Cos’è il white striping? La malattia che avrebbe colpito il 90% dei polli di marca Lidl

Il white striping è la malattia tipica degli animali in sofferenza che ha colpito il 90% del pollo venduto da Lidl: ecco cos'è.

La fondazione Essere Animali torna a denunciare con insistenza il fenomeno degli allevamenti intensivi e dell’importanza del benessere animale che si ripercuote indirettamente anche sulla salute umana e sull’ambiente stesso. Tra dicembre 2023 e gennaio 2024, la fondazione ha analizzato delle confezioni di petto di pollo a marchio Lidl venduti nei punti vendita di 11 città italiane, da Bari a Torino. La scoperta è stata sorprendente, perché il 90% dei petti di pollo Lidl sarebbero affetti da white striping: cos’è questa malattia?

In questo articolo riportiamo le domande e risposte più chieste dalla nostra comunità.

Sommario:

  • White striping, cos’è la malattia del pollo

  • La Lidl e il white striping: le contraddizioni del certificato marchio italiano

  • Qual è il pollo migliore?

  • Quali sono le altre malattie che colpiscono i polli?

  • Che differenza c’è tra il pollo giallo e quello bianco?

  • Qual è la parte più magra del pollo?

White striping, cos’è la malattia del pollo

Il white striping è una miopatia muscolare, facilmente visibile a occhio nudo data la caratteristica presenza di striature bianche parallele alle fibre muscolari della carne negli animali affetti dalla patologia. Può colpire i polli interi, apparire sui filetti o sulla carne del petto.

Il problema colpisce i polli che sono stati sottoposti a una crescita rapida in allevamenti intensivi. Si osserva più frequentemente nei maschi, selezionati per la massima resa in muscoli pettorali. Questa crescita è associata al benessere animale: gli esperti concordano nell’affermare che una crescita così veloce provoca stress nell’animale e, conseguentemente, un’alterazione delle fibre muscolari. La conseguenza di questo fenomeno è la comparsa di strisce bianche sulla carne.

1708524625014

La malattia è quindi un sinonimo di animali tenuti in cattive condizioni, stressati, a contatto con scarse condizioni igieniche e cresciuti a un ritmo tale da poter soddisfare le richieste dei consumatori.

La consumazione di carne affetta da white striping non è nociva per l’organismo, ma influenza negativamente la qualità della carne, provocando una perdita nutritiva con un aumento del contenuto dei grassi e del collagene, una diminuzione delle proteine e una minore capacità di assorbire i liquidi. Il risultato è una carne decisamente più asciutta in seguito alla cottura.

Lidl e white striping: le contraddizioni del certificato marchio italiano

Tra dicembre 2023 e gennaio 2024, l’associazione Essere Animali ha valutato delle confezioni di petto di pollo da allevamento convenzionale a marchio Lidl in 38 punti vendita sul territorio nazionale e il 90% è risultato affetto da white striping, una malattia sintomo di scarso benessere animale in contraddizione con le varie etichette presenti sui prodotti del famoso marchio tra i quali: “prodotto certificato” e “filiera controllata”.

Il problema del white striping si inserisce in un dibattito più generale riguardante la provenienza dei prodotti freschi o di carne e pesce dei grandi supermercati presenti sul territorio.

Da tempo molte organizzazioni europee di sostenibilità ambientale e benessere animale portano avanti una battaglia contro Lidl per chiedere maggiori tutele sui loro prodotti. Nel report pubblicato nel 2023 si fa riferimento al tema: Lidl si impegna a favore del benessere animale, ma il report si riferisce solo a prodotti quali pesce e uova, mentre sul benessere dei polli allevati in batteria vengono fatti solo accenni vaghi e frasi di circostanza.

Le associazioni spingono quindi il colosso alimentare affinché firmi lo European Chicken Commitment, un impegno che adotta una serie di criteri minimi per il benessere animale.

Qual è il pollo migliore?

In Italia sono presenti diverse tipologie di pollame a cui corrisponde una differente qualità di carne:

  • polli in allevamenti intensivi

  • polli ruspanti

  • polli allevati a terra

Il pollo con migliore qualità è sicuramente il pollo ruspante, allevato a terra senza l’utilizzo di integratori, lasciando che l’animale sviluppi il suo ciclo di vita naturale, senza spingere per una crescita velocizzata. Il fatto che a questi polli venga data la possibilità di muoversi liberamente favorisce lo sviluppo di una massa muscolare tonica e vigorosa.

Quali sono le altre malattie che colpiscono i polli?

Le malattie principali che possono colpire i polli oltre al white striping sono:

  • woody breast (petto legnoso): la carne interessata è dura e gommosa a causa delle fibre muscolari rigide o indurite che si diffondono attraverso il filetto. Il petto legnoso è una condizione muscolare che influisce sulla consistenza e sull’utilizzabilità della carne del petto di pollo

  • spaghetti meat (muscolo a spaghetti): la fibra muscolare si rompe e ha una consistenza simile agli spaghetti. I polli crescono così rapidamente che il loro corpo non fornisce abbastanza ossigeno e sostanze nutritive alla fibra muscolare, che si degrada e diventa fibrosa

Che differenza c’è tra il pollo giallo e quello bianco?

La colorazione della carne del pollo varia a seconda di molti fattori tra cui razza, genetica dell’animale ed il suo tipo di alimentazione. Se i polli vengono alimentati con grano, la loro carne sarà bianca, se vengono alimentati con il mais, la carne tenderà al colore giallo.

La carne bianca è tipica dei polli di allevamenti intensivi, mentre la carne tendente al giallo è tipica del del pollo ruspante ed è dovuta alla presenza di pigmenti naturali che si accumulano nei tessuti muscolari e nella pelle del pollo. Questi pigmenti si trovano in grandi quantità nelle piante, come nei semi di mais e nei germogli di grano, che costituiscono una parte importante dell’alimentazione del pollo ruspante.

Il pollo giallo pare essere più saporito di quello bianco, in quanto più ricco di grassi. Tuttavia, il pollo dalla carne bianca è più tenero di quella scura e, di conseguenza, è anche più facile da masticare.

Qual è la parte più magra del pollo?

Il petto è la parte più magra del pollo.

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
776FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate