Vuoi fare un tuffo nel passato? Ecco dove si trova il cocktail bar dall'atmosfera anni '60

Siete alla ricerca di un cocktail bar a Milano che vi faccia fare un tuffo negli anni '60? Abbiamo il locale che fa per voi: offre anche musica live.

Cocktail bar Milano anni 60

A Milano ha aperto un cocktail bar in perfetto stile anni '60, che oltre al buon cibo offre esibizioni dal vivo di musica jazz e disco. Vediamo come si chiama, dove si trova e quali prelibatezze si possono gustare.

Cocktail bar a Milano per un tuffo negli anni '60: ecco qual è

L'1 dicembre 2023 ha aperto a Milano un cocktail bar glamour, che consente di fare un tuffo negli anni '60. Si chiama Rumore - chiaro omaggio all'indimenticabile Raffaella Carrà - ed è all'interno del ristorante Beefbar del Portrait Milano, quest'ultimo di proprietà di Ferragamo. Situato in Corso Venezia 11, in quel palazzo che un tempo era il Seminario Arcivescovile vicino San Babila, offre anche performance dal vivo di musica jazz e disco.

Rumore è quasi del tutto in stile anni Sessanta, con qualche dettaglio degli anni Venti del Proibizionismo, ed è destinato a diventare la meta perfetta degli amanti della vita notturna. Sempre di proprietà di Riccardo Giraudi, il cocktail bar è ispirato al mondo del teatro, ai piano bar che oggi non si trovano più e al caro e sensuale burlesque. Ricorda un po' il Piper di Roma e lo Studio54 di New York. La direzione creativa è stata curata da Sara Battaglia, dal direttore Francesco Cione e dal bar manager Sossio Del Prete. Riccardo Giraudi ha dichiarato:

Volevo un luogo dove ci fossero più anime. C’è un trend nel mondo dell’hospitality dove la gente oramai non si sposta più tra l’aperitivo, la cena e il dopo cena, l’esperienza deve raggrupparsi in un luogo solo, con identità e moods diversi.

Il cocktail bar di Milano presenta luci calde, che si fanno soffuse nei pressi del palco. Alle spalle di quest'ultimo c'è un enorme schermo di led rosa, in contrasto con l'intera illuminazione. Ovviamente, non poteva mancare una glittering ball al soffitto, tanto velluto, specchi e tavolini rivolti verso il palco. Ad aver realizzato tutti i dettagli è stato lo studio di architettura Humbert & Poyet.

Rumore: sorseggiare un cocktail e sentirsi a Parigi si può

Il cocktail bar anni '60 di Milano è curato fin nei minimi dettagli. Basta varcare la porta d'ingresso per sentirsi parte di quella rivoluzione culturale che oggi ci concede di essere liberi. Seduti al tavolino ci si può sentire anche un po' bohémien, nella Parigi più vera, a Montmartre.

Questo è possibile anche al bellissimo bancone in onice circondato da specchi e lampade da tavolo. Ovviamente, i drink sono i pezzi forte di Rumore. Tanti i distillati tra cui scegliere, alcuni anche rari, così come gli champagne - fiore all'occhiello del locale - e i cocktail. Questi ultimi vanno dai grandi classici a nuove ricette, come il Chica con Chica con Ardbeg 10, fragole, sciroppo di Verjus e soda, oppure il Rafiki con Zacapa, banana, Mancino secco, vino, vaniglia e lustao palo cortado.

Quanti abbiano voglia di mangiare possono contare sullo street food di Beefbar: dai piccoli hamburger alla carne salada, passando per il pollo fritto e i tacos.