In generale la Regina Elisabetta II amava molto la carne e il pesce grigliati, serviti con un contorno di verdure rigorosamente coltivate nell’orto reale. Tra tutti, la sogliola di Dover alla griglia accompagnata con zucchine o spinaci, era una delle sue preferite, ma in generale non esiste una vera e propria lista da cui attingere per identificare il suo piatto prediletto.

Ad ogni modo, sebbene fosse una fedele affezionata alle abitudini culinarie britanniche, sembrerebbe che uno dei piatti preferiti della Regina Elisabetta sarebbe proprio di origine italiana.

Secondo quanto dichiarato al Telegraph dal capo chef Massimo Sprega, al servizio del Quirinale da ben 27 anni, uno dei piatti preferiti della regina in visita a Roma nel 2014, sarebbe stato un delicatissimo risotto alle erbette fresche, gradito a più riprese dalla reale.

Cosa mangiava solitamente la Regina

In generale, come spiegato dallo chef, la dieta della Regina era povera di grassi e ricca di fibre, sebbene a volte durante le vacanze a Balmoral, si concedeva una porzione di fish and chips, rigorosamente comprato nella città di Ballater, da un ristorante specializzato.

Ma qual era il menù tipo? Secondo la British Telecommunications, la giornata non poteva iniziare se non con una tazza di fine porcella di Earl Grey Tea, senza latte o zucchero, accompagnato da alcuni cookies. Dopodiché si passava alla colazione, a base di frutta e cereali, in particolare gli Special K. Saltuariamente invece optava per delle fette di pane tostato con la marmellata, mentre durante occasioni speciali si lasciava ingolosire da uova strapazzate con salmone affumicato e tartufo grattugiato.

Prima del pranzo, si concedeva un drink leggero a base di gin e Dubonnet, un vino dolce e aromatico, accompagnato da una fettina di limone e del ghiaccio. Per quanto riguarda il pranzo invece, era solita consumare pesce e verdure o pollo grigliato e insalata.

Dopo il tè delle 5, si passava alla cena, generalmente un pasto a base di agnello, manzo arrosto, montone, gallo cedrone accompagnato da verdure.

Infine, non poteva concludersi la giornata se non con un dell'ottimo Champagne e un dessert fresco e leggero come le fragole di Balmoral o le pesche bianche coltivate presso il Castello di Windsor, e perché no, anche del cioccolato. Infatti, pare fosse anche molto golosa e che andasse pazza per la Dundee Cake, tipicità scozzese a base di frutta, ma la sua vera debolezza era il cioccolato, che fossero brownies, torte o biscotti. 

Non si può dire la stessa cosa per neo Re d'Inghilterra Carlo, il quale diversamente dalla madre non ama il cioccolato e in generale come Camilla, non ama particolarmente i dolci. Tra i piatti da inserire nella black list ci sono il caffè, i cibi forti e speziati (aglio, curry, peperoncini, cipolle crude, formaggi con le muffe) e il maiale. Infine, stando a quanto svelato dall'account Clarence House, il suo piatto preferito sarebbe il Cheesy backed eggs, una sorta di soffice omelette con il formaggio. 

I cibi che la regina Elisabetta non poteva mangiare

Ma quali erano i cibi vietati ed odiati dalla sovrana? Sicuramente non sopportava l’aglio e preferiva evitare pasta e patate, perché le risultavano troppo pesanti. Stessa cosa per la cipolla, soprattutto per ragioni legate all’alito e alle numerose relazioni che doveva intrattenere a corte giornalmente.

Ulteriore curiosità che viene estesa a tutta la famiglia reale, riguarda il consumo di frutti di mare, crostacei, carne al sangue e piatti speziati, che vengono evitati per scongiurare intossicazioni alimentari.

Il tè delle cinque a Palazzo Reale

Tra i piatti preferiti di Elisabetta, senza dubbio finger food e l’immancabile coccola del tè delle cinque tra sandwich e dolcetti vari. Ma qual era il sandwich preferito della Regina?

Secondo quanto raccontato da Darren McGrady, lo chef che ha servito per ben quindici anni la famiglia reale, il pomeriggio tipo della regina si sarebbe svolto tra le 3 e le 5, proprio come prevedeva la tradizione britannica del tè. Earl Grey, generalmente, consumato assieme ad altri drink leggeri come caffè, succhi e spremute di frutta, accompagnati da stuzzichini quali scones, muffin, biscotti assortiti e sandwich sia dolci che salati.

Ma il preferito della regina rimaneva il semplicissimo Jam Penny: dischetti di pane privi di crosta, cosparsi da un velo di burro e marmellata di fragole, rigorosamente coltivate nei giardini del castello di Balmoral. Invece, per quanto riguarda la versione salata, anche in questo caso si tratta di un semplicissimo sandwich triangolare di pane integrale, formaggio fresco spalmabile alla menta e alcune fettine di cetriolo.

Iconica la gag che ha spopolato in rete il giugno scorso in occasione delle celebrazioni del Giubileo di Platino. In uno scambio con il famoso orsetto Paddington, la Regina avrebbe rivelato di portare sempre nella sua borsetta un sandwich con la marmellata.