Dove conservare il pane fresco? Ecco alcuni utilissimi consigli

Dove e come conservare il pane? Ecco alcuni consigli per preservare integra la freschezza del pane

Il pane è uno dei beni di prima necessità che non manca mai sulle tavole degli italiani. Si prepara con ingredienti semplici, quali acqua, farina e lievito. Appena sfornato, risulta essere croccante e friabile all’esterno, ma con la mollica morbida. Se passa qualche giorno, il pane inizia a diventare raffermo. Questo accade perché passa l’aria e la mollica diventa più dura.

Tuttavia, ci sono alcuni trucchetti per conservare il pane al meglio ed evitare che passi l’aria. In questo modo si evitano anche gli sprechi alimentari e si mantiene il pane fresco per alcuni giorni.

Dove e come conservare il pane fresco

Ci sono alcuni metodi infallibili per conservare il pane e mantenerlo fresco per alcuni giorni. Un metodo molto usato oggigiorno è quello di riporlo in freezer. In questo modo basterà scongelarlo alcune ore prima di consumarlo. Per dare un tocco in più, si può anche scaldare per qualche minuto e sarà come uscito dalla panetteria.

A prescindere si sconsiglia fortemente di mettere il pane nel frigo. La prima regola è quello di tenere il pane lontano da fonti di luce e calore. Inoltre, è importante scegliere non solo il dove, ma anche il come si conserva. Uno dei metodi più usati è quello di riporre il pane appena acquistato in una busta di carta e in un sacchetto di plastica. In questo modo la plastica impedisce all’aria di passare e il pane si mantiene più a lungo fresco per circa tre giorni.

Un altro metodo è conservare il pane in un portapane se si tratta di pane fatto in casa. Questo trucchetto è utile perché il pane perde idratazione a partire dalla mollica per arrivare alla crosta. Senza acqua, diventa duro e difficile da mangiare. Per tale ragione un portapane con una serranda scorrevole può essere la soluzione ideale per conservarlo senza problemi per alcuni giorni a casa senza rischiare di ritrovarsi il pane duro come un sasso.

Il terzo metodo utile per la conservazione del pane è quello di riporlo in una tela di cotone. In questo caso il cotone permette di mantenere la freschezza del pane fresco per giorni, a patto che sia conservato lontano da fonti di calore e di luce diretta.

Leggi anche: In dispensa o nel frigo? Ecco dove conservare aglio e cipolla e perché

Proprietà del pane

Il pane rappresenta un alimento fondamentale per la dieta mediterranea. Contiene una percentuale molto bassa di grassi, ma è fonte di fibre. La percentuale di fibre contenute dipende dal tipo di farina usato per farlo. La farina integrale contiene una percentuale più alta di fibre. Inoltre, il pane fornisce un bell’apporto di vitamine appartenenti al gruppo B, fosforo, magnesio e ferro. Si digerisce facilmente e ha un alto potere saziante. Rappresenta una fonte di carboidrati che aiuta a dare al corpo umano la giusta energia per affrontare le giornate.

Esistono varie tipologie di pane, che variano in base ala forma e agli ingredienti utilizzati. Per chi è intollerante al glutine, c’è anche la variante senza glutine. Insomma, il pane è ottimo per tutti e, se conservato bene, può essere mangiato anche dopo giorni dal suo acquisto.

Daniela Attanasio
Daniela Attanasio
Traduttrice e redattrice, classe 1991. Appassionata dell'arte a tutto tondo, nel mio tempo libero mi piace scoprire luoghi nascosti della mia amata Campania e farla scoprire a chi non la conosce attraverso le mie parole e le mie foto. Lo studio delle lingue all'Università mi ha permesso di conoscere e amare culture diverse dalla mia e di ampliare i miei orizzonti. Curiosa per natura, prolissa e attivista, cerco ogni giorno di dare il mio contributo per creare un mondo migliore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
776FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate