Gonfiore addominale, è davvero colpa degli snack? Ecco tutto quello che devi sapere

Soffri di gonfiore addominale? Ecco quali snack possono esserti di aiuto

Il gonfiore addominale è un disturbo che colpisce le persone che hanno un accumulo di gas nell’addome. Si tratta, quindi, di un sintomo che indica un malessere intestinale. Circa il 10% della popolazione ne soffre e provoca dolore nella zona dello stomaco e della pancia, ma anche diarrea e crampi. Per mitigare questo disturbo, però, ci sono una serie di accorgimenti da adoperare, primo su tutti, la scelta dello spuntino.

Si indica con il termine spuntino il cibo che si consuma a metà mattinata o pomeriggio che serve a “spezzare la fame”. In teoria, si dovrebbero scegliere cibi non eccessivamente calorici, ma nella realtà di solito si prediligono merendine e altri cibi altamente processati che hanno un alto contenuto di zuccheri.

Gonfiore addominale e spuntino: la correlazione

Mangiare piccole quantità di cibo durante l’arco della giornata può provocare un’interruzione della diminuzione dell’insulina e, a lungo andare, causare una resistenza a essa. Per questa ragione, la cosa migliore da fare sarebbe eliminare del tutto gli spuntini in modo tale da permettere al sistema digestivo di autoripararsi e rimuovere i batteri.

Ma allora cosa mangiare o cosa no per evitare il gonfiore addominale? Sono assolutamente da evitare cibi fritti o ricchi di zucchero e cioccolato, ma anche i cosiddetti FODMAP, ossia quegli alimenti ricchi di carboidrati scarsamente digeribili dall’intestino. Appartengono a questa categoria albicocche, datteri, fichi, mele, pere, anguria, cachi, pistacchi, yogurt, succhi di frutta e gelato, giusto per citarne qualcuno.

Inoltre, la regola vuole che si devono preferire alimenti che favoriscono il microbioma, termine con il quale si intende il patrimonio genetico espresso dal microbiota, cioè l’insieme dei singoli microrganismi che vivono in un determinato ambiente. Nel caso del microbiota intestinale, per esempio, si trovano nel tratto digerente.

Quali snack scegliere?

Eliminare completamente gli snack risulta una scelta infattibile. Per questo motivo, si consiglia di prediligere alcuni alimenti, tra i quali spiccano:

  • cetrioli. Ricchi di acqua, vitamina K e C, donano sazietà e idratazione

  • olive. Ricchi di Omega3 e acidi grassi monoinsaturi, migliorano il microbioma grazie ai polifenoli

  • mirtilli. Hanno un buon livello di vitamina C, manganese e acqua, pertanto non posseggono molti carboidrati fermentabili che potrebbero causare problemi intestinali

  • papaya. Si tratta di un vero e proprio concentrato di bellezza, grazie al magnesio, potassio, vitamina A e C, folati e carotenoidi contenuti in essa

  • ananas. Fonte di vitamina C, B1 e B6, ha la bromelina che consente di migliorare la digestione di proteine e fornisce un alto effetto diuretico

  • kiwi. Sono i frutti con la più alta concentrazione di vitamina C, rafforzano il sistema immunitario, contrastano i radicali liberi e le infiammazioni alle vie respiratorie.

Insomma se vuoi ottenere benefici evidenti sulla salute dell’intestino e mitigare gli effetti negativi del gonfiore addominale, ti basta seguire questi piccoli accorgimenti.

Daniela Attanasio
Daniela Attanasio
Traduttrice e redattrice, classe 1991. Appassionata dell'arte a tutto tondo, nel mio tempo libero mi piace scoprire luoghi nascosti della mia amata Campania e farla scoprire a chi non la conosce attraverso le mie parole e le mie foto. Lo studio delle lingue all'Università mi ha permesso di conoscere e amare culture diverse dalla mia e di ampliare i miei orizzonti. Curiosa per natura, prolissa e attivista, cerco ogni giorno di dare il mio contributo per creare un mondo migliore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
776FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate