Borse: la festa è finita? Enel e Generali tra i buy appetibili

Per le Borse la ricreazione estiva è durata anche troppo e ora è probabile più un ribasso che un rialzo. Eur/usd, petrolio e Oro: la view di Davide Biocchi.

Image

Di seguito riportiamo l'intervista a Davide Biocchi, professional trader, al quale abbiamo rivolto alcune domande sulle valute, su alcune commodities e sugli scenari attesi per le Borse.

L'euro-dollaro è tornato sotto quota 1,02. C'è il rischio di ulteriori ripiegamenti nel breve?

L'euro-dollaro è salito a testare quota 1,037 e una volta fatto ciò ha iniziato nuovamente a ritracciare. Se negli Stati Uniti dovrà esserci meno stretta monetaria, allora anche in Europa, quindi in definitiva si torna agli equilibri di prima. 

Per il cross la resistenza si conferma a 1,037, mentre al ribasso il supporto chiave è la parità, prezzo che attrae.  Secondo me si tornerà verso la parità che di fatto è il floor, come quota 1,037 è il tetto.

Scalable Capital è la piattaforma digitale di investimento leader in Europa. Perché scegliere Scalable?

● Ampia scelta di azioni, ETF, criptovalute e fondi tramite le piattaforme gettex della Borsa di Monaco o Xetra della Borsa di Francoforte.

● Possibilità di impostare piani di risparmio su azioni, criptovalute e 1.500 ETF senza commissioni e a partire da un importo di risparmio mensile di 1 euro.

● Esperienza utente efficiente e intuitiva sia sull’app che sull’applicazione web.

Con la promozione Scalable tutti i nuovi clienti che apriranno un conto, riceveranno gratuitamente un’azione o un Etf sostenibile.

Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Il petrolio è sceso tanto di recente, spingendosi sotto quota 90 dollari. Ci sono margini per ulteriori flessioni?

Per il petrolio bisogna monitorare con attenzione l'area di 87,5/87 dollari, perchè sotto tale soglia potrà scivolare in maniera anche pesante, con il rischio di vederlo calare velocemente fino a 79 dollari.

Se al contrario l'oro nero riuscirà a mantenersi sopra quota 87,5/87 dollari, potrà avviare un recupero che avrà come target l'area dei 95 dollari al barile.

L'oro ha fallito per ora l'attacco ad area 1.800 dollari l'oncia. Quali i possibili scenari per le prossime sedute?

L'oro si trova al momento su un supporto chiave, perchè se si traccia una riga si nota facilmente quante volte l'area dei 1.765 dollari è stata superata al ribasso e al rialzo.

Sotto i 1.765 dollari lo scenario diventa rischioso perchè l'oro potrebbe tornare velocemente verso i recenti minimi in area 1.680 dollari.

Al contrario, una tenuta dei 1.765 dollari potrà favorire un rimbalzo del gold che avrà come target l'ara dei 1.815 dollari.

Cosa può dirci in merito al recente andamento delle Borse e quali le attese nel breve?  

I mercati azionari hanno fatto questa ricreazione estiva che li ha portato fino a testare un livello volumetrico importantissimo e mi riferisco all'area dei 4.300 di S&P500.

Dai livelli raggiunti, gli indici potrebbero tornare indietro e consolidare e questo scenario è credibile secondo gli analisti che guardano all'economia reale.

In alternativa i listini potrebbero sfondare al rialzo, stando alla tesi di quanti ritengono che i mercati abbiano toccato dei minimi e possano salire ancora.

Personalmente sono dell'idea che la ricreazione sia durata anche troppo per certi versi.

Siccome i mercati rimbalzano/salgono da due mesi ormai, non si può più parlare di sole coperture ed è chiaro che più di qualcuno abbia aperto posizioni long, complici anche i bassi volumi e i dati che raccontano che da un lato l'effetto della Fed inizia a farsi vedere.  

Se il target per l'inflazione è il 2%, considerando che siamo oltre l'8%, è chiaro che il lavoro della Fed è tutt'altro che finito.

La Banca Centrale americana dovrebbe ancra stringere forte sull'economia e quindi i mercati azionari dovrebbero tornare indietro.

Sono del parere che se uno deve immaginarsi i mercati come un'entità razionale, allora questi dovrebbero scendere un po' ora, rispecchiando di più l'economia reale.

La pandemia però ci ha raccontato che i mercati possono anche prendere l'abbrivio dell'irrazionalità e raddoppiare quando l'economia crolla.

E' anche vero che allora c'era l'olio della Fed che faceva gira il motore, mentre adesso non c'è nulla da questo punto di vista.

Credo pertanto che sia maggiormente ipotizzabile un ribasso più che un rialzo, ma i mercati sono qui per stupirci.Attualmente sono prudente e non compererei azioni, ma guardando in particolare a Piazza Affari direi che Enel, se dovesse riuscire a consolidare sopra i 5 euro, potrebbe offrire un'opportunità di ingresso.

Segnalo anche Generali che si potrebbe valutare per un inserimento in portafoglio in ottica di lungo periodo.