz e spuredde.

Nello specifico, i caroselli pugliesi appartengono alla stessa specie del cetriolo e del melone. In effetti, i caroselli condividono lo stesso metodo di coltivazione e la stessa vegetazione di questi due.

Caroselli pugliesi: alcune curiosità

Sicuramente una delle principali peculiarità e particolarità dei caroselli pugliesi riguarda il fatto che questo tipo di ortaggio viene consumato non ancora maturato del tutto. 

Inoltre, il gusto e il sapore dei caroselli risulta essere molto simile a quello tipico del cetriolo. Proprio per questo motivo, i caroselli vengono spesso intesi come un ortaggio alternativo al cetriolo.

In generale, in base alla località in cui viene coltivato il carosello è possibile trovare diverse varietà dei caroselli. Tra queste, le varietà più note sono i caroselli baresi, i caroselli leccesi, ma anche il barattiere e i caroselli di Polignano e di Manduria.

Per quanto riguarda il periodo di coltivazione e di raccolta dei caroselli pugliesi, solitamente questi ortaggi vengono raccolti durante il periodo primaverile/estivo. In particolare, il suggerimento è quello di raccogliere questo ortaggio durante i mesi di Maggio, Giugno, Luglio ed Agosto.

In Puglia, luogo in cui avviene principalmente questo alimento, i caroselli vengono raccolti a meno durante le prime ore del mattino, così da evitare che il frutto si surriscaldi troppo.

Un’ultima curiosità in merito ai caroselli pugliesi riguarda la popolarità che questi ortaggi stanno ottenendo nell’ultimo periodo.

Tale popolarità è dovuta al fatto che il professor Jay Tracy, un insegnante per non udenti con la passione per gli orti, ha parlato nel suo blog proprio dei caroselli pugliesi, esaltando questo prodotto made in Puglia.

Leggi anche: Come preparare la ricetta di Biancaneve e i sette nani: un piatto gustoso per stupire.

Caroselli pugliesi: le proprietà e i benefici

Quali sono, quindi, le proprietà più famose del carosello? Innanzitutto, questo ortaggio è costituito da pochissimi zuccheri e poche calorie.

Ciò che rende particolarmente ricco di proprietà benefiche è la sua composizione. Infatti, i caroselli pugliesi sono costituiti principalmente da acqua.

In tal senso, i caroselli pugliesi hanno una proprietà idratante, diuretica e depurativa. Inoltre, questi piccoli meloni permettono così di contrastare la ritenzione idrica, andando poi ad eliminare le tossine che il corpo tende ad accumulare.

Non è finita qui. Il carosello pugliese risulta essere particolarmente una fonte di sali minerali, grazie alla vitamina C e vitamina A di cui è ricco. Questa proprietà lo rende fondamentale per la salute del sistema cardiovascolare.

Rispetto ai cetrioli, i caroselli pugliesi sono molto più digeribili, grazie alla quantità ridotta di calorie e al contenuto minore di zucchero e di sodio. 

Leggi anche: Le gallette di riso fanno ingrassare?.

Viviana Vitale
Viviana Vitale
Aspirante giornalista e social media manager freelance, classe 1995. Le mie più grandi passioni sono la scrittura e il marketing digitale. Sono state proprio queste a portarmi oggi a far parte del team di redattori di Trend-online e a collaborare come professionista della comunicazione con varie aziende italiane.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate