La sterlina si è  scrollata di dosso le indiscrezioni secondo cui funzionari del Regno Unito e dell'UE stanno esplorando la possibilità di chiedere un'estensione dell'articolo 50. Questo potrebbe rivelarsi molto pericoloso secondo alcuni esponenti del  partito conservatore, nonostante il fatto che le elezioni europee siano solo due mesi più tardi. Il settore del commercio al dettaglio nel Regno Unito ha recentemente catturato l'attenzione degli investitori dopo un paio di aggiornamenti positivi per il volume di affari pre-natalizi da parte di Next e Dunelm Group. Oggi è il turno della vendita al dettaglio degli alimentari con gli ultimi numeri di Morrison, sulla scia dell'aggiornamento di ieri dei supermercati Aldi che hanno visto una crescita del 10% dei propri numeri di vendita, che sono stati di poco inferiori a 1 miliardo di sterline. La domanda da porsi è se questi numeri record arrivino a discapito dei grandi quattro supermercati o se siano un fattore indicativo di ciò che avverrà, a partire da oggi (e cioè un deciso incremento dei consumi inglesi.

EURGBP: il livello di 0,9100 rimane una zona chiave di resistenza nonostante un breve massimo  a 0,9120 la scorsa settimana. La tendenza  attuale rimane per un ritorno al di sotto di 0,8920 verso il livello 0,8820, dato che l'ampio range di 0,8700 / 0,9100 che ha dominato negli ultimi quattro mesi rimane intatto. Le due medie mobili a 100 e 200 periodi sono al di sotto dei prezzi, situate rispettivamente a 0,8855 e 0,89.

Di Mauro Masoni