Colore e brillantezza: ecco come conservare il pesto fatto in casa

Conservare gli alimenti spesso è più difficile che prepararli. E questo vale anche nel caso del pesto: tanta cura nella preparazione, e poi?

Oggi scopriamo insieme come conservare il pesto fatto in casa per preservarne colore, brillantezza e gusto.

come conservare il pesto fatto in casa

In Italia tutti noi amiamo sperimentare ed imparare a cucinare pietanze nuove, ma anche quelle della tradizione. Tra queste abbiamo il pesto, una salsa versatile e deliziosa, tipica della cucina italiana, a base di basilico, pinoli, aglio, formaggio e olio d’oliva.

Si tratta di una pietanza per cui la sua preparazione richiede tempo e cura, quindi è importante conservarlo correttamente per poterlo gustare in momenti successivi.

Insomma, forse ti troverai anche tu in questa frase: spesso gli italiani sono carenti in tutto ciò che riguarda la conservazione degli alimenti.

Ma questo non è un problema, perché noi siamo qui per aiutarti a scoprire quali sono i segreti e i trucchi per conservare correttamente le pietanze. Ci siamo già occupati più volte della conservazione degli alimenti, passando dalla conservazione del formaggio grattugiato a quella dei limoni e molte altre. 

Oggi, come avrai capito, ci occuperemo nello specifico di come conservare il pesto fatto in casa, per preservarne il sapore fresco e l'aroma intenso delle erbe e degli ingredienti utilizzati. 

Preparare il pesto fatto in casa: gli ingredienti

Prima di cominciare a capire come conservare tale alimento, vogliamo brevemente ricordare come si prepara. 

Gli ingredienti di cui avrai bisogno sono i seguenti:

  • Sale grosso

  • Olio extravergine di oliva DOP, di provenienza ligure

  • Basilico genovese DOP

  • Pinoli

  • Aglio di Vessalico, un presidio Slow Food che viene coltivato nel territorio della Alta Valle Arroscia, vicino ad Imperia

  • Parmigiano Reggiano DOP 24 mesi

  • Fiore sardo DOP 10 mesi

Come si prepara il pesto in casa?

Preparare il pesto fatto in casa è un processo che richiede molta cura, pochi ingredienti freschi e una buona dose di amore per la cucina italiana. 

Per cominciare, devi avere a disposizione gli ingredienti che abbiamo visto nel paragrafo precedente, quindi foglie di basilico fresco di alta qualità, pinoli, aglio, formaggio Parmigiano Reggiano e Fiore Sardo, olio d'oliva extravergine e un pizzico di sale. 

Ma da dove partire per fare un buon pesto?

Partiamo dal principio: dovrai lavare accuratamente il basilico e asciugarlo per bene. Poi dovrai mettetelo nel frullatore insieme ai pinoli, all'aglio e al formaggio grattugiato. 

La prima crema è pronta: e ora?

Aggiungi un pizzico di sale e avvia il frullatore a bassa velocità. Mentre gli ingredienti si mescolano, versa lentamente l'olio d'oliva fino ad ottenere la consistenza desiderata. Continua a frullare fino a ottenere una salsa liscia e omogenea ed il gioco è fatto: il pesto è servito.

Come conservare correttamente il pesto fatto in casa?

Conservare correttamente il pesto fatto in casa è essenziale per mantenerne la freschezza e il sapore nel tempo. 

Insomma, dopo che lo abbiamo cucinato con le nostre mani, vogliamo farlo durare a lungo.

Ebbene, devi sapere che ci sono due modi per conservare il pesto fatto in casa a lungo, senza alterarne le proprietà.

Il metodo migliore consiste nel versare il pesto in un barattolo di vetro sterilizzato, assicurandosi di riempirlo fino all'orlo per minimizzare l'aria all'interno del contenitore. Dopodiché dovrai coprire la superficie del pesto con uno strato sottile di olio d'oliva per creare una barriera protettiva contro l’ossidazione e chiudere ermeticamente il barattolo con un coperchio. 

In questo modo, potrai conservare il pesto in frigorifero, dove può durare fino a una settimana o due senza perdere troppo di sapore. 

Se devi conservarlo per più tempo, ecco che c’è un secondo metodo di conservazione. Infatti, è possibile congelarlo

In questo caso, dovrai versare il pesto in contenitori per il ghiaccio o sacchetti per il congelatore, prestando attenzione a rimuovere l'aria in eccesso.

Così facendo potrai conservare il pesto anche per diversi mesi.

Ricorda però di scongelare il pesto in frigorifero prima dell'uso e mescolarlo bene prima di servirlo in modo da ripristinare la giusta consistenza dell’alimento.