Come conservare il sale da cucina, la soluzione che non ti aspetti

Per evitare l'effetto spiacevole che il sale si inumidisca o diventi un blocco unico, c'è un metodo molto semplice che in pochi conoscono. Ecco di quale si tratta.

come-conservare-il-sale-da-cucina

Il sale è un elemento essenziale sia nella cottura che nella conservazione dei cibi, e non solo. Comunque, di base esistono due tipi di sale: marino e salgemma. Ma a seconda della provenienza e della lavorazione e di eventuali aggiunte, il prodotto finale cambia.

Come conservare il sale, un semplice trucco

Indipendentemente dal tipo di sale acquistato, bisogna fare attenzione alla conservazione; infatti il sale è un prodotto che per sua natura assorbe l'umidità.

Il sale comprato può esser lasciato sia nelle confezioni di cartone, oppure esser travasato in un barattolo di vetro con coperchio ermetico. L'importante è tenerlo in un luogo fresco e asciutto, lontano dalla luce del sole e da fonti di calore.

Infatti, un consiglio è proprio quello di non tenerlo vicino al piano cottura dove raccoglie moltissima umidità e l'unto di altri alimenti.

Comunque, per evitare che il sale raccolga umidità e rimanga asciutto, il trucco è semplice: basterà aggiungere nella saliera o nell'apposito contenitore qualche chicco di riso.

Teniamo bene a mente, che se il sale è conservato bene non ha scadenza, ad eccezione per i sali industriali aromatizzati alle erbe e per quelli con additivi aggiunti.

Il sale e i benefici per la salute

Il sale riveste un’importanza cruciale per la salute dell’essere umano, nelle giuste quantità ovviamente. Troppo sale può risultare dannoso, ma la giusta misura apporta innumerevoli benefici.

È fondamentale nella trasmissione degli impulsi nervosi, regola la pressione arteriosa e lo scambio di liquidi nel corpo, ha un effetto lassativo, aiuta a liberare le vie respiratorie per via dello iodio contenuto all'interno.

In più ha un effetto antisettico e antiinfiammatorio a livello gengivale, combatte l'alito cattivo e il mal di gola; è utile anche per disinfettare ferite interne alla bocca e ascessi e come antidolorifico (se utilizzato caldo in un sacchetto di tela) su cervicale, per mal di schiena, reumatismi o contratture.

Infine, lo direbbero in pochi, ma aiuta anche a scaricare lo stress: una tazzina di sale in un bagno d'acqua calda aiuterà a rigenerare e dare un senso di sollievo immediato.

Leggi anche: 5 trucchi per conservare il rosmarino e farlo durare a lungo

Leggi Anche

Dove raccogliere funghi

di Fabrizia Volponi

26 set 2023