Il tiramisù più buono al mondo non è italiano: ecco perché il vincitore sconvolge tutti

Decretato il miglior pasticcere nella preparazione del tiramisù più buono al mondo e il vincitore sconvolge tutti, data la perdita del primato dell'Italia.

tiramisu-piu-buono-al-mondo

Con la sua storia e con la sua tradizione, il tiramisù è uno dei dolci più amati in Italia e nel resto del mondo, divenendo emblema del nostro Paese.

In occasione della Tiramisù World Cup, è stato decretato il miglior pasticcere e la vittoria ha stupito tutti i presenti: l'Italia non ottiene questa prestigiosa posizione, perdendo per la prima volta il suo primato.

Tiramisù: il dolce più amato in Italia e in tutto il mondo

Le origini del tiramisù risalgono alla metà del secolo scorso a Treviso, anche se molti sono dubbiosi sulla sua reale nascita.

Alcuni, infatti, ritengono che il dolce sia nato nella Repubblica di Venezia, altri invece sostengono che le sue origini siano torinesi.

I sostenitori della sua nascita a Treviso, vedono in Aldo Campeol il padre del prestigioso dolce che, per un errore, è divenuto così famoso in tutto il mondo: il tiramisù, infatti, nasce dall'unione del mascarpone a quello che doveva essere un semplice gelato alla vaniglia.

Il sapore di questa crema, però, sconvolse il ristoratore, decidendo di unirla ai savoiardi imbevuti di caffè, dando così origine al dolce più amato in tutto il mondo.

Nonostante le alternative al mascarpone, la sua versione classica è rimasta la più apprezzata dai consumatori, come lo dimostra anche la vittoria alla settima edizione della Tiramisù World Cup.

Il tiramisù più buono al mondo non è italiano

La Tiramisù World Cup è una delle manifestazioni più famose in tutta Italia e, per partecipare alla competizione, è fondamentale essere pasticceri amatoriali e non professionisti.

Sono stati 240 i finalisti di questa edizione, provenienti da diverse nazioni e, in occasione della giornata finale, molti sono rimasti sorpresi dall'esito che ha decretato il miglior pasticcere.

L'Italia ha infatti perso per la prima volta il suo primato, data la vittoria a sorpresa di un altro Paese che molti avevano sottovalutato.

Patricia Guerra realizza il tiramisù più buono al mondo

Patricia Guerra, 48enne di San Paolo, vince la settima edizione della Tiramisù World Cup, sorprendendo tutti i presenti grazie al suo talento e alla ricetta che ha conquistato i giudici.

Dopo aver svelato il segreto del tiramisù di Iginio Massari, non resta che rivelare la ricetta vincente dell'avvocatessa brasiliana: Patricia ha preferito utilizzare gli ingredienti originali del dolce, decidendo di non stravolgere la tradizione.

Uova, zucchero, mascarpone, caffè e cacao sono gli ingredienti utilizzati per arrivare alla vittoria.

Il primo posto ha sorpreso tutti, soprattutto dopo il titolo perso dall'Italia, Paese in cui il dolce è nato e, a esprimersi a riguardo, è stato lo stesso fondatore della competizione, Francesco Redi:

Il tiramisù sta diventando sempre più il prodotto del Made in Italy nel mondo e siamo orgogliosi di avere con noi partecipanti da ogni Paese.

E ancora:

Sono poi davvero felice che il titolo di campione sia andato per la prima volta a un rappresentante dall'estero.

Il prestigio del dolce italiano non si ferma ai confini nazionali, certi dell'amore da tutto il mondo soprattutto dopo la vittoria dell'avvocatessa brasiliana.

Leggi anche: Pandoro e panettone: la lista dei 5 migliori senza glutine 2023