Dolci natalizi europei, quali sono i 10 più conosciuti e consumati nelle famiglie

Nella classifica dei dolci natalizi europei più buoni non ci sono né il Pandoro né il Panettone italiani: ecco quali sono le prelibatezze da assaggiare.

dolci natalizi europei

Pandoro o Panettone, è questo il dilemma: ma se consideriamo il panorama dei dolci natalizi europei, ci sono tantissime specialità che entrano in gioco. Il classico duello italiano tra i due dolci tradizionali si allarga al pudding britannico e a tutti gli altri dolci che tipicamente vengono consumati in Europa.

Ecco la classifica dei dolci natalizi europei più consumati nelle famiglie.

Quali sono i dolci natalizi europei?

Al cenone della Vigilia o al pranzo di Natale non possono mancare, sulla tavola degli italiani, i classici Pandono e Panettone: c'è chi preferisce l'uno e chi preferisce l'altro, ma la "battaglia" resta sempre aperta. Tra i due litiganti i "terzi" godono, e sono infatti parecchi i dolci natalizi europei che si possono scoprire viaggiando in lungo e in largo per il Vecchio Continente.

C'è, per esempio, il classico pudding inglese, che molti conoscono e apprezzano e che altri invece lasciano da parte. Ma nessuno dei dolci natalizi appena citati entra nella classifica di TasteAtlas dei 50 dolci più buoni di tutti i continenti.

A discapito di Pandoro e Panettone, infatti, c'è il Tiramisù (al quarto posto), un classico dolce italiano realizzato con savoiardi imbevuti nel caffè e una crema deliziosa al mascarpone. Per la Francia, invece, spiccano le crepes.

Ma vediamo la classifica completa degli 11 dolci natalizi europei più buoni secondo TasteAtlas.

Dolci natalizi europei più buoni, la classifica

Al primo posto tra i dolci natalizi europei più buoni del Vecchio Continente c'è una specialità francese, il Bûche de Noël: simbolo del camino acceso, questo dolce è formato da un pan di spagna arrotolato, con una glassa, e ha la forma di un tronchetto. Solitamente viene rivestito di cioccolato.

Tradizionali in Germania sono i Lebkuchen, dei deliziosi biscotti creati dai monaci nel Medioevo: ognuno è realizzato con miele, spezie e noci, e ha un gusto che può variare dal dolce al piccante. Molto conosciuto è anche lo Stollen, ovvero un pane dolce farcito con uvette affogate nel brandy, ribes e ciliegie e guarnito con zucchero a velo.

In Spagna le famiglie consumato i Polvorones, dei biscottini fatti in casa che si sbriciolano in bocca, realizzati con farina, latte, noci e zucchero, ricoperti con uno strato di zucchero a velo.

A partire dal 13 dicembre e per tutto il periodo natalizio, in Svezia si consuma lo Saffransbullar, una pagnotta dolce e gialla dalla forma a “S” a base di zafferano; mentre in Ungheria si consuma il Beigli, un rotolo dolce che di solito viene riempito con noci e semi di papavero, accompagnato solitamente dalla marmellata di albicocca.

Altri dolci natalizi che si consumano in Europa

La classifica prosegue con il Piernik, un dolce tipico della Polonia che somiglia al “pan di zenzero”, farcito con una speciale marmellata di prugne. In Olanda, invece, il periodo natalizio è caratterizzato dal tipico Banketstaaf, una sorta di cannolo molto friabile e croccante riempito di pasta di mandorle.

In Portogallo nel periodo di Natale (ma anche ai matrimoni) si è soliti consumare l'Arroz Doce, un dessert denso e cremoso che sta per “riso dolce”.

La Danimarca festeggia il Natale con le Aebleskiver, delle frittelle simili alle crêpes con marmellata e zucchero a velo accompagnate da un sorso del vin brulé locale, il “Glogg. Allo scoccare della mezzanotte, a Capodanno, in Danimarca si mangia la Kransekage, una torta di marzapane.

Infine, in Grecia il 24 e 25 dicembre si festeggiano le feste con i Melomakarona, dei biscotti natalizi guarniti con le noci.