Perché si cuoce la pasta con il sale grosso? Ecco cosa c'è da sapere

Perché si cuoce la pasta con il sale grosso? Ecco tutto quello che c'è da sapere su un gesto che quasi tutti fanno spontaneamente ogni giorno.

Perche si cuoce la pasta con sale grosso

Vi siete mai chiesti per quale motivo si usa aggiungere il sale all'acqua della pasta? Molti sostengono che solo così bolle, mentre altri credono che si accorcino i tempi di bollitura. La realtà, però, è ben diversa: vediamo perché si cuoce la pasta con il sale grosso.

Perché si cuoce la pasta con sale grosso? Ecco cosa c'è da sapere

Tra le prime cose che si imparano quando ci si approccia ai fornelli c'è l'utilizzo del sale grosso per la cottura della pasta. Vi siete mai chiesti perché? Quando eravamo bambini e provavamo a rivolgere questa domanda agli adulti le risposte erano due: "così l'acqua bolle prima", oppure "soltanto in questo modo raggiunge il bollore perfetto". La realtà, però, è ben diversa. Il sale si usa soltanto per dare sapore all'acqua e, di conseguenza alla pasta. Volendo, si potrebbe non mettere nulla, anzi è anche più salutare: il liquido contenuto nella pentola arriverebbe comunque ad ebollizione.

Appurato ciò, perché proprio il sale grosso e non quello fino? Tra l'uno e l'altro non cambia assolutamente nulla, se non la forma. Pertanto, se voleste utilizzare il sale fino per cuocere la pasta sappiate che la cottura non cambierebbe in nessun modo. Si utilizza semplicemente il grosso invece che l'altro soltanto perché è più comodo. Per ottenere una salatura media, quindi all'1%, servono 10 g di sale per ogni litro di acqua, ossia mezzo cucchiaio di sale grosso. Stimarne la stessa quantità con il sale fino, comporterebbe una quantità maggiore.

Sale grosso Vs sale fino: la partita finisce in parità

Alla luce di quanto detto, si capisce che il sale grosso vince sul fratello fino soltanto per praticità. Oltre alla facilità con cui se ne stima la dose, ci sono altri dettagli che non vanno sottovalutati: il sale grosso si maneggia più facilmente, non scappa dalle dita e pesa di più. Questo significa che, a parità di volume, costa meno del sale fino.

E' bene ribadire, inoltre, che l'acqua, a contatto con una fonte di calore, bolle sempre e comunque. Pertanto, quanti sostengono che l'aggiunta di sale ritardi o velocizzi il bollore dell'acqua dicono una bugia. Pensate che, per innalzare la temperatura di un grado, è necessario aggiungere più di 50 grammi di sale per litro. Una quantità più che generosa, che renderebbe la pasta immangiabile. Una precisazione è d'obbligo: mettendo il sale nell'acqua fredda, questo può finire sul fondo e, a lungo andare, danneggiare le pentole.