Forex e Bitcoin possono essere scambiati con strategie di investimento approssimativamente identiche. Tuttavia, è un errore pensare che il mercato dei cambi e il mercato delle criptovalute siano la stessa cosa, perché sono profondamente diversi.

Ci sono differenze sorprendenti tra i due, motivo per cui è importante comprendere in cosa consistono. Il trading di valute estere, il Forex, comunemente chiamato mercato dei cambi, è un mercato internazionale per il trading di valute.

Una valuta viene cambiata in un'altra valuta per molteplici ragioni. In questo mercato, liquido e volatile, i trader raggiungono il profitto acquistando e vendendo valute speculando sul percorso che queste ultime prenderanno in futuro.

Investire in bitcoin è una cosa ben diversa. Bitcoin è una forma di moneta elettronica utilizzata per pagare beni, servizi e così via. Non è una valuta tradizionale.

Lo scambio di criptovalute avviene con altre risorse che possono essere denaro fisico o altri tipi di denaro elettronico. Il primissimo scambio di Bitcoin è stato istituito nell'ottobre 2009. 

Cos'è il Forex?

Il trading nel forex si concretizza quando una valuta come il dollaro USA viene convertita nella valuta di un altro paese, come l'euro.

Per quanto semplice possa sembrare, la grandezza del mercato forex è semplicemente strabiliante: più di $ 5 trilioni di cambi di valuta ogni giorno, 24 ore su 24,  5 giorni alla settimana.

Il Forex è altamente liquido, le attività possono essere facilmente trasformate in contanti e non si rischia di produrre una variazione del prezzo di mercato corrente. 

Non tutte le coppie di valute hanno la stessa liquidità. Le valute hanno diversi livelli di liquidità a seconda che si tratti di operazioni principali, minori o esotiche. 

I governi, le imprese e i turisti, tutti utilizzano i mercati dei cambi o le banche per convertire la loro valuta principale nel tipo di denaro che desiderano. Il trading sul forex è semplicemente il trading che si svolge in questo mercato.

Si acquista una valuta e si vende un 'altra ecco perché il trading si fa su coppie di valute. Se acquisti la coppia USD/EUR, sei long sul dollaro, ovvero lo accquisti prevedendo che il suo prezzo salirà  e short sull'euro, cioè lo vendi prevedendo che il suo prezzo diminuirà.

Altre coppie di valute principalmente scambiate nel forex sono: GBP/USD, USD/JPY, USD/CAD, EUR/JPY e AUD/USD.

Cos'è Bitcoin?

Bitcoin è una criptovaluta sviluppata da Satoshi Nakamoto, la cui identità è ancora sconosciuta fino ad oggi. Il Bitcoin non ha dietro una Banca centrale che distribuisce nuova moneta ma si basa su un network di nodi che la gestiscono in modalità peer to peer, ovvero ogni utente connesso ad una rete può fungere sia da client che da server.

Detto in parole povere, ogni utente può ricevere ed avviare uno scambio di dati. Con i bitcoin l'uso di una forte crittografia serve a rendere valide e sicure le transazioni. I Bitcoin disponibili in rete sono 21 milioni mentre quelli effettivamente in circolazione sono circa 9 milioni. Ogni bitcoin ha un codice privato stampato al suo interno.

Ogni transazione Bitcoin è registrata in un elenco pubblico noto come blockchain, questo consente di tenere traccia della cronologia dei bitcoin per impedire alle persone di fare copie, spendere monete che non possiedono o annullare transazioni. I portafogli digitali memorizzano le chiavi private necessarie per autorizzare le transazioni blockchain.

Ecco un video del canale "Telospiego" che spiega in modo semplice cosa sono i Bitcoin.

Quali sono i pro e contro del Forex

Il Forex può sembrare più sicuro delle criptovalute, ma bisogna comunque comprendere bene di cosa si tratta e soprattutto affidarsi ad un broker di fiducia. Ecco alcuni pro e contro di questo mercato che ti aiuteranno ad arrivare ad una saggia decisione.

I pro:

  1. Il mercato forex è uno dei mercati più accessibili per i trader.
  2. Il forex dà accesso alla leva finanziaria e questo può dare spazio a guadagni considerevoli. 
  3. I trader possono facilmente vendere una valuta e acquistarne un'altra abbinata.
  4. E' il mercato più grande e liquido del mondo
  5. C'è una minima manipolazione dei prezzi: il mercato valutario non è facilmente influenzabile e controllabile, nemmeno dalla Banca Centrale.

I contro:

  1. L'estrema volatilità del forex.
  2. La presenza di barriere all'ingresso.
  3. La richiesta di commissioni da parte dei broker.
  4. Mercato facilmente influenzabile da eventi economici, finanziari, politici. 
  5. Truffe: il mercato del forex trading è piagato da frodi e truffatori.

Quali sono i pro e i contro dei Bitcoin

Il brivido di guadagnare ricchezze facili e veloci con i Bitcoin è sia un'attrazione che una preoccupazione, strategie avventate possono portare a perdite importanti.

E' opportuno valutare prima i pro e i contro di questa criptovaluta prima di investire denaro in questo tipo di mercato.  Per poter acquistare Bitcoin è necessario aprire un portafoglio/conto virtuale dopodiché occorre collegarsi ai numerosi siti che offrono la valuta virtuale in cambio di denaro.

Il pagamento può avvenire con bonifico, con carta di credito o ricaricabile. I Bitcoin possono essere scambiati o spesi (sono accettati da tantissime attività virtuali ma anche fisiche).

Vediamo quali sono i pro dell'investimento in bitcoin:

  1. Sicurezza: attraverso la tecnologia blockchain, investire in bitcoin è abbastanza sicuro perché la criptovaluta cerca di garantire che le transazioni siano riconosciute e archiviate su un registro pubblico.
  2. Nessun rischio di inflazione: Bitcoin evita il rischio di inflazione poiché la sua offerta è limitata a $ 21 milioni, ma non ci sarà alcun problema di quantità, perché la moneta è effettivamente divisibile all'infinito a seconda dell'accordo preso con la controparte, basta che il limite dei 21 milioni rimanga fisso.
  3. Diversificazione del portafoglio: fare trading con Bitcoin può fornire una misura di diversificazione di investimenti a seconda della tua tolleranza al rischio.
  4. Non c'è presenza di terze parti,  le transazioni Bitcoin sono peer-to-peer sulla blockchain.

Quali sono i contro dei bitcoin:

  1. Volatilità: il prezzo del Bitcoin si basa sulla domanda e sull'offerta degli investitori, quindi i prezzi possono cambiare drasticamente.
  2. Manipolazione del mercato: la mancanza di trasparenza rende i bitcoin abbastanza suscettibili alla manipolazione del mercato. 
  3. Rischi di hackering: le blockchain non sono impermeabili agli hacker malintenzionati e quindi bisogna prestare attenzione.
  4. Regolamentazione minima: il mercato dei Bitcoin è in gran parte non regolamentato, e dunque la protezione degli investitori non è garantita.
  5. Uso limitato: Bitcoin deve ancora essere accettato dalla maggior parte dei commercianti online, e quindi non è diffuso come le valute normali.

Quali sono i costi che si sopportano per fare trading sul Forex

Il costo che un trader deve sopportare per fare trading sul forex dipende in gran parte dal broker scelto. Per ogni operazione effettuata, infatti, il trader dovrà pagare un determinato importo in commissioni al broker oppure pagherà una commissione per ogni operazione effettuata con il proprio broker. 

Il trader dovrà pagare anche le spese di conversione della valuta. Ogni trader, infatti, potrebbe incorrere in una commissione di conversione della valuta se effettua scambi sul forex in una valuta diversa dalla valuta di base del proprio conto.

Nel Forex potrebbero esserci anche commissioni di inattività: il tuo broker ti potrebbe addebitare una commissione di inattività se non svolgi alcuna attività di trading in un determinato mese.

Quali sono i costi che si sopportano per fare trading con Bitcoin

Gli scambi di criptovaluta addebitano una commissione di negoziazione quando acquisti o vendi bitcoin. Ad esempio, Coinbase addebita circa lo 0,50% per gli acquisti e le vendite di criptovalute. Potresti pagare delle commissioni anche quando esegui una conversione di criptovaluta con Bitcoin in Ethereum.

Altre commissioni che il trader potrebbe pagare per fare trading con Bitcoin includono: 

La commissione Maker: questa è la commissione che un trader sostiene per effettuare un ordine bitcoin non immediatamente, ma in futuro.

Commissione Taker: la commissione che il trader sostiene per l'invio di un ordine bitcoin immediato.

Il successo nel forex dipende molto dal broker che scegli

Per fare trading sul Forex, hai bisogno di un broker di fiducia che ti derà gli strumenti necessari per fare trading online. Le opzioni sono tantissime, ma ricorda di scegliere un broker regolamentato e iscritto alla Consob. 

Non tutti i broker sono degni di fiducia e non tutti sono in linea con il tuo modo di investire. Il tuo successo nel trading forex dipende molto dal broker che scegli.

A secondo di quale sia il tuo obbiettivo, puoi scegliere se investire nel forex o nei bitcoin

Forex o Bitcoin? Entrambi comportano un'intrigante dinamica rischio-rendimento. Se stai cercando di accumulare rapidi profitti da un asset in gran parte speculativo e veloce, allora il bitcoin potrebbe essere l'investimento che fa per te.

Ma ricorda, entrambe le opzioni di investimento sono tanto redditizie quanto intrinsecamente rischiose. Assicurati di aver studiato e compreso bene ogni mercato prima di entrare. E se devi speculare, fallo solo con la quantità di denaro che puoi permetterti di perdere. 

Analizzare forex e bitcoin è il primo passo per investire nel mercato digitale, ma qual è il migliore? Esamina le tue strategie, i tuoi obbiettivi, i tuoi bisogni e, infine, scegli.

Il Forex è considerato più stabile di Bitcoin, ma i Bitcoin possono fornire profitti più rapidi e più elevati. Potresti anche decidere di investire in entrambi i mercati per ottenere un portafoglio più diversificato.

Bitcoin è più rischioso del forex trading?

Il trading di Bitcoin è più rischioso del trading sul forex poiché Bitcoin è una valuta in gran parte non regolamentata i cui prezzi possono variare in pochissimo tempo e violentemente, senza dimenticare la sua natura speculativa.

Ad ogni modo, entrambi i mercati comportano dei rischi. Ma ciò che conta è il modo in cui riduci questi rischi attraverso un'attenta gestione. Inizia studiando a fondo entrambi i mercati e comprendendo la tua propensione al rischio. Sopo dopo potrai fare una scelta consapevole.